VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow L'impero colpisce ancora. Alessandro Mannarino e la sua musica
L'impero colpisce ancora. Alessandro Mannarino e la sua musica
di F.M.   

mannarino.jpgC’è un Mannarino che sale sul palco e riceve ogni volta l’abbraccio di migliaia di persone che vibrano come fossero corde dello stesso violino. Poi c’è Alessandro, un ragazzo di Roma. «La cosa più difficile resta saper dividere il mio pubblico dal privato. Io sono uno che la vita privata se la vuole tenere stretta, perché è la cosa più preziosa. Fin dal primo disco mi hanno appiccicato addosso l’etichetta del personaggio bohémien, tutto rabbia, vino e metafore. Ma quell’etichetta mi ha spaventato e lotto ogni giorno per defilarmi da quel personaggio. Spero sempre che l’attenzione della gente sia su quello che scrivo» racconta. Dopo l'album dal vivo Apriti Cielo Live Alessandro Mannarino torna in tour con L'Impero crollerà.

 

La parola ‘impero’ è presente in varie canzoni, è un simbolo, ma anche una metafora, è quel luogo immaginario e distopico che fa da sfondo a molte delle sue storie.

 

Alessandro Mannarino è uno dei cantautori più apprezzati degli ultimi anni, le sue strofe sono poesia, un inno all'amore, ai piaceri, alla bellezza e ai sentimenti. «Sono cresciuto con De André, nelle canzoni è vero, c'è un velo di tristezza, ma anche il senso del riscatto, il valore dell'essere umano, la certezza di una possibilità di vita diversa da questa». Le sue canzoni parlano anche di riscatto e di rancore, di rabbia e di collera, con il tratto caratteristico di una sottile ironia, molto intelligentemente dosata.

 

La strega e il Diamante, Il Bar della Rabbia, Merlo Rosso sono brani che mescolano la tristezza all'amore, la perdita e l'abbandono alla rinascita. Ascoltare Mannarino è partecipare ad una poesia che è turbamento dell'animo umano e di una speranza disattesa tra le mille pieghe dell'esistenza. Non è difficile trovare nelle sue parole le influenze del grande poeta romano Trilussa che suo nonno gli leggeva sempre quando era bambino.

Alessandro Mannarino
29 marzo Gran Teatro Geox-Padova
www.zedlive.com