VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Di buon passo. Musica, qui e in ogni luogo
Di buon passo. Musica, qui e in ogni luogo
di Redazioneweb2   

seddiki4cjb_millot.jpgSuoni che vengono da lontano e strumenti antichi si fondono con i linguaggi del mondo, alla ricerca di compositori e musicisti contemporanei. Etnoborder, la nuova rassegna firmata da Veneto Jazz per raccontare ed esplorare le diverse declinazioni della musica etnica, abita a febbraio alcuni dei luoghi più affascinanti di Venezia, che tanto deve nella sua storia alle influenze di altre civiltà. Crogiuolo di virtuosi e stili musicali è il Trio Squelini, in scena con la giovane ed eccellente violoncellista ungherese Ditta Rohmann al Museo di Palazzo Grimani sabato 3 febbraio.

 

Diretto da Szabolcs Szoke, fondatore e solista di uno dei più importanti ensemble ungheresi etno-jazz, il gruppo vanta la presenza di Peter Szalai e del sassofonista ungherese, di formazione jazz, Daniel Vaczi. Kevin Seddiki & Bijan Chemirani chiudono la rassegna al T Fondaco dei Tedeschi il 22 febbraio, duo straordinario fra jazz, musica classica e world music, in viaggio fra Persia e Andalusia, Argentina e Africa.

 

Sulle orme del padre Djamchid, collaboratore di Bejart e Peter Brooks, e del fratello Keyvan (Chemirani Trio), Bijan Chemirani è musicista di riferimento mondiale di zarb, tamburo a calice con il fusto in legno a singola membrana impiegato nella musica colta tradizionale persiana. Con Kevin Seddiki, chitarrista già al fianco di Al di Meola e Gonzalo Rubalcaba, Bijan firma una musica capace di conquistare Sting, che l’ha voluto nell’album di ispirazione etnica If On A Winter's Night... nel 2009. «Questa rassegna è un progetto che avevo nel cassetto da tempo - spiega il direttore arttistico di Veneto Jazz Giuseppe Mormile - e che ora si materializza grazie all’incontro con musicisti straordinari, alcuni veri maestri dello strumento, che stanno solcando le nuove strade di una world music fatta di suggestive ed intelligenti contaminazioni».

«Etnoborder»
3, 22 febbraio vari luoghi a Venezia
www.venetojazz.com