VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM
ZOOM
Venezia News riparte nel segno del cambiamento!
di Redazioneweb   
giovedì 06 maggio 2021

In occasione del vernissage di Biennale Architettura saremo in edicola con un magazine radicalmente rinnovato in termini di immagine grafica, di formato, di carta, con dei contenuti editoriali sempre più aggiornati e approfonditi. Un restyling che segna una pagina nuova nella nostra già venticinquennale storia (siamo nati nel maggio del 1996), un nuovo percorso connotato da una forte interazione tra carta e new media, con una rifondazione in pieno corso del nostro website e con un lavoro mirato sui canali social. Naturalmente usciremo con in allegato la nostra iconica Guida The BAG_BiennaleArchitetturaGuide, in cui troverete tutto ma proprio tutto quello che ci sarà da vedere in questa storica Biennale Architettura della rinascita.

thebag_coverartearch.jpg

Una Guida in cui racconteremo attraverso autorevoli voci del mondo dell’architettura italiana ed internazionale la mostra della Biennale, come sempre il momento in cui l’architettura ridefinisce il suo senso presente e futuro. Ma non è finita. Per aggiornarvi continuativamente sui contenuti vivi di questa Biennale, sia per quanto riguarda i protagonisti della mostra principale che per quelli dei Padiglioni Nazionali e degli Eventi Collaterali distribuiti in tutta la città, costruiremo e vi invieremo una nuova, dinamica Newsletter quindicinale interamente dedicata a questa storica edizione della Biennale 2021.
Abbiamo accettato la sfida del futuro imposta dai tempi difficilissimi della pandemia. Noi crediamo, mai come ora, nella forza dell’informazione e comunicare il bello rappresenta il nostro contributo per ripartire davvero con la consapevolezza che la nostra Venezia è sempre più di tutti. Solo con la qualità e l’attenzione nel raccontare i fatti legati al composito universo della cultura potremo tutti fieramente scrivere una pagina nuova per la città e a favore di tutti coloro i quali nel mondo hanno a cuore il destino della stessa.

Leggi tutto...
 
La borsa e la vita. Carla Plessi, il design partecipativo e solidale
di Fabio Marzari   
giovedì 06 maggio 2021

La funzione sociale di una borsa – detto così potrebbe sembrare un nonsenso – invece è la sintesi del progetto #BACKtoLIFE, ideato in questi mesi di pandemia da McArthurGlen Noventa di Piave Designer Outlet con Carla Plessi e un gruppo di volontarie a favore di Casa Famiglia San Pio X di Venezia.

Cento borse in vendita dal 6 maggio fino ad esaurimento in un temporary-store appositamente predisposto all'interno del Designer Outlet, ed è facile prevedere che questa capsule collection sarà sold-out in pochissimi giorni. Le borse sono state prodotte dalle ospiti e dalle volontarie della Casa Famiglia – istituto che fin dagli inizi del Novecento accoglie mamme e bambini in difficoltà sociali ed economiche – con l’intento di perseguire uno degli obiettivi dei fondatori: offrire nuove opportunità professionali alle ospiti della residenza protetta.

carlaplessi-bag-backtolife.jpg
Leggi tutto...
 
FOCUS EVENTI | La nostra selezione dal 7 al 14 maggio 2021
di Redazioneweb   
giovedì 06 maggio 2021

Tra gli eventi della settimana selezionati dalla nostra Redazione: la Festa dell'Europa a Venezia, il ciclo di conversazioni online che anticipano la mostra su Bruce Nauman a Punta della Dogana, l'ultimo epidosodio di Fondaco delle Storie, il concerto diretto dal maestro Henrik Nánási al Teatro La Fenice, il convegno online dedicato al luogo scelto dal Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino 2020–2021, le visite guidate agli esterni di Palazzo Grimani, il dj-set di Denis Rubini per M9 Forest Sounds, un laboratorio per famiglie a Palazzetto Bru Zane che riapre ufficialmente le sue porte al pubblico con il concerto Souvenir d'Italie per il ciclo Tanti Baci da Roma, un ciclo di conversazioni online sulla fauna del Veneto presentato da Università Ca' Foscari, due appuntamenti online con Fondazione Levi, due nuovi incontri del ciclo Afropean Bridges, il Festival internazionale di cortometraggi Corti a ponte, il secondo quadro del Trittico Dantesco al Teatro Maddalene di Padova, i Lux Days del Premio Lux...

