VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CINEMA arrow Venezia75 | Focus sulla shooting star Brady Corbet, in Concorso con "Vox Lux"
Venezia75 | Focus sulla shooting star Brady Corbet, in Concorso con "Vox Lux"
di Sara Sagrati   

brady_corbet.pngBrady Corbet presenta in Concorso alla 75esima edizione della Mostra del Cinema Vox Lux, sua personale visione di eventi cruciali che ad oggi hanno plasmato la prima parte del 21esimo secolo: il film segue infatti da vicino l’ascesa di Celeste dalle ceneri di un’immensa tragedia nazionale a superstar pop; il film abbraccia un arco di tempo di diciotto anni, dal 1999 al 2017, delineando alcuni importanti momenti culturali attraverso lo sguardo della protagonista, interpretata da Natalie Portman.

 

 

Ciao, sono Brady Corbet. Forse vi ricorderete di me come insensibile torturatore di Naomi Watts nel Funny Games americano, oppure come figlio di Holly Hunter e fratello di Evan Rachel Wood in Thirteen – 13 anni, o come figlioccio di Jack Bauer nella quinta stagione di 24... Ci si perdoni la parafrasi del Troy McClure de I Simpson, ma il paragone ci sembra calzante. Attore bambino, poi shooting star, Brady Corbet sembra destinato a splendere nel firmamento degli attori belli e dannati. Ma il ragazzo ha un altro piano per il suo futuro: lavora con alcuni dei più talentuosi e importanti autori cinematografici contemporanei, osserva, studia e si costruisce una sua valigia degli attrezzi, pescando il meglio dell’America e dell’Europa. Il debutto al Sundance, dove nel 2009 vince un Honorable Mention per il corto Protect You + Me... Nel 2012 dirige il videoclip Man on Fire per Edward Sharpe and the Magnetic Zero diventando un case history. Arriva poi il 2015 con L’infanzia di un capo, presentato a Orizzonti e premiato per la miglior opera prima. Ora Brady Corbet non è più un attore dal volto che si ricorda a malapena, ma un regista affermato, acclamato dalla critica e in procinto di superare l’ostacolo più difficile nella carriera di un artista: il secondo film. Consacrazione o delusione? Lo scopriremo con Vox Lux, in Concorso, in cui Natalie Portman diventa inaspettatamente una pop star. Troy McClure scommette su Brady e spera si ricorderà di lui per il prossimo film... o video tutorial.

 

L’infanzia di un capo (2015)

Perturbante romanzo di formazione del Male del Novecento, dalla gelida messa in scena e con colonna sonora dissonante.

 

Man on Fire (2012)

Un videoclip seminale, che attraverso riprese documentaristiche di coreografie delle scuole di danza americane, racconta un Paese.

 

Simon Killer (2012)

Ruolo da protagonista, pluripremia- to in molti festival, come americano a Parigi nel thriller drammatico diretto da Antonio Campos.

 

Funny Games (2007)

Ha lavorato per Assayas, Von Trier, Araki, Bonello, Östlund ma il suo ruolo più noto è con Haneke nel suo remake americano.