VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Fai la tua mossa. Teatrino Giullare a Ca' Foscari, sulla scacchiera di Beckett
Fai la tua mossa. Teatrino Giullare a Ca' Foscari, sulla scacchiera di Beckett
di Livia Sartori di Borgoricco   
finale-partita_2015rosalba-amorelli_9140.jpgFinale di partita, andato in scena per la prima volta nel 1957, è uno dei lavori più rilevanti ed enigmatici di Samuel Beckett e dell’intera drammaturgia del Novecento. Nel gergo scacchistico, il finale di partita corrisponde a quella fase di gioco in cui ai giocatori sono rimasti pochissimi pezzi e il Re non è più soltanto un pezzo da difendere ma diventa anche una figura di attacco.

 

Un’analogia, quella tra pièce e gioco degli scacchi, già dichiarata apertamente da Beckett e che nell’allestimento di Teatrino Giullare – ormai un caposaldo nella storia artistica della compagnia, già Premio Nazionale della Critica e Premio Speciale UBU nel 2006 – prende forma sul palco, per mezzo di un tavolino-scacchiera, di due attori-giocatori con maschera di cuoio e guanti neri che muovono tra il bianco e il nero i personaggi-pedine.

 

Hamm, cieco e paralizzato, che continua a tormentare il servo Clov dandogli ordini assurdi e poi ritrattandoli; Clov, che ci vede ma non può piegare le gambe, a sua volta tormenta Hamm minacciando di abbandonarlo, e i genitori di Hamm, Nell e Nagg, dei tronchi umani incastrati dentro bidoni della spazzatura.

 

Il tutto in un’ambientazione post-atomica. Tra il botta e risposta di Hamm e Clov, che sembra veramente un alternarsi di mossa e contromossa, ad andare in scena è una partita a scacchi persa fin dall'inizio.

Finale di partita
6 aprile 2017

Teatro Ca’ Foscari, Santa Marta - Venezia
www.unive.it