 

Leggi tutto...
 
La Venezia di Napoleone
di Redazioneweb   
giovedì 29 aprile 2021

In occasione dell'anniversario della morte di Napoleone, soprattutto in Francia, ma un po’ anche in tutto il mondo e naturalmente pure qui in Italia, si discute sull’opportunità o meno di celebrarlo appieno come un eroe della storia europea. Sono passati due secoli da quel 5 maggio – 1821/2021 – e i giudizi sull’esperienza storica, politica, militare e culturale di Napoleone sono straordinariamente divisivi. «Fu vera gloria»? Alessandro Manzoni scrisse che sarebbero stati i posteri a emettere «l’ardua sentenza», tuttavia il giudizio finale rimane ancora a tutt’oggi in precario bilico tra sostenitori e detrattori. Rimane l’inesausta urgenza di dover indagare approfonditamente le tracce del passato in tutte le loro articolazioni, così che possano sempre più compiutamente farsi patrimonio comune. Ecco allora che, nel nostro viaggio attraverso i 1600 anni di Venezia, non potevamo non ritornare al fatidico 1797, quando fu proprio Napoleone a sancire la fine dell'indipendenza della Repubblica Serenissima, sciogliendo delle istituzioni millenarie che di fatto erano già da lungo tempo agonizzanti e dal destino tristemente segnato.

villa-pisani.jpg
Leggi tutto...
 
Ti scrivo un racconto. Selezionata la cinquina del Campiello Giovani 2021
di Redazioneweb   
giovedì 29 aprile 2021
Il comitato tecnico del Premio Campiello Giovani, giunto alla 26esima edizione, composto da Giuliano Pisani, Giulia Belloni, Michela Possamai e Daniela Tonolini, ha selezionato i cinque finalisti, dai quali uscirà il vincitore che verrà proclamato il 4 settembre. Gli autori dei racconti sono di età compresa tra i 15 e i 22 anni e di diverse provenienze geografiche, a dimostrazione che, fortunatamente, la passione per la scrittura, seppure minoritaria, trova sempre nuovi adepti, a Nord come a Sud, e ciò alimenta la speranza che non per tutti l’esercizio della scrittura debba miseramente esaurirsi in un tweet o in un post.
Salvatore Lamberti, 19 anni di Scisciano (NA), con Roman; Shannon Magri, 22 anni di Castel Gabbiano (CR), con Kiyoshi nella tempesta; Martina Sangalli, 21 anni di Carugo (CO), con Blu colomba; Alice Scalas Bianco, 18 anni di Vigevano (PV), con Ritratto di Parigi; Camilla Tibaldo, 21 anni di Trecenta (RO), con La somiglianza.
campiello-giovani.jpg
Leggi tutto...
 
FOCUS EVENTI | La nostra selezione dal 29 aprile al 6 maggio 2021
di Redazioneweb   
mercoledì 31 marzo 2021

Tra gli eventi della settimana selezionati dalla nostra Redazione: la riapertura al pubblico del Multisala Rossini di Venezia con il premiatissimo Nomadland, una rassegna omaggio al regista sudcoreano Kim Ki-duk per #iorestoinsala, il ciclo di conversazioni online che anticipano la mostra su Bruce Nauman a Punta della Dogana, il quarto epidosodio del Fondaco delle Storie, le performance sonore e i dj-set di M9 Forest Sounds, le web serie teatrali A ritmo di Dante del Teatro Stabile del Veneto e Illustrissimo Goldoni di Arteven, una conferenza di Fondazione Levi dedicata alla figura di Mozart nel cinema, due nuovi incontri del ciclo Afropean Bridges, la lecture di Deborah Latouche per Fabrica Creative Lab, i laboratori per bambini di Foresta M9, l'ultimo appuntamento del ciclo di tour virtuali QueriniLive, il virtual tour della mostra del Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino di Fondazione Benetton...

