VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Nessun posto č come casa. Presentata l’edizione 2017 di Home Festival
Nessun posto č come casa. Presentata l’edizione 2017 di Home Festival
di Elena Marzari   

foto_conferenza_stampa_home.jpgIl 30 agosto parte l’ottava edizione di uno dei festival musicali più importanti d’Europa. Edizione che gli organizzatori non esitano a definire “leggendaria”. Cinque giorni di sogni, di musica e cultura. Sono queste le parole d’ordine di Home Festival 2017, l’evento trevigiano tra i più attesi ogni anno. Non solo perché riempie la città di band e artisti per tutti i gusti, perché rianima gli ultimi giorni dell’estate o perché ci fa sentire speciali come solo la musica sa fare.

 

Home Festival è il momento in cui Treviso si arricchisce di persone di tutto il mondo, dai millennials che affollano il sottopalco, agli adulti che vogliono godersi arte, musica ed una città con tanto da offrire. È questo il segreto. Home è per tutti i gusti e si migliora ogni anno. Sta crescendo e lo dicono i numeri: 8 edizioni, 100.000 persone attese, 160 show tra live, dj set, presentazioni di libri e culturali e 12 palchi allestiti, ma questo è solo l’inizio: il festival si riempie di novità. Si parla di sicurezza, innanzitutto. Uno degli aspetti per cui Home Festival è riconosciuto tra i migliori è proprio questo: ci permette di divertirci, senza preoccupazioni. Ci si arma di metaldetector, raggi x e scanner e dal primo all’ultimo minuto, fino a che anche tutti gli addetti ai lavori non sono usciti, l’attenzione rimane massima.


 

Come è stato per le passate edizioni, la sicurezza sarà ai massimi livelli e più che una novità diventa una conferma. L’acqua è la seconda eccellenza. Saranno presenti dei punti di approvvigionamento e ricarica gratuita, sia per rendere l’esperienza migliore sia per aiutare chiunque dovesse avere bisogno di dissetarsi senza aspettare in coda agli stand. 

  foto_conferenza_stampa_2_home.jpg

La terza parola d’ordine è token. Un gettone di plastica che va a sostituire i soldi veri e che alla fine dell’evento, se non vengono spesi, vengono rimborsati.
Infine la gestione dei rifiuti, che nonostante sia già stata premiata si migliora ancora.
Home Festival, piccolo bar che vendeva birra e panini, è diventato un posto in cui vivere la musica che ti ha incantato. Dove sentirti libero di essere chi vuoi essere, libero di andare oltre le aspettative. Dove non stai solo a vedere, ti fai coinvolgere e lo rendi tuo. Ogni casa ha il suo giardino e, per questo, dall’anno scorso sono state inserite 500 tende per partecipanti al festival per godersi fino in fondo un’esperienza che lasci il segno.
Home cresce e non intende fermarsi. Gli organizzatori, insieme alle istituzioni di comune e Regione, stanno sviluppando una vera e propria visione imprenditoriale legata all’evento, per valorizzare non solo la musica e il festival, ma anche la cornice che lo ospita. “Se è successo, è perché era qui”, con queste parole Amedeo Lombardi, fondatore di Home, elogia quella che è diventata la sua città e annuncia di seguito la creazione di pacchetti completi per visitatori extra regionali o stranieri, attivi nei prossimi mesi.

 

Se, quindi, il turismo diventa parte integrante di Home Festival, un occhio di riguardo lo si ha proprio per i giovani, i turisti di domani. L’Assessore regionale al turismo Caner parla dell’importanza di incrementare le opportunità per questa fascia di età perché si sa, si torna sempre dove si è stati bene. Il 20% degli utenti che arrivano per l’evento tornano infatti negli anni successivi e questo porta beneficio non solo a ristorazione e settore alberghiero, ma a tutta la città, dal punto di vista artistico ed artigianale. L’aspettativa dell’Assessore alla semplificazione, sviluppo e crescita Camolei è quella di far diventare Treviso una città leader nel turismo di cultura, musicale ed artistico e grazie alla collaborazione con CISET si cerca di attrarre visitatori non più usando vecchi approcci, quali età o paese di provenienza, ma intercettando le passioni.

  foto_conferenza_stampa_3_home.jpg

Molti artisti sono già stati annunciati: tra i big già svelati si parla di Duran Duran, Liam Gallagher e Justice, tra gli italiani spiccano J-Ax & Fedez, Levante, Marra&Guè, Afterhours, Thegiornalisti e Mannarino e compaiono anche artisti emergenti che con le loro hit hanno conquistato i cuori di mezzo mondo, come Kungs, Jasmine Thompson, Ofenbach e Wrongonyou, per citarne alcuni.

Insomma, il futuro si prospetta eccitante, pieno di speranza, avventuroso ed elettrico, quindi save the date! Noi ci vediamo “a casa”.


 

 

 

Home Festival
30 agosto-3 settembre Zona Dogana-Treviso
www.homefestival.eu