VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM
ZOOM
GIORNO DELLA MEMORIA 2022 | Di tutti i genocidi
di Marisa Santin   
sabato 22 gennaio 2022

Il primo libro della collana CAMPO LIBERO, edito dalla Fondazione Gariwo insieme alla Libreria Editrice Cafoscarina di Venezia, raccoglie in un unico volume le voci di diverse personalità sull’importanza dello studio di tutti i genocidi. Domande sulla memoria è una riflessione corale che parte dall’esperienza estrema della Shoah per allargare il campo di attenzione a quanto è accaduto e sta tuttora accadendo ad altri popoli, interrogandosi sul significato odierno di Memoria e su come fino a oggi, in molti casi, sia mancata una lettura d’insieme dei genocidi. Il termine “genocidio” fu utilizzato per la prima volta nel 1944 dall’ebreo polacco Raphael Lemkin. Da giurista, Lemkin riteneva intollerabile l’assenza di una legislatura internazionale che potesse punire i governi per l’uccisione di milioni di persone. La sua riflessione partiva dallo sterminio del popolo armeno da parte del governo ottomano per arrivare a Hitler e alla Germania nazista, che di lì a poco avrebbe portato a compimento il suo disegno criminale contro gli ebrei.

libro_domande_memoria1.jpg
Leggi tutto...
 
GIORNO DELLA MEMORIA 2022 | Ricordati di ricordare
di Renato Jona   
sabato 22 gennaio 2022
sisifo-tiziano.jpgRicordo, qualche anno fa, di aver pensato che il “Giorno della Memoria”, istituito da una legge (l. 20.7.2000, n. 211), forse non avrebbe avuto bisogno di una legge. Chi avrebbe potuto dimenticare? Sei milioni di ebrei morti (e in quale modo uccisi!), dopo averli emarginati, perseguitati, deportati, umiliati, torturati, trattati e degradati come “esseri non umani”, addirittura come “stucke”, come pezzi da eliminare, soltanto numeri. E, analogamente, per quanto in forma talvolta un po’ meno sadica, i deportati politici, i militari non aderenti e collaboranti, gli oppositori al progetto di sterminio, i protettori dei perseguitati.
Eppure devo ricredermi: la polvere del tempo, lenta, ma inesorabile, gli interessi politici nuovi e vecchi, il cambio generazionale, la carenza di approfonditi, costanti, corretti insegnamenti scolastici hanno dimostrato non solo l’utilità, ma addirittura la necessità di una legge che, ogni anno, dia un appuntamento a noi stessi, ci distolga dal quotidiano, ci ricordi di ricordare, ci costringa a fare una salutare pausa di riflessione, ci conduca a rinnovare la sensibilizzazione, ci imponga considerazioni serie, ogni anno differenti, perché adatte al momento della vita che stiamo vivendo.
Leggi tutto...
 
La signorina Crovato è diventata grande. In libreria il nuovo romanzo biografico di Luciana Boccardi
di Redazioneweb   
giovedì 02 dicembre 2021

dentro-la-vita.jpgLuciana Boccardi dopo l’esordio fortunato con il primo capitolo della saga familiare con La signorina Crovato, torna in libreria con Dentro la vita, il secondo volume della sua personalissima storia di famiglia interamente ambientata a Venezia. Il racconto degli anni della maturità della Signorina Crovato riporta lo stesso piglio e la stessa immediatezza della precedente storia riferita agli anni dell’infanzia.

Leggi tutto...
 
Chi ha paura del Lupo cattivo?
di Nico Zaramella   
domenica 19 dicembre 2021

parole e fotografie di Nico Zaramella

 

Se è vero che la vita di un fotografo naturalista “wild” è molto difficile credo sia altrettanto vero che quella del narratore o giornalista non lo siano da meno. Entrambe sono coinvolte, nella necessità di comunicare, dal farlo in modo autentico, di provare a rispondere alle usuali cinque fatidiche domande: chi, cosa, dove, quando, perché (le famose 5 W degli anglosassoni: Who, What, Where, When, Why). C’è chi lo fa con le parole, chi con le immagini e chi, come il sottoscritto, non lesina né le une né le altre e si prende magari il lusso di esprimere opinioni. Ma oggi è difficile scrivere, parlare, scattare immagini e poi lo è ancor più se il tutto deve assumere le sembianze di un Christmas Carol, di un canto natalizio, gioioso, spensierato.

ph-zaramella-nico.jpg

Probabilmente immagini gioiose quanto poco probabili o rutilanti di luci, doni, slitte e lucine producono sostanzialmente un solo effetto: anestetizzare ogni forma di consapevolezza. Ma questo sarebbe il momento della consapevolezza e non solo dei buoni pensieri. Ma allora perché mai questo canto di Natale non potrebbe semplicemente essere consapevolezza del reale e di tutto quanto si potrebbe, o meglio, si deve fare per essere migliori, perché Natale sia Natale e non solo un momento di “insana” o “ansiosa” spensieratezza? Perché non proviamo a smetterla di raccontare fandonie ai bambini o minare seriamente il loro incerto futuro con storielle che ne condizioneranno la capacità di socializzare e la consapevolezza di avere un ruolo e una responsabilità in questo mondo? Già, perché poi, crescendo, graverà su di loro la responsabilità di un serio “imprinting” sul futuro, con tutto ciò che ne consegue, nel bene o nel male, in termini prospettici plurisecolari. È proprio impossibile uscire dal mondo delle favole ed entrare in quello della morale, che spesso è poi nient’altro che l’epilogo canonico delle stesse? È veramente una saggia idea crescere i nostri figli, consapevoli come tutti dovremmo essere della potenziale imminente catastrofe che incombe sul nostro malandato pianeta, nel convincimento che viviamo nel paese dei balocchi trasmettendo, quindi, un messaggio altamente diseducativo? Non so se dobbiamo crescere dei piccoli “spartani”, ma credo che presto capiremo che forse questo è ciò che sarà necessario fare, per loro e pure per noi. 

Leggi tutto...
 
Visioni potenziate. Incontro con Jacopo Veneziani
di Fabio Marzari   
venerdì 17 dicembre 2021

Nel panorama desolante della televisione generalista ci sono remote isole popolate di rarissimi panda albini, che sanno affrontare i temi dell’attualità e dell’approfondimento culturale in maniera piacevole e non banale, attraverso interventi misurati, senza urla e strepiti dall’accento forzatamente trash. Da qualche anno Jacopo Veneziani, un giovane storico dell’arte piacentino, nato nel 1994, formatosi alla Sorbona di Parigi, è ospite fisso della trasmissione di Rai Tre del sabato sera Le parole della settimana di Massimo Gramellini, in cui racconta di capolavori più o meno famosi, in maniera brillante e originale, discettando di essi con dotta e coinvolgente semplicità, senza tralasciare mai l’ambito storico e culturale in cui poter contestualizzare l’opera, privo di ogni saccenza e con la forza della padronanza anche del mezzo televisivo. Jacopo Veneziani si racconta nella lunga intervista che segue, frutto di un incontro a casa di un comune amico. Le sue parole ci restituiscono un ragazzo perfettamente a suo agio con il presente, capace di mettere insieme grandi passioni e tanta solida concretezza, tipica della sua terra natale, senza nascondere qualche influsso pop.

jacopoveneziani.jpg
Leggi tutto...
 
Caccia al Ladro. Venezia protagonista del nuovo libro di Chiara Padovan
di Fabio Marzari   
giovedì 16 dicembre 2021

L’Hotel Carlton On The Grand Canal di Venezia dedica il sabato pre-natalizio, il 18 dicembre alle 17.30, a un evento tutto al femminile dove protagonista è la scrittrice/giornalista Chiara Padovan e la sua Silvia De Santis, per tutti Sissi.

Image
Il genere a cui l’autrice si ispira eĚ€ Bridget Jones o I Love Shopping: una scrittura leggera, sciolta, carica d’ironia e molto, molto femminile, lettura perfetta per le vacanze di natale. Dopo Primo bacio a Venezia, la scrittrice torna nella città lagunare - vive a Bassano del Grappa (VI), ama incondizionatamente Venezia fin da bambina anche se non ha mai vissuto in città – con una commedia romantica e divertente, perfetta per la trama di un film, il cui titolo fa riferimento, Caccia al ladro a Venezia, pubblicato da Libromania (DeA Planeta Libri).

 

Leggi tutto...
 