 

Leggi tutto...
 
25 Aprile. Anniversario e Festa fondamentale della città
di Fabio Marzari   
giovedì 22 aprile 2021

Venezia e il 25 aprile, due feste in una: l'anniversario della liberazione del Paese dal nazi-fascismo e il Santo patrono. Non si sa se per smania di originalità o per quale altro recondito motivo, il 25 aprile a Venezia è urbi, ma non orbi, la “festa del bocolo”, evitando troppe commistioni politiche o religiose. Il bocciolo di rosa rossa donato in primis all'amata, poi estesosi come omaggio all'universo muliebre, è il simbolo stesso di questo giorno per i veneziani, anche del circondario, e la solita leggenda di una triste storia d'amore viene perpetuata nei secoli con questo gradito omaggio che almeno per un giorno rende tutti più cortesi.

8.jpg
Leggi tutto...
 
Isolati nell'isola. La storia della quarantena, appena finita la quarantena
di Redazioneweb   
giovedì 22 aprile 2021

Nella ricerca delle tracce di questi 1600 anni di storia è incredibile poter constatare come molte di queste evidenze presenti in città e nelle isole siano dei pilastri della nostra contemporaneità.  
Questa terza puntata indaga proprio come i fondamenti della storia della Serenissima siano oggi per noi elementi del nostro quotidiano.


In quest’ultimo anno, per esempio, abbiamo imparato che “quarantena” è un termine proprio coniato dai veneziani, che prende origine dall’isolamento di 40 giorni di navi, merci e equipaggi in arrivo dall’Oriente prima di entrare in città. Fu messa in atto come misura di prevenzione contro la malattia che imperversava in quel periodo, la peste nera che tra il 1347 e il 1359 sterminò circa il 30% della popolazione dell’Europa e dell’Asia. Sono stati i veneziani i più veloci a reagire e a istituire ancora nel primo anno di epidemia (1347) una magistratura con compiti sanitari, nominando tre tutori della salute pubblica, divenuti poi provveditori alla Sanità, e a ricoverare dal 1423 i passeggeri provenienti da luoghi infetti nell’isola di Santa Maria di Nazareth, detta "Nazarethum", nome presto modificato in Lazzaretto. Per distinguerlo dall’altro Lazzaretto detto “Novo”, edificato a partire dal 1468 su un’altra isola nei pressi del porto del Lido e che aveva compiti solo di quarantena e non ospedalieri, l’isola assumerà il definitivo nome di Lazzaretto Vecchio.

lazzarettiveneziani_alto-1.jpg
Leggi tutto...
 
Abbattere muri, costruire ponti. Quattordici dialoghi virtuali per Afropean Bridges
di Loris Casadei   
giovedì 22 aprile 2021

Prosegue fino alla fine di maggio con un paio di appuntamenti settimanali l’intrigante progetto dall’azzeccatissimo titolo Afropean Bridges, workshop internazionale organizzato dall’International Center for the Humanities and Social Change dell’Università Ca’ Foscari di Venezia incentrato sull’identità degli europei di origine africana e sulle molteplici relazioni tra Africa e Unione Europea. Il workshop, giunto nel 2021 alla sua terza edizione, mira letteralmente a “colmare il divario” (bridge the gap) tra la realtà e gli stereotipi fuorvianti sugli afro-europei, ponendo l’accento in particolare sui temi della migrazione, dello sviluppo e dei diritti umani. I dialoghi virtuali, quattordici in totale, fino al 27 maggio, sono pubblicati ogni lunedì e giovedì alle ore 18 sul sito e sul canale YouTube di HSC-Venice, dove rimangono a disposizione del pubblico.
Il progetto ha come scopo quello di dare adeguato riconoscimento ad artisti, scrittori, musicisti di origine africana, ma al contempo di creare una preziosa occasione di dibattito sul riemergere di fratture sociali a più livelli che caratterizzano il nostro tempo.

cropped-ab21headbn.jpg
Leggi tutto...
 
