VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow La moltiplicazione della bellezza. La Fornace Orsoni si presenta dopo il restauro
La moltiplicazione della bellezza. La Fornace Orsoni si presenta dopo il restauro
di Fabio Marzari   

orsoni_fornace.jpg

 

Venezia è ancora in grado di custodire qualche segreto. In una calle piccola e nascosta che parte dalla fondamenta di Cannaregio, dall’anno 1888 esiste la Fornace Angelo Orsoni, la più antica del mondo specializzata nella produzione del preziosissimo mosaico di vetro a foglia d’oro e smalti, e l’unica fornace attiva in Venezia città.

 

Orsoni volle riproporre al mondo una delle tradizioni più prestigiose dell’artigianato artistico veneziano. E fu un successo fin dall’’inizio. Le sue tessere realizzate con tecniche ardite che coniugavano metodologia artigianale e innovazione, conquistarono l’Esposizione Universale di Parigi, dove il pubblico poté scoprire il suo pannello multicolore, campionario di smalti e ori musivi.

 

Gaudí decise di usare solo prodotti della Fornace Orsoni per la costruzione della Sagrada Familia a Barcellona.

Le tessere di mosaico qui lavorate, anzi forgiate dal soffio dei maestri vetrai e dalle abilità manuali degli artigiani, hanno impreziosito le più importanti residenze e monumenti del Pianeta: dalla Basilica di San Marco a Venezia alla Pagoda del Grande Palazzo Reale in Thailandia, da Parigi con la Basilica del Sacro Cuore, il Trocadero e l’Hotel De Ville al Santuario di Lourdes, alla Cattedrale di Saint Paul a Londra passando per i palazzi da mille e una notte dei reali dell’Arabia Saudita.

 

TREND Group, proprietario della fornace, ha affidato allo studio di architettura Duebarradue il restauro del sito. In questo luogo davvero incredibile una nota a sé merita la Biblioteca del Colore, il sancta sanctorum delle cromie, dove sono conservate e codificate un numero infinito di tonalità e sfumature, tra cui oltre 32 varietà del prezioso oro mosaico, un gioiello che nasce da una lavorazione certosina: la foglia d’oro a 24 carati viene posta tra due strati di vetro, uno sottilissimo a sua protezione e uno di supporto, e quindi anticata con un ulteriore passaggio in fornace.

 

Fornace Orsoni
Cannaregio 1045
www.orsoni.com