VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS arrow PROFUMO DI CARTA | Al T Fondaco la 'letteratura viscerale' di Zafón
PROFUMO DI CARTA | Al T Fondaco la 'letteratura viscerale' di Zafón
Written by Mariachiara Marzari   

000013104_1_foto_zafon_ok_201608311826.jpg

 

Le tenebre e le ombre hanno colpito il cuore di Barcellona le scorse settimane, uccidendo e ferendo persone che, come tutti noi, amano profondamente la città Catalana. Solo per un momento mi sono fatta vincere dalla rabbia e dalla rassegnazione, pensando che forse scrivere di una Barcellona magicamente gotica e cupa descritta dal mio scrittore preferito, Carlos Ruiz Zafón, non fosse opportuno.

Tuttavia i personaggi usciti dalla penna di Zafón e la sua viscerale relazione con la città, un inno di amore che contagia, mi hanno persuasa. Sì, perché entrare nel mondo descritto dallo scrittore catalano significa farsi conquistare totalmente e inevitabilmente dalle sue storie, dai suoi personaggi, dai suoi luoghi. 

 

Un colpo di fulmine che si trasforma in passione pura. Inevitabile quindi divorare, pagina dopo pagina, L’ombra del vento (primo e il mio preferito), Il gioco dell’angelo, Il prigioniero del cielo e, da pochi mesi, Il labirinto degli spiriti.

 

Non riesci a separarti dai suoi personaggi, tutti indispensabili, nessuno escluso, che appaiono e scompaiono inghiottiti nelle pieghe della storia e nei gangli della città, e soprattutto da Barcellona, protagonista assoluta, luogo oscuro e pieno di magia, capace in ogni pagina di cambiare volto, di rapirti a tal punto da illuderti di camminare a fianco ai protagonisti, attraverso la fitta rete di stradine buie o di entrare con loro nella libreria dei Sempere e sentirsi a casa propria – «Entrai nella libreria e aspirai quel profumo di libri e magia che inspiegabilmente a nessuno era ancora venuto in mente di imbottigliare» –, o di poter perdersi un giorno nel labirinto del Cimitero dei Libri Dimenticati.

 

Carlos Ruiz Zafón sarà a Venezia il prossimo 16 settembre al T Fondaco dei Tedeschi, ospite di Writers in Conversation a cura dell’Università Ca’ Foscari Venezia. Sarò lì per sapere se anche lui, come me, non può fare a meno di Barcellona e delle sue storie.

 

Carlos Ruiz Zafón
16 settembre h. 18.30 T Fondaco dei Tedeschi, Rialto

www.unive.it