FOCUS EVENTI | La nostra selezione dal 23 al 29 aprile 2021
di Redazioneweb   
martedì 20 aprile 2021

Tra gli eventi della settimana selezionati dalla nostra Redazione: i nuovi open lab online firmati #PalazzoGrassiatYours, la presentazione del libro La tournée del secolo. Toscanini e la straordinaria nascita dell’Orchestra della Scala e il primo concerto lirico in presenza del 2021 al Teatro La Fenice, le performance sonore e i dj-set di M9 Forest Sounds, l'ultima lezione del corso yoga online ospitato nella Foresta M9, il concerto dei Solisti e Maestri collaboratori dell’Accademia Teatro alla Scala presentato dal Palazzetto Bru Zane, l'apertura delle mostre L’Arca di vetro. La collezione di animali di Pierre Rosenberg alle Stanze del Vetro e Le annunciazioni di San Rocco e il Tintoretto del Doge Grimani alla Scuola Grande di San Rocco, i nuovi incontri del ciclo Afropean Bridges dell'Università Ca' Foscari, il tour virtuale targato QueriniLive

 

Leggi tutto...
 
Unione circolare. Le culture come linguaggio comune dell’Europa
di Redazioneweb   
giovedì 15 aprile 2021

Non abbiamo mai smesso, malgrado errori e omissioni, di credere nella forza e nella indispensabilità dell'Europa e siamo convintissimi che la nuova vita post-pandemia che ci aspetta, si spera a breve, avrà sempre più l'Europa come protagonista delle nostre vite di cittadini di un'Unione meno politica e più aderente alle diverse realtà che la compongono e la definiscono, in un processo dialettico che unisce culture differenti per rappresentare la vera forza dell'ideale europeo. Da un punto di vista culturale un impulso importante deriva in questo senso dall'azione della Presidente della Commissione Ursula von der Leyen, la quale ha lanciato il progetto del Nuovo Bauhaus Europeo: «Voglio che NextGenerationEU faccia partire un'ondata di ristrutturazioni in tutta Europa e renda l'Unione capofila dell'economia circolare. Ma non è solo un progetto ambientale o economico: dev'essere un nuovo progetto culturale europeo».

novi-bauhaus-naslovna-782x4401.jpg
Leggi tutto...
 
L’Architettura è presente. La Biennale riparte in maggio, ma non è stato un anno perso
di Marisa Santin   
giovedì 15 aprile 2021

Sarà una Biennale Architettura ‘espansa’, che raccoglierà le sedimentazioni di quest’anno interrotto per aprirsi ancora di più verso una condivisione delle esperienze ripensata e rivista. Siamo una specie adattabile e siamo pronti ad accogliere una rinascita tanto attesa in cui si mescoleranno forme ibride di fruizione dell’arte. Nel frattempo abbiamo imparato ad incontrarci e a comunicare da lontano, a parlarci attraverso gli schermi, a pregustare il momento in cui a tutto questo si affiancherà di nuovo, finalmente, l’incontro e la vicinanza. L’arte è viva e tornerà dal vivo, e per questo dobbiamo ancora una volta riconoscere la forza trainante de La Biennale di Venezia che con coraggio, ma anche con grandissimo senso di responsabilità nell’applicazione delle norme anti Covid, non ha mai smesso di credere nella insostituibilità della presenza dal vivo, l’anno scorso con un’edizione della Mostra del Cinema che è stata come un faro nel buio per tutto il mondo delle manifestazioni culturali, e quest’anno con la presentazione dei programmi di Architettura, Danza, Musica e Teatro per il 2021, che osano rimettere al vertice delle priorità l’incontro, il tatto, il corpo, la presenza, la vita. 

hashim_sarkis_-_photo_by_bryce_vickmark1.jpg
Leggi tutto...
 
Il momento di reagire. Presentati i festival di Danza, Teatro e Musica della Biennale
di Chiara Sciascia, Davide Carbone   
giovedì 15 aprile 2021

«Basta, non ne possiamo più!

