VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow FOCUS EVENTI | Gli imperdibili dal 5 all'11 febbraio 2021
FOCUS EVENTI | Gli imperdibili dal 5 all'11 febbraio 2021
di Redazioneweb   

ilcarnevaledeiveneziani.jpg

 

CARNEVALE
Fino a domenica 14 febbraio
IL CARNEVALE DEI VENEZIANI 2021

Il 2021 sarà il primo anno ad iniziare senza il Carnevale così come solitamente viene inteso: niente feste nei palazzi né calli intasate da visitatori provenienti da ogni parte del Mondo. Ci auguriamo tutti che il prossimo anno possa essere ben diverso! Ma ora la situazione è questa. I Veneziani comunque ci sono e Confartigianato con Il Carnevale dei Veneziani li invita godersi una città oggi spettrale ma bellissima, riappropriandosi della loro Festa come ai tempi del primissimo Carnevale ‘moderno’ degli anni ‘80. Il progetto si articola in tre iniziative, prima delle quali è la realizzazione, da parte di 12 attività del settore “maschere e costumi”, di un piccolo catalogo raffigurante il mascheramento basilare del carnevale: i cittadini potranno acquistare nei negozi aderenti un accessorio tipico della festività a un prezzo simbolico, dal tricorno, alla bauta, al classico mantello. Inoltre fino al 14 febbraio sarà possibile partecipare al contest online scattandosi una foto in maschera, magari in compagnia di uno mascaréri associati, e postandola su Instagram con l’hashtag #ilcarnevaledeiveneziani2021, taggando @confartigianatovenezia, le tre foto che otterranno più like saranno proclamate vincitrici del contest . Infine domenica 7 febbraio, giorno in cui si sarebbe dovuto svolgere il volo dell'Angelo, in piazza San Marco un gruppo di cinquanta veneziani (solo su invito) sarà protagonista lo “Scatto della resilienza”, che avverrà per mano del fotoreporter Simone Padovani nel pieno rispetto delle norme di sicurezza.

 

 

leregoledelladolescenza-9_serenapea1.jpg

 

TEATRO

LE REGOLE DELL’ADOLESCENZA
In streaming on demand sulla piattaforma Backstage del Teatro Stabile del Veneto

Quali sono le regole esplicite, ma soprattutto implicite che seguiamo, nel nostro modo di parlare, nei luoghi che frequentiamo, nelle nostre scelte, nelle nostre relazioni? Da quando sono entrate in vigore? Potranno cambiare in futuro? Le regole dell’adolescenza, la nuova produzione digitale del Teatro Stabile del Veneto diretta da Lorenzo Maragoni e interpretata dai 10 attori della Compagnia Giovani, prende spunto da queste domande per indagare il nostro rapporto con le regole, in particolare con quelle non scritte e interiorizzate.
Lo spettacolo è frutto di una drammaturgia condivisa tra attori e regista e basata sull’omonimo testo di Michele Ruol: partendo dal lavoro sul proprio vissuto e dalla condivisione delle proprie “regole” gli attori e le attrici della Compagnia Giovani, hanno seguito un lungo periodo di creazione, utilizzando gli strumenti della scrittura di scena, dell’auto-drammaturgia, del racconto di se╠ü e del processo artistico condiviso. L’esito è uno spettacolo profondamente corale, spudorato e pudico come l’adolescenza, apparentemente semplice e amichevole, ma al tempo stesso stratificato e affilato. Un’occasione per osservare l’adolescenza come eta╠Ç-laboratorio della vita in cui si sperimenta con la propria liberta╠Ç e mancanza di liberta╠Ç. 

