VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CINEMA arrow VENEZIA77 | Visioni dall'alto. Incontro con Luca Ferrario, Trentino Film Commission
VENEZIA77 | Visioni dall'alto. Incontro con Luca Ferrario, Trentino Film Commission
di Mariachiara Marzari   
ImageFin dal 2010, quando è nata la Trentino Film Commission, Luca Ferrario, attuale referente, ne è parte integrante o meglio attiva, soprattuto per quanto riguarda le produzioni. Diverse le location - dai Monti Lessini nel Comune di Ala a Castel Pietra a Calliano, da Castel Campo a Campo Lomaso a Stenico, fino al Lago di Levico – che vedremo protagoniste in The Book of Vision, l'atteso film di Carlo S. Hintermann, apertura della Settimana della Critica, produzione internazionale che ha avuto il sostegno della TFC.  Abbiamo incontrato Ferrario a Venezia per l'anteprima del film.

 

Da molti anni TFC è in prima linea per lo sviluppo del settore cinema come risorsa economica della Regione e come volano occupazionale con la creazione di personale specializzato. Quali i risultati tangibili di questo percorso e come queste basi sono fondamentali per la progettualità futura dell’industria dell’audiovisivo in Trentino?
Il lavoro degli ultimi anni è stato caratterizzato da un'attività stabile, continuativa e in crescita sia in termini di quantità di riprese ospitate sia come lavoro delle produzioni locali. Cerchiamo di dare ai produttori certezze per quanto riguarda le tempistiche dei fondi e delle autorizzazioni e un supporto logistico completo.
Da un punto di vista dell'indotto generato i numeri sono ottimi e ci sono state sicuramente importanti occasioni di promozione del territorio ma i principali risultati riguardano secondo me la crescita del comparto locale: l'utilizzo di maestranze locali da parte delle produzioni è in crescita come numero e come livello e sempre più produttori locali riescono ad emergere con prodotti che hanno un respiro nazionale o internazionale. Continueremo a cercare progetti di qualità che possano far crescere ulteriormente il nostro territorio.

Come il cinema è riuscito a rendere le unicità del territorio elementi fondamentali della propria identità, capaci di attirare produzioni nazionali e internazionali?
Dopo un periodo iniziale di grande affluenza di progetti italiani in cerca di luoghi poco visti al cinema, adesso vediamo un aumento delle produzioni straniere. Abbiamo recentemente ospitato produzioni svedesi, olandesi, tedesche, indiane che stanno esplorando una zona d'Italia che conoscevano poco. Inizialmente per le montagne, le Dolomiti, e più in generale per location naturali, mentre ora scoprono ville, castelli e centri urbani tipicamente italiani. Siamo a nord dell'Italia ma anche, cambiando punto di vista, al centro dell'Europa. Probabilmente è proprio una serie Tv straniera, Sanctuary, svedese, ad aver meglio rappresentato e raccontato i luoghi e i paesaggi più rappresentativi del nostro territorio.

Dopo il lockdown, come è ripartito il lavoro sul territorio? Quale produzioni state ospitando/sostenendo?

Avevamo diversi progetti in stand by che sono partiti appena definito il protocollo nazionale, tra questi il film TV per la RAI Chiara Lubich, con Cristiana Capotondi, e Il divin codino, prodotto da Fabula Pictures per Netflix. Nel corso dell'anno attendiamo la partenza di altri tre lungometraggi, quattro documentari e alcune puntate di programmi tv.
Oggi festeggiamo la presenza di The Book of Vision a Venezia (Film apertura SIC).

 

www.trentinofilmcommission.it

 

 

PRODUZIONI IN CORSO/APPENA CONCLUSE IN TRENTINO
Riprese appena concluse
Chiara Lubich – Il mondo come una famiglia
Regia: Giacomo Campiotti
Produzione: Casanova Multimedia spa
TV movie realizzato da Rai Fiction insieme a Casanova Multimedia in occasione del centenario di Chiara Lubich.
Riprese in Trentino: 4 settimane (agosto)

 

Riprese in corso

Il Divin codino
Regia: Letizia Lamartire
Produzione: Fabula Pictures Srl
Il film racconta la vita di Roberto Baggio, il calciatore italiano più amato di sempre.
Verrà distribuito su Netflix e canali Mediaset.
Riprese in Trentino: 3 settimane (settembre)

 

TORNA ALLA NEWSLETTER