VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CINEMA arrow Scelta di campo. Uomo e habitat, impressioni su pellicola
Scelta di campo. Uomo e habitat, impressioni su pellicola
di Redazioneweb2   

wild-river-lee-clift-1024x725.jpgIl campo lungo è un campo di ripresa cinematografica (tra il campo lunghissimo e il campo medio) che abbraccia una porzione di spazio in cui l’ambiente è preponderante rispetto alle persone, che sono tuttavia distinguibili, come nelle inquadrature di contadini al lavoro nei campi.

 

Da questo assunto prende ispirazione e tra le proprie linee programmatiche Paesaggi che cambiano, rassegna cinematografica che la Fondazione Benetton Studi Ricerche (quest’anno arrivata a festeggiare il trentesimo anno di vita) dedica ad Andrea Zanzotto, che al paesaggio ha consacrato la propria vita e la propria poesia, interrottasi sulla Terra il 18 ottobre 2011.

 

 

Campi lunghi: note su cinema e agricoltura è il sottotitolo di un programma di proiezioni che a marzo conta due appuntamenti, al cospetto di due colonne portanti del cinema mondiale di tutte le epoche: La linea generale di Sergej Ejzenstejn è sugli schermi l’8, ambientato in un villaggio russo come tanti, dove tra tutti gli abitanti una povera contadina si mette a capo di una cooperativa per cercare di migliorare le condizioni del paese.

 

Due settimane più tardi è il turno di Elia Kazan e di Fango sulle stelle, realizzato nel 1960 e autentico manifesto ecologista che all’epoca non riscosse il successo meritato, perché troppo in anticipo sui tempi.


«Paesaggi che cambiano»
8, 22 marzo Spazi Bomben-Treviso
www.fbsr.it

 

:agenda cinema