Roma e Venezia: dialogo italiano. Le cittĂ  d'arte raccontate da Gian Antonio Stella e Paolo Fallai
di Redazioneweb   
giovedì 02 dicembre 2021
battaglie_perse.jpgfallaifontanepiatto-2.jpgSabato 4 dicembre all’Event Pavilion del Fondaco dei Tedeschi due nomi di spicco del giornalismo italiano dialogano sul tema: Roma e Venezia: narrare e salvaguardare le città d’arte fra unicità e contraddizioni, ricchezza e ambiente. Le due firme del «Corriere della Sera» sono Gian Antonio Stella, editorialista del quotidiano di via Solferino e autore del libro Battaglie perse e Paolo Fallai, giornalista e autore del libro A Roma di notte le fontane si muovono.
Leggi tutto...
 
Mare, aperto. Maurizio Crema torna in libreria con "Naviganti di frodo"
di Davide Carbone   
giovedì 09 dicembre 2021
naviganti-di-frodo-crema.jpgLe similitudini tra “viaggio” e “vita” costituiscono fin dall’alba dei tempi un filone fertile per lo sviluppo della narrativa, ad ogni latitudine e in ogni ambito letterario. Se poi si tratta di un viaggio in barca, ecco che allora le affinità possono addirittura aumentare di numero e di significato, sia che lo si affronti in solitaria sia, ancor di più, che lo si viva con dei compagni di navigazione. È fondamentale in questo secondo caso trovare ciascuno il proprio ruolo, come nella vita appunto, per fare in modo che la convivenza sia possibile, fruttuosa, sostenibile. Naviganti di frodo di Maurizio Crema, giornalista di professione e scrittore per passione, in questo filone narrativo si inserisce a pieno titolo, in quanto storia di una profonda amicizia e della ricerca di sé attraverso la fuga e l’avventura, con ampio spazio a riflessioni su temi tragicamente attuali e sull’analisi di una società in cui consumismo e torpore delle coscienze regnano (apparentemente) incontrastati.
Leggi tutto...
 
WINTER ISSUE | Venezia News 258-259 Dicembre 2021 Gennaio 2022
di Redazioneweb   
mercoledì 15 dicembre 2021

venews_258-259_dic2021-gen2022_cover.jpg:xmasdiary  Calendario dell’Avvento | Concerti di Natale e Capodanno | Il Lago dei Cigni | Lo Schiaccianoci | La Piccola Bottega degli Orrori | Sulle tracce dei magi a Venezia | Capodanno more veneto  :incontri  Cecilia Bartoli | Iginio Massari | Daniela Mapelli | Jacopo Veneziani | Ottavia Piccolo  :musica  Carmen Consoli | Red Canzian | Marracash | Massimo Ranieri  :classical  Myung-Whun Chung | La Traviata Special Edition | Diverse voci fanno dolci note  :theatro   Emma Dante | Pupo di Zucchero | Misericordia | Io Sarah, Io Tosca | Due gemelli veneziani  :cinema  West Side Story | Diabolik | House of Gucci | Spencer | Donaggio-De Palma  :etcc...  Giorno della Memoria | Luciana Boccardi, Dentro la vita | Mario Rigoni Stern  :menu  Ca’ di Dio | Venice Cocktail Week | Pioggia di stelle a Venezia | Pasta & Fagioli

 

Con una giusta dose di ottimismo abbiamo pensato di dedicare la parte centrale del nuovo numero di Venezia News, Winter Issue #258-259 a un coloratissimo Christmas Diary per raccontare la vivacità intensa di Venezia durante il periodo natalizio. Teatri, chiese, musei, gallerie, palazzi, cinema, librerie, hotel, campi, locali sono pronti ad accogliere il pubblico e a coccolarlo con un programma culturale di altissima qualità, degno di questa piccola grande capitale del mondo. 

Un carnet di appuntamenti da mettere in agenda, ma anche una serie di consigli e suggestioni per non smettere mai di guardare con occhi curiosi e attenti Venezia.

Tante storie: di Magi, di usi antichi o meglio di "more veneto", di favole da riscrivere. 

Dulcis in fundo un felicissimo incontro con l’imperatore dei pasticcieri, Iginio Massari, disponibile e asciutto, sincero e diretto, umile e geniale. 

