VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow 16. BIENNALE ARCHITETTURA | Libertà collettiva. Dodici progetti e un’idea di architettura civile
16. BIENNALE ARCHITETTURA | Libertà collettiva. Dodici progetti e un’idea di architettura civile
di M.M.   

PORTOGALLO

 

hangarcentronautico_ph_marciooliveira_thumb.pngLa politica, la crisi economica, la società, le idee e l’identità nazionale. L’architettura è al centro di un pensiero nazionale pur in dialogo profondo con il contesto globale nel padiglione del Portogallo per la Biennale Architettura 2018 che schiera la ‘nazionale’ degli architetti portoghesi in una visione trasversale e transgenerazionale: dal Leone d’oro della Biennale 2018 (per la partecipazione alla mostra principale Freespace), Eduardo Souto de Moura a Aires Mateus e Associados, Álvaro Siza, André Cepeda, Barbas Lopes Arquitectos, Carlos Prata, Catarina Mourão, depA, Diogo Aguiar Studio, FAHR 021.3, Fala Atelier, Gonçalo Byrne, Inês Lobo, João Luís Carrilho da Graça, João Mendes Ribeiro, Menos é Mais, Miguel Figueira, Nuno Cera, Ottotto, Ricardo Bak Gordon, Salomé Lamas, SAMI, Serôdio Furtado Associados, Tiago Figueiredo.

 

Ne emerge, attraverso un allestimento volutamente rigoroso e minimalista, che presenta per tutti i progetti lo stesso modulo allestitivo – planimetrie (manifesto) + sezione (plastico) + contesto (diapositive e video) –, la traccia di un pensiero comune, se non di una vera e propria scuola lusitana, dove dodici opere, costruite negli ultimi dieci anni, permettono di tracciare una breve storia dei più recenti interventi pubblici di autori portoghesi, una visione lucida di modernità e storia, tecnologia e natura, progresso e tradizione.

 

 

«Public Without Rhetoric»
Fondazione Ugo e Olga Levi, San Marco 2893 - Venezia
www.dgartes.pt