VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Opzione Santomaso - Quando l’arte veneziana scopre la sua universalità
di Valentina Bezzi   
Per inaugurare gli spazi del suo nuovo centro espositivo sull’isola di San Giorgio Maggiore di Venezia la Fondazione Cini ha scelto un evento particolare: la ricorrenza della nascita di Giuseppe Santomaso, uno dei testimoni più originali della pittura italiana ed europea della seconda metà del Novecento.

 

Promossa dalla Fondazione Giorgio Cini con Intesa Sanpaolo, la retrospettiva dedicata al pittore veneziano si propone come un itinerario di rilettura dell’opera dell’artista in rapporto di contrasto e affinità con l’opera di alcuni tra i suoi contemporanei rappresentanti dell’astrattismo italiano, tra i quali Afro, Renato Birolli, Mario De Luigi, Zoran Music, Armando Pizzinato, Emilio Vedova.


Il percorso espositivo segue la produzione di Santomaso dalla scuola veneta a quella parigina, dove la conoscenza di Guernica di Picasso e di Braque e della sua opera inducono l’artista a meditare sulle potenzialità del surrealismo, attraversa il tempo del Fronte Nuovo delle Arti e la stagione postcubista europea per approdare, nel tempo del Movimento spaziale, ad una pittura liricamente intesa alla valorizzazione del colore e ai successivi esiti degli anni Sessanta in cui la pittura di Santomaso oltrepassa l’informale manifestando una nuova profonda sapienza compositiva.


Sullo sfondo, le Biennali d’Arte di Venezia del 1948 e del 1952, la presenza alla Biennale di San Paolo del 1953, il Premio Internazionale di Pittura alla Biennale veneziana del 1954 e l’alacre attività di diffusione della sua opera negli Stati Uniti d’America realizzata da Peggy Guggenheim.


Valentina Bezzi

 

«Santomaso e l’opzione astratta»
Fino al 13 luglio Isola di San Giorgio Maggiore
Info
www.cini.it