Per favore fateci ritornare a casa, fateci ritornare nei nostri teatri, fateci ritornare nei nostri spazi di cultura per una crescita personale ma soprattutto per la crescita di uno Stato che vuole essere adulto e responsabile»

[Gianni Forte, Venezia, 14 aprile 2021]

 

È un cielo Blue ad accogliere la prima edizione della Biennale Teatro diretta dalla coppia artistica Ricci/Forte, in programma dal 2 all’11 luglio 2021. Krzysztof Warlikowski, Kornél Mundruczó con il Proton Theatre, Roberto Latini, Kae Tempest, Thomas Ostermeier e Edouard Louis, Danio Manfredini, Francesco Pititto e Maria Federica Maestri di Lenz Fondazione, Agrupación Señor Serrano, Filippo Andreatta e il suo Office for Human Theatre, Adrienn Hód e Paolo Costantini sono gli artisti in scena quest’anno a Venezia.

 

direttori-biennale-venezia-2021-2024-1280x7201.jpg
Leggi tutto...
 
FOCUS EVENTI | La nostra selezione dal 16 al 22 aprile 2021
di Redazioneweb   
mercoledì 31 marzo 2021

Tra gli eventi della settimana selezionati dalla nostra Redazione: il ciclo di conversazioni online che anticipano la mostra su Bruce Nauman a Punta della Dogana, il secondo epidosodio del Fondaco delle Storie, il concerto inaugurale online del Festival Tanti Baci da Roma di Palazzetto Bru Zane, le performance sonore e i dj-set di M9 Forest Sounds, i concerti online del Teatro La Fenice, la lecture di Andy P. Smith per Fabrica Creative Lab, la terza lezione del corso yoga online ospitato nella Foresta M9, i laboratori per, il ciclo di tour virtuali QueriniLive

 

Leggi tutto...
 
A beautiful mind. Un ricordo del "filosofo della danza" Ismael Ivo
di R. Lamantea, M. Bran, A. Zava   
lunedì 02 giugno 2008

Il Covid in Brasile, con una forza ancor maggiore rispetto ad altre parti del Pianeta, continua imperterrito la sua catena di morte e oggi, all’età di 66 anni ha rapito per sempre il gigante nero della danza Ismael Ivo.
Danzatore dal corpo statuario prima e poi coreografo, dotato di un grande carisma e solarità, Ivo era come un idolo antico che sapeva muoversi suscitando sempre incondizionata ammirazione. Partito da San Paolo, dove si era formato, era arrivato nel 1983 a New York, entrando a far parte  dell’Alvin Ailey Dance Company, simbolo statunitense dell’orgoglio black, da cui aveva poi spiccato il volo per l’Europa per giungere a Berlino nel 1985 e celebrare un’affinità elettiva con il coreografo tedesco Johann Kresnik, di cui era divenuto danzatore-feticcio nel solco del Tanztheater, quindi, con il giapponese Ushio Amagatsu di Sankai Juku.
Venezia ha rappresentato un capitolo importante nella vita e nella carriera di Ismael Ivo, a lui fu affidata la direzione di Biennale Danza dal 2005 al 2012 e fu per merito suo che la manifestazione riprese un ruolo apicale a livello internazionale, anche grazie alle sue provocazioni. In molti ricordano la performance Mercato del corpo, da lui ideata, in cui i ballerini venivano messi all’asta con l’intento dichiarato di sottolineare la mercificazione come fondamentale codice comunicativo nei rapporti umani e con il risultato raggiunto di fare scandalo con la danza.
A Venezia era arrivato nel 2002, scatenando letteralmente l'entusiasmo del pubblico con il suo assolo Mapplethorpe in cui danzava con la sua schiena perfetta e  possente a favore degli spettatori sulle note di Steve Reich, per portare il suo personale e sentito omaggio al celebre e discusso fotografo Robert Mapplethorpe, per cui Ivo aveva fatto da modello, nel Village artisticamente al suo punto più creativo e senza limiti di sorta durante gli anni '80, quando era un giovane e sconosciuto ballerino appena giunto a New York dal Brasile. Da Mapplethorpe aveva rubato uno sguardo sul corpo che era desiderio e sensualità. «La danza – diceva Ivo – è una possibilità per ritrovare il senso perduto della bellezza». E Venezia con la sua bellezza prorompente lo aveva stregato, incitandolo alla sfida per inseguire il senso stesso del bello, in maniera del tutto spregiudicata. Da questa ricerca ininterrotta nacquero le edizioni di Biennale danza intitolate Beauty, Body & Eros, in spettacoli spesso dedicati ai giovani tra cui Oxygen, Babilonia, Il terzo Paradiso, The Waste Land, Biblioteca del corpo.
Nel ricordare questo gigante dell'arte riproponiamo una sua intervista al nostro magazine rilasciata nel 2008. Il suo sorriso, la sua simpatia e disponibilità, così come il suo grande fascino a distanza di anni sono rimasti nei nostri ricordi. Obrigado Ismael!