Panettone o Pandoro? Buona lettura

 
Due anni, due minuti. Da Venezia, EMERGENCY parla al mondo
di RedazioneWeb3   
giovedì 25 novembre 2021

La mostra dueminuti. Atlante Storico di EMERGENCY, la cui inaugurazione fissata per il 27 febbraio 2020 era saltata a causa della pandemia, si è finalmente aperta il 24 novembre, nella sede di EMERGENCY alla Giudecca. Fulcro dell’esposizione l’atlante storico di EMERGENCY in forma di libro, sito web e giochi concepiti e materialmente costruiti dagli studenti con materiali riciclati, realizzato nel Laboratorio di design della comunicazione del Corso di laurea magistrale in Design dell’Università Iuav di Venezia e risultato di un percorso didattico sviluppato nel Laboratorio di design della comunicazione del Corso di laurea magistrale in Design Iuav tenuto da Luciano Perondi, Simona Morini e Paola Fortuna con Lorenzo Toso e il contributo di Paolo Giardullo.

_h2a0008_umbertoferro.jpg

Due minuti era il tempo che indicava un risultato preciso: in media ogni 2 minuti veniva curata una persona da EMERGENCY. Ma ci sono voluti quasi due anni per poter aprire la mostra. Nel frattempo, sono cambiate diverse cose anche per EMERGENCY: si è aperto il Centro Chirurgico di Entebbe, in Uganda, in Italia sono state avviate nuove attività, riferite soprattutto all’emergenza pandemica e alla crescita delle povertà e del disagio. Ora EMERGENCY non cura più una persona ogni due minuti, bensì una ogni minuto.

Leggi tutto...
 
Il salvataggio della Vergine "Capitana da Mar"
di Camillo Tonini   
martedì 16 novembre 2021
«Ieri alle ore 3 e mezza circa del pomeriggio, scoppiava violenta bufera con dense tenebre, pioggia dirotta e vento così impetuoso, che svelse oltre la metà del tetto di piombo, che copre il fabbricato delle Procuratie Nuovissime, situato di fronte alla facciata della Basilica di San Marco. Le lamine di piombo sollevate dal vento, fracassavano, cadendo i sottoposti fanali e guastarono i tubi del gas, di tal maniera che, per alquante notti, la Piazza non potrà essere completamente illuminata. Il turbine durava poco più di mezz’ora, cagionava lievi danni in altri luoghi della città ed a’ bastimenti ormeggiati nel canale, però non si ha a deplorare nessuna vittima». Questa la notizia riportata il 16 luglio del 1859 dalla Gazzetta Uffiziale di Venezia. Lo stesso forte uragano si abbatteva anche sulla Chiesa della Salute, danneggiando una vasta porzione della copertura in piombo della cupola centrale e la statua lignea della Vergine Maria, posta sopra il cupolino superiore, così da temere per la sua precaria stabilità.
naya1.jpg
Leggi tutto...
 
LibertĂ  di culto. 21 novembre, Festa della Madonna della Salute
di Fabio Marzari   
martedì 16 novembre 2021

La Madonna della Salute rappresenta per Venezia un momento imprescindibile del calendario cittadino. Anche nel 2020, annus horribilis, in pochi hanno voluto rinunciare alla visita devozionale nella Basilica del Longhena, e seppure con distanziamento e riti semplificati, soprattutto per la consegna e l’accensione delle candele, la ricorrenza è stata comunque festeggiata.

ponte-votivo-madonna-salute.1.jpg

 

Leggi tutto...
 
Save the date. L'11 novembre a Venezia arriva San Martino
di Fabio Marzari   
giovedì 04 novembre 2021

San Martino: un santo imprescindibile per una torva di bambini ed ex bambini che aspettano trepidanti l'11 novembre per poter azzannare il meraviglioso biscottone di pasta frolla riccamente decorato di cioccolatini e confetti, simbolo di una tradizione ancora sentita che parte da Venezia per poi espandersi a raggiera nella terraferma.

Image

 

Il fascino senza tempo di una storia di carità, in cui il soldato romano a cavallo dona il suo mantello al viandante sfinito dagli stenti di una vita cenciosa, riveste sempre importanza, specie in un periodo complesso come il presente, stretti in un mondo a doppia velocità, in cui la forbice sociale è sempre più evidente.

Leggi tutto...
 
La première Ville. Volare in modo sostenibile è possibile
di Fabio Marzari   
giovedì 04 novembre 2021

Ci sono notizie all'apparenza distanti dal nostro abituale ambito di osservazione e comunicazione, tuttavia a guardar bene si scopre come anche argomenti non usuali possono evidenziare l'importanza di Venezia e del suo territorio per come vengono percepiti all'esterno, inducendo ad una riflessione positiva circa i primati anche in epoca contemporanea della Serenissima. Venendo al tema in oggetto esso riguarda un nuovo modello di aeroplano costruito dal consorzio Airbus: l'A220-300.

