VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow NIGHTLIFE arrow Guitar Anti-Hero. La seconda edizione di Nørdic Frames a Teatrino Grassi e Spazio Aereo
Guitar Anti-Hero. La seconda edizione di Nørdic Frames a Teatrino Grassi e Spazio Aereo
di F.D.S.   
soukizy__img_7361_eivind-aarset.jpgDopo un anno, arriva la seconda edizione di Nørdic Frames, il festival internazionale di jazz sperimentale, in programma al Teatrino di Palazzo Grassi di Venezia e organizzato da Nu Fest, lo storico festival di musica elettronica firmato Veneto Jazz. È la conferma di un’ottima intuizione, emersa compiutamente già nella prima edizione, quella cioè di approfondire la conoscenza della musica scandinava, una scena affollata di musicisti che purtroppo in Italia hanno scarsa visibilità, nonostante qualità artistiche di altissimo livello.

 

E come l’edizione dello scorso anno, che proponeva due appuntamenti con musicisti norvegesi, anche quest’anno il programma prevede due concerti di chitarristi norvegesi, Eivind Aarset e Stian Westerhus, che fanno della sperimentazione il loro linguaggio. La formula tuttavia, quest’anno si arricchisce affiancando a questi due concerti al Teatrino di Palazzo Grassi altri due appuntamenti, presso lo Spazio Aereo di Marghera, orientati alla scena elettronica e night clubbing, con Byetone e Chris Moss Acid.

 

Il festival inizia il 3 febbraio al Teatrino di Palazzo Grassi con il concerto del trio di Eivind Aarset, chitarrista norvegese fra i più importanti rappresentanti del nu jazz e una delle voci più interessanti e creative della scena norvegese, tra jazz e avanguardia. Eivind Aarset è un autentico visionario e alchimista della chitarra, e ha sviluppato un originale approccio alla sei corde fatto di poesia, energia, fantasia improvvisativa, inclinazione all’esplorazione di sonorità inedite, avvalendosi di un uso della tecnologia avventuroso e ricco di sfumature.


Sempre il 3 febbraio, presso lo Spazio Aereo di Marghera, appuntamento con Byetone, nome d’arte di Olaf Bender, che, assieme a Carsten Nicolai (Alva Noto) e Frank Bretschneider, è uno dei fondatori della Raster Noton, storica label che da vent’anni lavora sull’unione tra suono e visual, con un’attenzione costante alla dimensione artistico-visuale e al binomio audio/video.

 

maxresdefault-1.jpgIl 10 febbraio, sempre allo Spazio Aereo, si terrà il live set di Chris Moss Acid, per la prima volta in Italia: Christopher Moss aka Chris Moss Acid è un producer inglese di ispirazione acid house e techno. Le sue produzioni, caratterizzate dalla più cassica acid house degli anni ‘80/‘90, sono composte con l’esclusivo utilizzo di Roland, come vuole la pura tradizione del genere: un vero talento della musica dance analogica, considerato fra gli artisti in ascesa della scena dance europea ed internazionale.


Chiusura in bellezza l’11 febbraio, al Teatrino di Palazzo Grassi, con il concerto di Stian Westerhus che presenta il suo lavoro più celebre, The Matriarch and the Wrong Kind of Flower, live solo per chitarra ed electronics. Tra i fenomeni di rilievo assoluto nella scena norvegese, cresciuto intorno alla Rune Grammofon, Westerhus in questo concerto esplora il concetto della risonanza, in un continuo dialogo tra una fonte acustica naturale e la sua devota rielaborazione digitale. Con un utilizzo dinamico dei vari pedali della chitarra ed un amplificatore, unito ad effetti ricavati suonando le corde con un arco, Westerhus costruisce spazi ‘spettrali’, creando suoni nuovi che sembrano provenire da strumenti di tipo diverso.

«Nørdic Frames»
3, 10, 11 febbraio 2017

Teatrino di Palazzo Grassi, Venezia

Spazio Aereo, Marghera
www.venetojazz.com