VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CLASSICAL arrow Impatto scenico. Pordenone apre con la potenza di Orff
Impatto scenico. Pordenone apre con la potenza di Orff
di Redazione   

alessandro.jpg

 

«Un concerto di dimensioni colossali, nel vero senso del termine, e di conseguenza imperdibile»: così il Maestro Maurizio Baglini annuncia l’apertura stagionale del 22 ottobre, con i Carmina Burana di Orff affidati all’esecuzione di un imponente organico d’Orchestra, quello del Teatro Lirico Verdi di Trieste integrato dal Coro maschile, femminile e di voci bianche della corale Triestina e del Coro del Teatro Nazionale Sloveno di Maribor.

 

L’orchestra, con due pianoforti, è diretta da Alessandro Cadario, in scena per il pubblico il soprano Agnes Molnar, il controtenore Jake Arditti e il baritono Domenico Balzani.

 

«I Carmina Burana di Carl Orff sono una grande cantata scenica profana su poemi medioevali, dal fortissimo impatto acustico e visivo, - prosegue Baglini - oggi potrebbe essere collocato come primo esempio di autore crossover, di contaminazioni di epoche e linguaggi musicali diversi, ma rientra a tutti gli effetti nella musica classica popolare». A fare da prologo ai 24 poemi profani, una cantata dalla matrice sacra di Marco Taralli intitolata Psalmus, con riferimenti a San Francesco d’Assisi, in seconda esecuzione assoluta (opera commissionata dal Teatro Lirico Verdi di Trieste).

 

Carmina Burana
22 ottobre 2017

Teatro Comunale G. Verdi-Pordenone
www.comunalegiuseppeverdi.it