Image
È comprensibile pensare che ogni novità sia in grado di suscitare l'entusiasmo per una ritrovata vitalità nel settore del trasporto aereo, soprattutto andando a ritroso con la memoria a quei giorni drammatici in cui, stando agli stessi racconti degli addetti aeroportuali del nostro “Marco Polo”, il tabellone delle partenze e degli arrivi registrava al massimo 3 voli giornalieri e un'atmosfera spettrale pervadeva le sale deserte dell'aerostazione, abituate ad accogliere quotidianamente ben altri flussi di viaggiatori.

 

Leggi tutto...
 
INTERVISTA | Dove siamo rimasti? Flavio Gregori presenta il 14. Festival Incroci di CiviltĂ 
di Mariachiara Marzari   
martedì 02 novembre 2021

flavio_gregori.jpgIl sipario su Incroci di civiltà, edizione numero 14 “in presenza”, si aprirà il 3 novembre alla Scuola Grande di San Rocco con la consegna del Premio Bortolotto Possati – Ca’ Foscari a Nicole Krauss, la scrittrice newyorkese che quest’anno sarà ospite d’onore dell’edizione che segna il cambio di guardia alla direzione del festival: da Pia Masiero prende ora il testimone Flavio Gregori, professore di Letteratura inglese.

La chiusura, all’Auditorium Santa Margherita, sarà altrettanto attesa e “spettacolare” con protagonista Vinicio Capossela, da sempre esploratore di miti che incrociano popoli e nazioni. Ideato e organizzato dall’Università Ca’ Foscari Venezia, in collaborazione con Fondazione di Venezia, Comune di Venezia e con la partnership di Francesca Bortolotto Possati, Marsilio, Fondazione Musei Civici ed Eni, il Festival Internazionale di Letteratura presenta un programma fittissimo di incontri, dibattiti, riflessioni, in cui vedremo alternarsi autori più conosciuti e scrittori  emergenti, per un totale di ventisei scrittori originari di quattordici Paesi (Gran Bretagna, Germania, Italia, India, Olanda, Francia, Stati Uniti, Serbia, Turchia, Cina, Afghanistan, Repubblica del  Congo, Argentina, Haiti).  Protagonista indiscussa la letteratura in tutte le lingue del mondo: La letteratura ci salverà dall’e- stinzione, titolo di uno dei libri che saranno presentati quest’anno, potrebbe essere, a ragione, il  motto di questa edizione della ripresa, che vedrà come sempre partecipe tutta la città di Vene- zia. Oltre all’Auditorium Santa Margherita di Ca’ Foscari, Scuola Grande di San Rocco, Fondazione  Querini Stampalia, Teatrino di Palazzo Grassi, Fondaco dei Tedeschi, Auditorium Lo Squero/Fondazione Cini, il Carcere femminile della Giudecca.

Leggi tutto...
 
COVER STORY | Colpo di scena!
di Redazioneweb   
lunedì 18 ottobre 2021

venews_256-257_ott-nov2021_cover.jpgUna cover dedicata al teatro e al nostro attesissimo ritorno in platea!

Ci aspettano stagioni colme di novità. Al Goldoni con la direzione artistica di Giorgio Ferrara arrivano alcuni mostri sacri della scena internazionale: Robert Wilson e Lucinda Childs e il loro I Was Sitting on My Patio..., la pièce andata in scena per la prima volta nel 1977 con i due nel ruolo dei protagonisti, che ora viene ricreata per due nuovi interpreti: l’attore e cantante tedesco Christopher Nell (ritratto nella foto), figura dei palcoscenici berlinesi, e l’australiana Julie Shanahan, storica ballerina della compagnia di Pina Bausch. Un monologo privo di ogni apparente dramma o tragedia, costituito da un flusso casuale di associazioni di idee che si riversa sui confini di un nudo set in bianco e nero.
Non accade nulla e poi accade tutto di nuovo... e, un po’ come in una giostra, continuerà a succedere!

 

 

Forty-three years after the first performance of I Was Sitting on My Patio This Guy Appeared Thought I Was Hallucinating, Robert Wilson and Lucinda Childs hand over their role to two new performers in this doubled-up solo, Christopher Nell and Julie Shanahan.
It is a monologue, void of any apparent drama or tragedy of its own, consisting of a random flow of association of ideas that spills out onto the confines of a bare blackand white set.
Everything happens and then happens again... And, rather like a merry-go-round, will go on happening.

