VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow A grandi passi. Immancabilmente Lorenzo!
A grandi passi. Immancabilmente Lorenzo!
di Gabriella Zullo   

c_4_foto_1260224_image.jpgÈ iniziato lo scorso 12 febbraio il nuovo tour di Lorenzo Cherubini, tanto famoso da non essere nemmeno obbligati a chiamarlo con il nome d’arte. Un successo straordinario il suo, che continua dopo più di trent’anni con tantissime date quasi tutte sold out con il nuovo Lorenzo Live Tour 2018. Il mese di maggio conta sei date del tour all’Arena di Verona e altre due all’Arena spettacoli di Padova Fiere seguiranno il mese successivo. Le serate sono comprese tra il 15 maggio e il 12 giugno: i fan più affezionati non hanno scuse! Affrettatevi però a prendere i biglietti: le date sono tante, ma i fan sono molti di più. Jovanotti, per dirla in gergo social network, ci piace perché “è uno di noi”, perché parla la stessa lingua di chi lo ascolta; una lingua “potabile” unita a uno stile autentico e genuino che arriva dritto al punto e si fa capire.

 

I suoi testi offrono uno spaccato della società italiana, frammenti di gioventù degli anni ‘80 e ‘90 e cenni autobiografici che, specie da Ragazzo fortunato (1992) in poi, sono onnipresenti nel suo repertorio. Sono questi gli ingredienti principali della sua musica.

 

red-jova.jpgLa sua carriera è costellata di successi e passaggi di genere, sviluppi artistici e testuali, chi può dimenticare lo shock emotivo e cronologico di un Jovanotti al debutto, quando correvano gli anni ‘80, tra Albertino e Radio Deejay, tra un Funk Lab e un Gimme Five (Jovanotti for President, 1988) simboli del rap italiano, e di un Jovanotti inaspettatamente romantico e sentimentale quando nel 2008 pubblica Safari e canta A te. Senza dubbio il successo che accende i riflettori sull’artista dall’inconfondibile esse sifula arriva a fine anni ‘80 grazie a Claudio Cecchetto che inizialmente non avrebbe scommesso una lira su di lui (tanto che in un primo momento si rifiutò di assumerlo). Ed è anche grazie a questi grandi artisti che possono non piacere ma ci entrano in testa comunque, che ci si rende conto di come passa il tempo, di come la musica, le stagioni (non solo climatiche…) e la società cambiano. Perché dopo una certa età si comincia a raccontare se stessi con parole diverse, mai scritte prima.

 

Nel caso di Jovanotti, tra i fan della classe ’66 e anche più giovani girava voce che nel 2008 avesse perso un po’ di verve ed energia per via del matrimonio con Francesca Valiani, grazie al quale si sarebbe aperta una stagione musicale sdolcinata. Tra i suoi successi ricordiamo anche il singolo Baciami ancora, colonna sonora dell’omonimo film di Gabriele Muccino, con il quale l’artista nel 2010 si è aggiudicato il David di Donatello per la migliore canzone originale. Come sarà il nuovo tour? Beh, lasciamo che a spiegarlo sia direttamente lui: «Ci sono tante novità. La scaletta è un autentico patimento: ogni volta in cui devo rinunciare a un pezzo è come tagliarmi un braccio! […] I pezzi sono tanti e si cerca di accontentare tutti: c’è chi viene per ballare, chi per pomiciare, chi per un pezzo elettronico. È che Fango la voglio fare, Sbam la voglio fare, come Fame e Chiaro di luna […]. Comunque il sound è pazzesco, il nuovo repertorio è un delirio ma i classici non mancheranno di sicuro. Vi divertirete come pazzi, sarà un tour diverso rispetto agli ultimi dieci anni. Ci vediamo in giro!». Sicuro, Lorenzo, ci vediamo in giro.

Jovanotti
15, 16, 18, 19, 21, 22 maggio Arena di Verona
www.zedlive.com