VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow Bisogno di memoria. Al Toniolo, storia maestra di vita
Bisogno di memoria. Al Toniolo, storia maestra di vita
di Redazioneweb2   

toniolo.jpg

 

Rigore scientifico e capacità di comunicare, appassionare, incuriosire: i migliori storici salgono sul palcoscenico per parlare al grande pubblico. Questa la formula che ha decretato il successo delle Lezioni di Storia, evento firmato da Editori Laterza che arriva al Teatro Toniolo tra febbraio e marzo. Incantato da un linguaggio chiaro e avvincente, in luoghi sempre speciali, il pubblico ha avuto la possibilità di conoscere in presa diretta le vicende più segrete e stimolanti delle nostre città, i grandi avvenimenti contemporanei dell’Italia e del mondo, gli eventi che hanno impresso svolte radicali, i personaggi che sono stati protagonisti della grande storia.

 

Dall’Impero romano ai nostri anni, portati per mano attraverso i secoli, in tanti hanno scoperto come un episodio anche lontano nel tempo possa spiegare il nostro presente e dia risposte ad una sete di conoscenza che mai dovrebbe sentirsi del tutto appagata.

 

barbero.jpg

 

 

 

Partite da Roma per approdare a Milano, Torino, Genova, Firenze, Trento, Rovereto, Trieste e anche Londra e Dublino, grazie alla collaborazione tra gli Editori Laterza e il Teatro Toniolo Lezioni di storia debutta a Mestre il 5 febbraio con Alessandro Barbero, per un incontro dedicato alle trasformazioni del potere temporale e ai conflitti con l’Islam, alla rivoluzione protestante e alla questione sociale, fino alle guerre del Novecento e all’affermarsi dei nuovi diritti politici e civili. Come la Chiesa ha cambiato il modo di comunicare con il mondo, con i fedeli, con il potere? Come si è confrontata con i grandi cambiamenti nel corso del tempo? Il 5 marzo Franco Cardini porta a Mestre Islam e Occidente, ieri e oggi: c’è chi pensa che il Califfato sia alle porte. Da anni la nostra paura e i nostri sensi di colpa trovano nell’Islam la loro causa prima.

 

Ma davvero siamo condannati - musulmani e occidentali - a combatterci senza mai comprenderci? Il 12 marzo, al centro l’arte: tre persone affacciate a un balcone ci stanno davanti assorte, distanti, del tutto perse nei propri pensieri. Guardano verso l’esterno, mentre un velo di tristezza si posa sui loro visi. Guardando i quadri dell’Ottocento francese con l’occhio dello storico, Alberto Mario Banti svela il modo in cui le élite sociali e culturali concepiscono i rapporti di genere, l’amore, la sessualità.
 
Lezioni di storia
5 febbraio, 5, 12 marzo Teatro Toniolo-Mestre
www.culturaspettacolovenezia.it