VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS arrow Soggiorni virtuosi
Soggiorni virtuosi
di F.M.   

energy_observer_a_venezia_2.jpgl Gruppo AccorHotels, una delle più importanti realtà nel mondo dell'hotellerie, ha assunto un impegno concreto a favore dell'ecosostenibilità delle proprie strutture, divenendo partner principale di una delle più grandi spedizioni degli ultimi tempi: Energy Observer, il primo vascello a propulsione elettrica alimentato da energie rinnovabili e idrogeno che sta compiendo il giro del mondo. Questa imbarcazione per molti versi fantascientifica fa tappa a Venezia fino al 15 luglio.

 

AccorHotels è partner di Energy Observer dal 2015; in parallelo a questa iniziativa, il Gruppo ha creato una partnership tecnica e tecnologica con CEA Tech, laboratorio di ricerca applicato, specializzato in energia alternativa e fornitore tecnologico del vascello. L’idea alla base della collaborazione è quella di testare le installazioni energetiche del vascello in alcuni hotel appartenenti al gruppo per poi prendere in considerazione un utilizzo su larga scala.

 

Con il progetto “Odissea per il futuro” il gruppo AccorHotels assume un concreto impegno a favore della ricerca di valide alternative energetiche in grado di tutelare e rispettare l'ambiente nella sua complessità. Nelle strutture alberghiere in base al programma di sviluppo sostenibile Planet 21, ogni ambito nella operatività quotidiana delle strutture è sviluppato per creare un impatto minimo, si parte dalle lampadine a basso consumo passando per i prodotti di pulizia a base ecologica fino alla innovativa biancheria da letto eco-compatibile Live N’Dream, creata con bottiglie di plastica riciclate.

 

Le due priorità entro il 2020 sono coinvolgere gli hotel nella transizione energetica verso edifici a emissioni zero e offrire cibo sano e sostenibile limitandone lo spreco. Per AccorHotels, questa è un'opportunità per coinvolgere tutti - dipendenti, hotel, ospiti, membri del programma fedeltà – in questa transizione virtuosa. «Siamo particolarmente entusiasti di fare parte di una missione così importante per l’ecosistema e l’umanità. AccorHotels ribadisce la sua ambizione di pioniere per una rivoluzionaria visione del futuro da condividere con tutto il mondo: una sfida che accogliamo con determinazione ed impegno per arrivare agli obiettivi che ci siamo prefissati per il 2020», dichiara Renzo Iorio, COO e Managing Director Italia & Grecia.


Il progetto Energy Observer parte dalla esigenza di uscire dalla dipendenza dei combustibili fossili le cui risorse si stanno riducendo e distruggono il nostro ambiente, la nostra salute e il nostro futuro: questa è la sfida che affronta l’umanità nel ventunesimo secolo. Sono le energie rinnovabili che sembrano poter rispondere a questa sfida, sia sul piano tecnologico che economico. L’ostacolo della loro indisponibilità in maniera continuativa può dunque essere superato utilizzando un mix energetico e l’unione dei diversi mezzi di stoccaggio. «In mare, a  bordo di Energy Observer, abbiamo bisogno di sole e di vento, di batterie e di idrogeno. Non è così a terra. Le energie alternative e i mezzi di stoccaggio sono complementari e dobbiamo imparare ad usarli insieme. Non esiste una sola soluzione contro il riscaldamento globale, ma diverse possibilità», dice Victorien Erussard, Fondatore e capitano di Energy Observer


mgallery-hotel-papadopoli-venezia-40.pngEnergy Observer è la prima imbarcazione a idrogeno autonoma in energia, senza emissioni di gas a effetto serra né di polveri sottili. Questa barca del futuro a propulsione elettrica è alimentata da un mix di energie rinnovabili e di un sistema di produzione d’idrogeno non carbonato prodotto con l’acqua di mare. Una sfida tecnologica che ambisce a mettere alla prova in condizioni estreme delle tecnologie d’avanguardia, che anticipano le reti energetiche di domani, applicate in ambito terrestre.

 

Energy Observer ha in programma di svolgere una “Odyssée" della durata di sei anni (2017-2022), che visiterà 50 paesi, con 101 scali differenti al fine di sensibilizzare il pubblico sui temi della transizione ecologica e in particolare sul team delle energie rinnovabili, della biodiversità, della mobilità e dell’economia circolare grazie al villaggio informativo itinerante, i social media e una serie di documentari. Il giro del mondo è condotto da Victorien Erussard, fondatore e capitano e da Jérôme Delafosse, capo spedizione e produttore dei documentari. La spedizione Energy Observer gode dell’appoggio del Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron, che ha salutato l’iniziativa ricordando che tutti devono fare uno sforzo per la lotta contro i cambiamenti climatici.