VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow 16. BIENNALE ARCHITETTURA | Orizzonti democratici. Dialogo trasversale tra geografia e architettura
16. BIENNALE ARCHITETTURA | Orizzonti democratici. Dialogo trasversale tra geografia e architettura
di M.M.   

domus-biennale-argentina-3.jpg.foto.rmedium.jpgARGENTINA

 

Un “orizzonte alternativo”, creato oscurando completamente lo spazio del Padiglione per far emergere lungo le pareti un’unica linea di luce orizzontale, dove 40 disegni si intravedono in trasparenza, a simboleggiare sinergia e reciprocità tra architetture e paesaggio, e una serra centrale, un parallelepipedo in vetro e specchio lungo 21 metri e alto più di 2, che amplifica all’infinito il confine tra il cielo argentino e la distesa di campi verdi delle pampas, immagine fisica di un territorio avvolgente in cui le opere dell’uomo sono letteralmente immerse. Tra terra e aria, dunque, la vastità del territorio dell’Argentina lascia trapelare una mappa dell’architettura del Paese degli ultimi decenni, dal ritorno della democrazia nel 1983 ai nostri giorni: parchi, alloggi sociali, interventi territoriali, progettazioni partecipative.

 

Progetti generosi che «sono stati scelti in virtù della loro dimensione primitiva, viscerale, come documenti capaci di trasmettere la forza del pensiero espresso con il tratto, dove la forza dell’idea prevale, dove ogni orpello scompare per liberare l’identità di ogni idea progettuale» spiega il team di curatori (Javier Mendiondo, Pablo Anzilutti, Francisco Garrido e Federico Cairoli). Ogni disegno testimonia così le connessioni vincolanti, apparenti o immaginarie tra architettura e società.

 

 

«Vértigo Horizontal / Vertigine Orizzontale», 2018

Sale d’Armi, Arsenale - Venezia