VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Archivio
L'isola all'improvviso
di Giovanni Greto   

Image

Il jazz colora ogni sabato sera di novembre l’isola di San Servolo con quattro appuntamenti ad ingresso gratuito.

 

Si inizia il 3 novembre con il trio scandinavo del sassofonista tenore Esa Pietilä - Ulf Krokfors al contrabbasso e Markku Ounaskari alla batteria - che si basa sull’improvvisazione priva di paletti e sulla capacità totale di esplorare sonorità e linguaggi.

 

Accanto ai tre, in qualità di ospite, il sassofonista tenore e soprano Claudio Fasoli, che prosegue con successo un suo particolare percorso creativo.

 

Il 10 è la volta del sestetto Skrunch, guidato dal pirotecnico batterista siciliano Francesco Cusa. Il gruppo è stato definito «un misto energetico di frullati zorniani e timberniani macerato al sole di Sicilia».

 

Il 17 arriva un duo italo-tedesco formato dal pianista Alex von Schlippenbach, storico fondatore della Globe Unity Orchestra, e dal sassofonista e clarinettista friulano Daniele D’Agaro.

 

Conclusione il 24 con Houdini’s Cage, un quartetto in cui compare il talentuoso contrabbassista americano Greg Cohen, collaboratore di jazzisti come John Zorn e Bill Frisell, ma anche di un personaggio come Tom Waits. Il repertorio recupera con una scrittura originale brani dimenticati e dal gusto retrò.

 

Giovanni Greto

 

«San Servolo Jazz Meeting»
3, 10, 17, 24 novembre Isola di San Servolo
Info tel. 041-5224498