VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow L’esplorazione della natura. La V-A-C Collection secondo Lynette Yiadom-Boakye e James Richards
L’esplorazione della natura. La V-A-C Collection secondo Lynette Yiadom-Boakye e James Richards
di Delphine Trouillard   

rc_8563-modifica-835x557.jpg«Chi non è insensato arde di vedere e di conoscere; la terra è piena di meraviglie». All’inizio dell’Ottocento, nella sua lettera a Pietro Giordani, Giacomo Leopardi dichiarava il suo amore per l’esplorazione, per la conoscenza di terre e uomini lontani. Con la stessa passione, i due artisti Lynette Yiadom-Boakye e James Richards hanno intrapreso un viaggio alla scoperta della V-A-C Collection, offrendo allo sguardo del visitatore una selezione di opere che raccontano la natura: dalle rappresentazioni della fauna e della flora all’espressione della natura umana.

Organizzata in collaborazione con la Whitechapel Gallery di Londra e curata da Iwona Blazwick, The Explorers. Part One a Palazzo delle Zattere raccoglie circa 35 opere e si configura come la prima parte di un progetto più ampio di rivisitazione della V-A-C Collection, un corpus in costante sviluppo costituito da opere di artisti di rilevanza internazionale come Francis Bacon, David Hockney, Andy Warhol o Amedeo Modigliani.

 

Lynette Yiadom-Boakye, a cui è stata recentemente dedicata una personale al New Museum, è famosa per i suoi dipinti figurativi. La sua esplorazione attraversa un intero secolo, riunendo dipinti di artisti quali Aristarkh Lentulov, Enrico David e Gary Hume, per mostrare la figura umana come parte dell’ambiente naturale e come metafora dell’energia primaria e del desiderio sessuale.

 

Il lavoro di James Richards, incitore del Turner Prize 2014, è composto di video, sculture, opere sonore e installazioni, che spesso mescola per creare narrazioni personali. Di nuovo la natura umana è il tema dell’ambiente acustico immersivo presentato al secondo piano, To Replace a Minute’s Silence with a Minute’s Applause (2015), che emana da un’unica tela, lo Studio per un ritratto che Francis Bacon realizzò nel 1953. L’opera di Richards traduce la pittura in una vera e propria sinfonia, che viene ascoltata religiosamente da un nudo disteso di Pierre-Auguste Renoir, da un autoritratto di Rudolf Stingel, da una figura maschile di Alberto Giacometti, da un’elegante donna in esilio parigino di Chaim Soutine e da una ragazza moderna in giro per Manhattan di Cindy Sherman.

 

A concludere l’esplorazione della V-A-C Collection un altro viaggio, questa volta alla scoperta di sapori e gusti provenienti da tutto i mondo. Nel nuovissimo giardino della V-A-C ha aperto Sudest 1401, un ristorante multietnico che nasce dalla volontà di abbattere ogni barriera culturale grazie al cibo, come metafora dell’accoglienza. Aperto tutti i giorni dalle 8 alle 23, il ristorante, gestito da Orient Experience, propone menù che testimoniano il percorso geografico e culturale dei migranti nel loro viaggio verso l’Italia come porta dell’Europa.

 

 

«The Explorers. Part One»

Fino 22 ottobre 2018

V-A-C Foundation, Palazzo delle Zattere, Dorsoduro 1401 - Venezia

www.v-a-c.ru