VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Caravaggio vs. Sgarbi. La lezione dell’Arte al Teatro Toniolo
Caravaggio vs. Sgarbi. La lezione dell’Arte al Teatro Toniolo
di Fabio Marzari   
sgarbi.jpgVittorio Sgarbi quando parla d’arte sa diventare un competente affabulatore, in grado di raccontare al meglio le sfumature nei tratti di un pittore, contestualizzandolo nel suo tempo, riempiendo il racconto di inediti e affascinando il pubblico, lontano dai panni dell’urlatore televisivo.

 

Il suo viaggio teatrale lo conduce al Toniolo di Mestre, dal 15 al 18 marzo, ed è prevedibile un sold-out, inevitabile, data l’abbinata Sgarbi/Caravaggio. Sgarbi ricorda spesso che fino a Caravaggio la vita di artisti pure immensi come Leonardo o Michelangelo è inferiore alle loro opere. Con lui la vita diventa arte. Come in Pasolini, che infatti viene citato a inizio spettacolo. «In entrambi l’esistenza passa per un abisso che non santifica. Non è una forzatura. I volti di Caravaggio sono i ragazzi di vita di Pasolini. Il fanciullo con il canestro di frutta è Ninetto Davoli, quello di Amor omnia vincit è identico a Pelosi. Pasolini è la figura attraverso cui il ‘900 diventa il secolo che può capire davvero Caravaggio».
Caravaggio non sublima, non innalza, in lui non c’è nessun Dio che galleggia in alto.

 

Al contrario vive e dipinge sulla terra, fa entrare nell’arte i truffatori, i malati, i peccatori che non hanno la certezza di un aiuto divino. È il pittore della realtà. La fotografa, cogliendone l’atto decisivo. Così scrive Sgarbi a proposito del suo spettacolo: «Caravaggio è doppiamente contemporaneo. È contemporaneo perché c'è, perché viviamo contemporaneamente alle sue opere che continuano a vivere; ed è contemporaneo perché la sensibilità del nostro tempo gli ha restituito tutti i significati e l’importanza della sua opera. Non sono stati il Settecento o l’Ottocento a capire Caravaggio, ma il nostro Novecento... Ogni secolo sceglie i propri artisti. Tra questi, nessuno è più vicino a noi, alle nostre paure, ai nostri stupori, alle nostre emozioni, di quanto non sia Caravaggio».

Caravaggio


15-18 marzo 2017

Teatro Toniolo-Mestre  (Ve)


www.culturaspettacolovenezia.it
 

 

:agenda teatro

    28|04|2017
  • ORESTEA
    Teatro Verdi - Padova h. 20.00
    "Stagione di prosa 2016/17"
    di Eschilo con Mariano Rigillo, Mascia Musy, Angela Pagano, Gaia Aprea, Giacinto Palmarini regia Luca De Fusco

  • 29|04|2017
  • ORESTEA
    Teatro Verdi - Padova h. 20.00
    "Stagione di prosa 2016/17"
    di Eschilo con Mariano Rigillo, Mascia Musy, Angela Pagano, Gaia Aprea, Giacinto Palmarini regia Luca De Fusco

  • 30|04|2017
  • ORESTEA
    Teatro Verdi - Padova h. 16.00
    "Stagione di prosa 2016/17"
    di Eschilo con Mariano Rigillo, Mascia Musy, Angela Pagano, Gaia Aprea, Giacinto Palmarini regia Luca De Fusco

  • 23|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia 

  • 24|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia   

  • 25|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia   

  • 26|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia   

  • 27|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia   

  • 28|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia