VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Le favole delle vanità. Emma Dante mette in scena "La Scortecata" di Basile
Le favole delle vanità. Emma Dante mette in scena "La Scortecata" di Basile
di Delphine Trouillard   
la-scortecata-184.jpgIn una scena vuota, due attori, Salvatore D’Onofrio e Carmine Maringola, interpretano due donne, come nella tradizione del teatro settecentesco, due sorelle centenarie, brutte, anziane e sole che si fanno compagnia in una catapecchia e ingannano il tempo, che non passa mai, inscenando una storia, una favola, condita di umorismo e volgarità e quando alla fine non arriva il fatidico “e vissero felici e contenti…”, la più giovane, novantenne, chiede alla sorella di scorticarla per far uscire dalla pelle vecchia la pelle nuova.

 

Il testo teatrale, in scena il 28 febbraio e l’1 marzo al Teatro Toniolo, si ispira a Pentamerone (cinque giornate), il capolavoro di Giambattista Basile, liberamente reinterpretato dalla inconfondibile e unica drammaturgia di Emma Dante, che ne firma anche la regia. La Scortecata – Lo trattenimiento decemo de la iornata primma racconta di un re che si innamora della voce della sorella minore e, credendola giovane e bella, la invita a trascorrere una notte con lui, ma accetta di non guardarla mai nuda e sotto la luce. A illuderlo è un dito, “il mignolotto”, che la vecchia lascia intravedere dal buco della serratura. Liscio, senza grinze, potrebbe appartenere a chiunque...


Un testo antico che Emma Dante fa risuonare di echi contemporanei, l’ostentazione del corpo e la ricerca costante della bellezza riduce le donne (e gli uomini) a tali eccessi che «per indorare la cornice della fronte, guastano il quadro della faccia; per sbiancare le pellecchie della carne rovinano le ossa dei denti e per dare luce alle membra coprono d’ombre la vista. Ma, se merita biasimo una fanciulla che troppo vana si dà a queste civetterie, quanto è più degna di castigo una vecchia che, volendo competere con le figliole, si causa l’allucco della gente e la rovina di sé stessa».


La scortecata
28 febbraio-1 marzo 2018

Teatro Toniolo - Mestre (Ve)
live.comune.venezia.it