 
Per molti… per tutti. Venice Design Week, edizione 12
di Redazioneweb   
giovedì 07 ottobre 2021

Dopo una stagione estiva animata da un’attesissima Biennale Architettura, dalle sfilate delle grandi firme dell’alta moda, dalle celebrità sbarcate al Lido per la Mostra del Cinema, dal 9 al 17 ottobre, torna in città la Venice Design Week, che presenta la 12. edizione dedicata al Design X tutti. 
Come ogni anno la manifestazione coinvolge designer e aziende invitati a presentare progetti innovativi attenti all’economia circolare e all’inclusività, ma quest’anno il tema scelto vuol stimolare una nuova riflessione sul design inclusivo, adatto ad ogni età e a persone con diverse abilitaĚ€. Verranno svelati i segreti di un artigianato secolare che rivive nel design contemporaneo ma anche le più recenti applicazioni delle nuove tecnologie ai cinque sensi: vedere, toccare, sentire, gustare, odorare. Installazioni site-specific, mostre in gallerie private, hotel e musei, workshop, percorsi in realtà aumentata, convegni in presenza e online accompagneranno i visitatori alla scoperta del design.

margherita-ferrara.jpg
Leggi tutto...
 
In dialogo. Ricco programma per la XXII Giornata Europea della Cultura Ebraica
di RedazioneWeb3   
giovedì 07 ottobre 2021

La XXII Giornata Europea della Cultura Ebraica si svolge il 10 ottobre e vi aderiscono 108 località italiane, distribuite in sedici regioni, da Nord a Sud e Isole. Quest’anno, quale fil rouge a unire idealmente tutti gli eventi, è stato scelto il tema Dialoghi: un modo per sottolineare l’importanza dell’incontro e del confronto interculturale, che sarà declinato nelle tante iniziative con diverse modalità, tra visite guidate e incontri d’autore, concerti e spettacoli teatrali, mostre d’arte e degustazioni kasher, contributi video, momenti di approfondimento e attività per famiglie.

giardino-scola-spagnola.jpg

 

Leggi tutto...
 
Partner in Crime. Waterlines presenta tre incontri con il romanziere americano Christopher Bollen
di RedazioneWeb3   
mercoledì 06 ottobre 2021

L'incontro con Christopher Bollen, lo scrittore americano, autore di romanzi criminali, ha aperto ufficialmente mercoledì 6 ottobre la nuova edizione di Waterlines - Residenze letterarie e artistiche a Venezia. Il progetto è curato dal Collegio Internazionale dell’Università Ca’ Foscari Venezia, della Fondazione di Venezia e di San Servolo Srl. Coniugando la scrittura con le altre discipline artistiche Waterlines vuole ribadire, attraverso un’esperienza artistica di residenzialità e nell’interazione dell’ospite con artisti e scrittori locali, il ruolo di Venezia come luogo di produzione culturale. Il progetto prevede inoltre occasioni di incontro aperto a studenti, scrittori, lettori: in questa edizione di Waterlines Christopher Bollen offre la sua personalissima indagine sul tema della letteratura criminale.

Image
Leggi tutto...
 
10 volte Art Night. Torna live la notte bianca dell'arte veneziana
di Redazioneweb   
martedì 28 settembre 2021

L'attesa è finita! Torna, finalmente in presenza ma con un occhio alla sicurezza di tutti, l’edizione numero 10 di Art Night Venezia, sabato 2 ottobre dalle ore 16.30 fino alle 24, la manifestazione ideata e coordinata dall’Università Ca’ Foscari Venezia, con la direzione scientifica di Silvia Burini e il coordinamento di Angela Bianco, da tempo entrata nel calendario ufficiale delle Notti dell’arte europee e che quest’anno si tiene proprio lo stesso giorno della famosa Nuit Blanche di Parigi, con cui sarà collegata in diretta proprio all'apertura dell'evento. Sarà una esperienza inclusiva e immersiva, il brivido blu di Art Night percorrerà tutte le istituzioni culturali della città offrendo visite, spettacoli, eventi, concerti.

 


Anche noi di Venews siamo parte di Art Night con uno strumento fondamentale per scoprire tutti (ma proprio tutti) gli eventi della notte dell'arte veneziana: scopri la nuova mappa online su ARTNIGHT.VENEZIANEWS

 

 

artnight_webmap.png

 

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 70 di 680