VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS arrow Futuro contemporaneo. Un anno di T Fondaco
Futuro contemporaneo. Un anno di T Fondaco
di Fabio Marzari   

matteodefina.jpg

È passatoun anno da quando l'edificio delle mille polemiche, il Fondaco dei Tedeschi, restaurato dallo studio OMA guidato da Rem Koolhaas, ha aperto i battenti suscitando l'ammirazione convinta dei più e qualche borbottio, marginale. A dodici mesi di distanza è tempo di primi bilanci e anticipando le conclusioni, la scommessa è stata ampiamente vinta.

 

L'idea iniziale di restituire alla città un luogo di incontro, cultura e commercio rispettando la storia dell'edificio coerentemente con il punto di vista architettonico di Venezia si è mantenuta, e i numeri del successo sono esaltanti.

 

Con una cifra quasi costante di oltre 8000 visitatori al giorno T Fondaco e la sua terrazza sono divenuti una delle destinazioni in città più gettonate ed i numerosi eventi culturali che si sono succeduti con cadenza regolare nel periodo hanno dimostrato che il bello e la cultura possono convivere senza timore ed anzi il programma culturale proposto ha saputo mantenere un livello alto nell'offerta, senza cercare facili vie di ‘riempimento’ dell'Event Pavilion all'ultimo piano. I 7000 e più metri quadrati di spazio espositivo con un'accurata selezione di prodotti di altissima qualità, scelti tra i marchi del made in Italy ed internazionali più importanti ed innovativi, offrono un'esperienza nuova al visitatore, che si trova immerso nella storia e proiettato nel futuro. Le collezioni presenti anticipano le visioni della clientela di ogni dove, alternando i must della stagione a particolari ed esclusive proposte pensate ad hoc per Venezia.

 

La dicotomia passato-futuro ha saputo scatenare energie importanti, proiettando Venezia al centro di un mondo globale dove si è evitato ogni stereotipo legato all'esibizione del lusso, che lo farebbe apparire quasi cheap. Il tema del viaggio e del tempo rappresentano la costante per le celebrazioni del primo anniversario e la collezione culturale autunno-inverno di T Fondaco prevede importanti appuntamenti con alcuni grandi artisti del celeberrimo Cirque du Soleil che interpretano pezzi tratti dallo spettacolo Alis, una rivisitazione acrobatica di Alice nel Paese delle Meraviglie, mentre la seconda parte della “collezione” ha a che fare con il tempo. Diamoci del Tempo rappresenta una riflessione corale per singole voci sulla percezione del tempo nell'era presente dell'hic et nunc, dell'effimera immediatezza e della vita accelerata. t-fondaco-dei-tedeschi_entrata.jpg

 

Un aspetto importante è la gratuità degli eventi, in una città dove tutto viene commercializzato la cultura al T Fondaco viene offerta liberamente e con le parole di Eleonore De Boysson, Region President Europa e Middle East di DFS Group: «Venezia ci riconosce come luogo ideale di esperienze: dalla moda ai concerti, dalle installazioni artistiche ai reading con autori internazionali. Venezia è per noi uno snodo fondamentale in Europa e come tale continueremo a valorizzarne le potenzialità».

 

Un ulteriore aspetto che accresce la fama del luogo è AMO, nella corte centrale, esperienza gastronomica di alta qualità con la certezza dell'eccellenza offerta dalla famiglia Alajmo, in un ambiente speciale, con arredi esclusivi, premiato tra i migliori locali d'Italia dalla Guida Gambero Rosso e con Lucas Kelm, bartender vincitore recentemente ad Ibiza di un contest mondiale con il suo Sea Martini, un'interpretazione all'avanguardia del tradizionale cocktail Martini, con acqua di mare e foglia d'ostrica. Chapeau!

 

DFS T Fondaco dei Tedeschi
Rialto
www.dfs.com/it/venice