[Fabio Marzari]

veneziaivo_copia1.jpg

 

La Bellezza: dopo la crisi dell'armonia classica, l'abiura del Romanticismo, l'estetica della dissonanza del Novecento (dall'espressionismo alle avanguardie) ha senso oggi parlare di bellezza? È la scommessa di Ismael Ivo, direttore dal 2005 della Biennale Danza, che battezza Beauty il 6° Festival Internazionale di Danza Contemporanea (14-29 giugno), dopo la trilogia 2005-2007 Body Attack, Under Skin, Body & Eros. Dopo il corpo aggressivo, il corpo scandagliato ‘sottopelle’ fino a neuroni, sinapsi, nervi, tendini, muscoli, il corpo del desiderio, il Festival 2008 canta la bellezza del movimento.

La bellezza è di nuovo attuale: non quella delle mitologie pubblicitarie e televisive, ma il corpo in movimento, la paradossale invisibilità della danza che, arte visiva, segnalinee e spazi nell'aria destinati a vivere solo nell'attimo dell'evento scenico, quindi a sparire, a lasciare tracce solo nella memoria dello spettatore o in quella elettronica. Attualità della bellezza: bellezza come scandalo «in questi tempi di miserie onnipresenti, violenze cieche, catastrofi naturali o ecologiche», annota François Cheng in Cinque meditazioni sulla bellezza (Bollati Boringhieri, 2007); la bellezza vive, e non solo nella filosofia dell'arte, per Arthur Danto, di cui Postmedia-Books ha appena tradotto L'abuso della Bellezza – Da Kant alla Brillo Box (Milano 2008). Insomma, Beauty come snodo del pensiero contemporaneo e persino come rivolta. Il 6° Festival della Biennale vede la riconferma di Ismael Ivo, dopo il quadriennio di Carolyn Carlson (1999-2002), Frédéric Flamand (2003), Karole Armitage (2004). Il "filosofo della danza" (così Vittorio Sgarbi ha definito Ivo alla conferenza stampa di Milano il 29 aprile scorso) può concludere la sua riflessione avviata nel 2005 con Body Attack

Il programma allinea novità assolute a prime italiane, danza astratta a tecnologia, videoinstallazioni, cinema, teatro, arti visive e si annuncia molto bello (non è una tautologia). Torna la formula consueta di Ivo: il Festival è aperto il 14 giugno alle Corderie dell'Arsenale da un simposio dove danzatori e coreografi, oltre a scrittori, studiosi e giornalisti, s'interrogano su ciò che oggi si può chiamare bellezza; tra gli ospiti Germaine Greer, l'autrice de L'eunuco femmina. Per capirne un po’ di più e per viaggiare alti e aperti abbiamo incontrato il vulcanico e contagioso danzatore-filosofo brasiliano.
Leggi tutto...
 
Sulle ali della cultura. #Volotea4Veneto, il progetto prende il volo
di Fabio Marzari   
giovedì 08 aprile 2021

Dopo il 2020, annus horribilis per tutte le compagnie aeree, anche il primo trimestre 2021 non è stato di quelli in cui poter mettere fieno in cascina, tuttavia è notevole poter registrare l'iniziativa di Volotea – compagnia aerea spagnola che deve molte delle sue fortune all'aeroporto Marco Polo, da cui decollò il 5 aprile 2012 il suo primo volo da Venezia per Olbia – che prende il nome di #Volotea4Veneto, in collaborazione con SAVE e Regione del Veneto. Tale iniziativa rappresenta un ulteriore rafforzamento del legame con l'area del Nord Est, dove oltre a Venezia Volotea ha una base operativa importante anche all'aeroporto di Verona “Catullo”.

