VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow THEATRE arrow Desideri inconfessabili. Mariangela Gualtieri e Fratelli Dalla Via a Spazio Farma
Desideri inconfessabili. Mariangela Gualtieri e Fratelli Dalla Via a Spazio Farma
Written by Livia Sartori di Borgoricco   
fratelli_dalla_via_1_ph_marco_caselli_nirmal.jpgDurante il mese di marzo la rassegna teatrale Living Room. Venere in teatro di Spazio Farma, in collaborazione con Live Art Cultures, propone due spettacoli e un laboratorio in residenza. Si comincia il 10 con il Teatro Valdoca di Mariangela Gualtieri e Cesare Ronconi, che presenta Bello mondo, un intenso spettacolo in cui teatro, parola e ritmi musicali si fondono in un rito sonoro che celebra la bellezza e la poesia del mondo che ci circonda, un’esortazione a dimenticarsi dei continui orrori della cronaca. Poetessa e drammaturga, Mariangela Gualtieri porta sul palco versi cuciti insieme per l’occasione, creando il tessuto di una partitura musicale che va dall’allegretto al grave, dall’adagio fino al grande largo finale.

 

Il 16 marzo il felice sodalizio dei fratelli Diego e Marta Dalla Via porta in scena Mio figlio era come un padre per me, spettacolo vincitore nel 2013 del Premio Scenario, che affronta con acutissimo humor nero il tema del suicidio degli imprenditori. Lui e Lei, fallito di professione e aspirante anoressica, figli di una famiglia arricchita del Nord Est italiano, progettano l’uccisione dei genitori – che però, sopraffatti dalla crisi, decidono di farla finita per primi, obbligando così i figli, per l’ennesima volta, a subire le scelte della generazione che li ha preceduti. Porta la firma di Marta Dalla Via anche il laboratorio del 17 e 18 marzo – aperto ad attori, danzatori, ma anche semplici appassionati che abbiano una certa consuetudine con danza e teatro –, Nessuna scusa, dal programmatico sottotitolo “vietato lamentarsi a meno che non lo si faccia in maniera creativa”. Cosa chiederemmo al famoso genio della lampada, disposto a esaudire tre nostri desideri? E se il desiderio fosse solo uno? Arriviamo alla sostanza, dice Marta: se avessimo una e una sola possibilità di esprimerci su un palco, di che cosa parleremmo? 

«Living Room. Venere in teatro»
10, 16, 17-18 marzo Spazio Farma-Mestre
liveartscultures.weebly.com