VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Dalla parte dei giovani. Il Premio Wilmotte ri/visita Le Fort de Villiers
Dalla parte dei giovani. Il Premio Wilmotte ri/visita Le Fort de Villiers
di M.M.   

banniere01.png «L’unico modo di salvaguardare la memoria di un’architettura storica è quello di trovare un utilizzo appropriato apportando tutte quelle addizioni e sottrazioni necessarie nel rispetto della loro autenticità primaria e di tutte le successive che nel tempo ne hanno permesso la conservazione e l’utilizzo. Il termine generico di “restauro” prende significato diventando un “progetto”.

Le modifiche continue dettate da queste trasformazioni praticate su edifici di significativo valore architettonico storico, devono essere attuate con la precisa volontà di creare delle nuoveautenticità” e delle “reversibilità”. È questo l’obiettivo a cui tende il Premio Wilmotte» (Andrea Bruno, architetto).

 

Le Fort de Villiers, costruito su 4 ettari di terreno situato a Noisyle- Grand, ex forte del sistema difensivo di Parigi, è il tema del Premio W 2018, concorso per studenti e giovani architetti, giunto alla sua ottava edizione, che indaga lo sviluppo di idee progettuali incentrate sull’innesto architettonico contemporaneo.

 

Il concorso prevedeva di progettare in questa area un luogo di incontro, un centro sportivo e culturale, un polmone verde.

I migliori 3 progetti, selezionati da una giuria internazionale, sono esposti ora alla Fondazione Wilmotte.

 

 

«PRIX W 2018 Fort de Villiers»

Fino 15 settembre
Galleria della Fondazione Wilmotte, Cannaregio 3560
www.prixw.com | www.fondationwilmotte.com