 

volotea4veneto_progetti.png
Leggi tutto...
 
FOCUS EVENTI | La nostra selezione dal 9 al 15 aprile 2021
di Redazioneweb   
mercoledì 31 marzo 2021
Tra gli eventi della settimana selezionati dalla nostra Redazione: una Giornata di studio sul Paesaggio “extra”, presentata da Fondazione Benetton, il concerto online d’apertura del secondo Festival del Palazzetto Bru Zane a Montréal, le performance sonore e i dj-set di M9 Forest Sound, la proiezione virtuale per il circuito #iorestoinsala del film documentario di Víctor Cruz Kentannos, la seconda lezione del corso yoga online ospitato nella Foresta M9, i laboratori per famiglie al Teatrino Groggia, il primo dei quattro incontri della rassegna 20 Anni In Giardino / Ritroviamoci In Serra di Wigwam Club Giardini Storici Venezia, il nuovo ciclo di tour virtuali QueriniLive… ,
Leggi tutto...
 
VENEZIA 1600 | Muri Maestri. Alla scoperta della Venezia bizantina che non ti aspetti
di Redazioneweb   
giovedì 01 aprile 2021

Tra storia e leggenda continua la nostra singolare ricerca di tracce antiche in città, che in maniera assolutamente sorprendente appaiono un po' ovunque: dietro un angolo, sui muri solo alzando gli occhi, lungo le calli, sopra colonne o nelle chiese, sui ponti o nelle facciate dei palazzi. I 1600 anni di Venezia sono incredibilmente manifesti, un intreccio affascinante tra l'inesorabile passare del tempo e lo splendore fulgido della storia, che ha dato vita ad un passato immenso e inestimabile, al momento offuscato dal presente, ma linfa vitale per il futuro prossimo.

 

leonevi-tondoangaran-tondodumbarton.jpg

 

Leggi tutto...
 
FOCUS EVENTI | La nostra selezione dal 2 all'8 aprile 2021
di Redazioneweb   
mercoledì 31 marzo 2021
Tra gli eventi della settimana selezionati dalla nostra Redazione: la nuova iniziativa online del Fondaco dei Tedeschi, che si racconta grazie al teatro di Mattia Berto, l’evento per famiglie organizzato da Palazzetto Bru Zane, il concerto del Venerdì Santo diretto dal Maestro Peter Claus Flor dal Teatro La Fenice, il Concerto di Pasqua dei Solisti dell’Orchestra di Mozart per LuganoMusica, il Festival di Pasqua di Montepulciano quest’anno interamente in streaming, le nuove iniziative legate a Foresta M9, tra dj-set e lezioni di Yoga, la proiezione virtuale per #iorestoinsala de La vita invisibile di Eurídice Gusmão di Karim Aïnouz, un nuovo appuntamento di Fabrica Creative Lab con il regista Bradley Hasse, la conferenza di Gražina Subelytė su Peggy Guggenheim e le donne moderne…
Leggi tutto...
 
Ci giochiamo il futuro. M9 Edu celebra i 1600 anni di Venezia con "Climate Hero"
di Fabio Marzari   
giovedì 25 marzo 2021

Agenda 2030 rappresenta la sfida, o forse al momento sarebbe più corretto definirla l'utopia, lanciata all'intera umanità dall'ONU relativa ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile OSS (Sustainable Development Goals SDGs) e ai 169 sotto-obiettivi ad essi associati, che tengono conto in maniera equilibrata delle tre dimensioni dello sviluppo sostenibile, ossia economica, sociale ed ecologica. Per la prima volta un solo documento programmatico riunisce lo sviluppo sostenibile e la lotta alla povertà. Gli obiettivi di sviluppo sostenibile dovranno essere realizzati entro il 2030 a livello globale da tutti i Paesi membri dell’ONU. Ciò significa che ogni Paese del Pianeta è chiamato a fornire il suo contributo per affrontare in comune queste grandi sfide.

minecraft_11_06_2020_21_10_43.png

 

Leggi tutto...
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 70 di 639