 

 

 

 

henri_cartier-bresson.jpg

 

SOCIAL

Da venerdì 5 a mercoledì 10 febbraio
MASTERSET STORIES. RACCONTI IN TRE RIGHE
Online sul sito, sul profilo Instagram e sulla pagina Facebook di Palazzo Grassi

In attesa della riapertura il prossimo 11 febbraio, Palazzo Grassi – Punta della Dogana presenta un nuovo progetto digitale, realizzato in collaborazione con Marsilio Editori, dedicato al catalogo della mostra Henri Cartier-Bresson. Le Grand Jeu. Dai cinque curatori - Annie Leibovitz, Wim Wenders, Sylvie Aubenas, François Pinault e Javier Cercas - che, coordinati da Matthieu Humery, hanno offerto il proprio sguardo  per raccontare al pubblico un inedito Cartier-Bresson, il testimone passa a sei autrici italiane, pubblicate da Marsilio. Annalisa De Simone, Federica Sgaggio, Gaja Cenciarelli, Elisa Fuksas, Ginevra Lamberti, insieme a Chiara Valerio, responsabile del settore Narrativa Italiana presso la casa editrice veneziana, sono le nuove protagoniste del gioco. Lasciandosi ispirare da un’immagine selezionata, ogni autrice ha costruito una storia in tre righe, secondo la celebre formula del “Romanzo in tre righe” ideata nel 1906 dall’autore francese Félix Féneon. Ogni giorno, per tutta la settimana, i canali social e il sito di Palazzo Grassi presenteranno uno dei racconti ideati dalle sei scrittrici e l’immagine da cui ha avuto origine il processo creativo, invitando il pubblico a fare lo stesso e  a condividere il proprio contributo nei commenti.

 

 

 

 

m9-intro-nl-orizz.jpg

 

LIVE PERFORMANCE
Venerdì 5 febbraio, ore 18.30
M9 #POSTOFISSO
Foyer M9 – Museo del ‘900, via G. Pascoli, Mestre

In occasione della riapertura di M9 – Museo del '900, parte la prima edizione di Posto Fisso, progetto in collaborazione con Marina Bastianello Gallery e Temporaneo, l'atelier del Distretto M9-HiVe aperto a dicembre scorso. Ogni venerdì il Foyer del Museo sarà abitato da artisti che ne faranno uno spazio performativo, di ricerca e produzione, di condivisione e dialogo, in un suggestivo dialogo tra l’architettura dell’ambiente e la sperimentazione artistica. La selezione dei partecipanti, a cura di Marina Bastianello Gallery e dell’Atelier Temporaneo, sarà dedicata ai giovani artisti, in un'ottica di sperimentazione e ricerca innovativa.
Dopo l’inaugurazione di Eva Chiara Trevisan, il 5 febbraio è il turno del veneziano Francesco Piva, classe 1991, artista attualmente "domiciliato" nell'atelier Temporaneo di M9-HiVe. Negli anni della formazione Piva sperimenta diversi linguaggi dell’arte contemporanea realizzando progetti fotografici, video, installazioni site-specific e installazioni sonore. Inizia così a indagare il paesaggio urbano, quello virtuale e digitale della rete e gli strumenti tecnologici del nostro tempo. Attualmente si dedica allo studio del paesaggio sonoro e a diverse pratiche e sperimentazioni con il suono.

 

 

 

 

paolopuppa1.jpg

 

TEATRO
Venerdì 5 febbraio, ore 18
LETTERE IMPOSSIBILI – IBSEN E STRINDBERG: LA SCENA DELL’INVIDIA
Vecchi e giovinette, una relazione disturbata

In streaming sul canale YouTube di Ateneo Veneto

Paolo Puppa immagina una serie di missive tra grandi personaggi della letteratura di fine Ottocento e Novecento e li porta in scena sotto forma di monologo preceduti da una introduzione storica.
La prima delle "Lettere impossibili" riguarda il drammaturgo norvegese Henrik Ibsen. Puppa lo immagina nel 1895, quando ha 73 anni, mentre si rivolge ad una sua appassionata ammiratrice, artista pianista, Hildur Andersen, insistendo per ricevere sue foto. E nondimeno la prega di cambiare tono e di non procedere con richieste turbevoli, a cui si dichiara inadeguato, nel rispetto soprattutto del suo legame coniugale. Per vendetta, la donna interpella il grande rivale di Ibsen, ossia lo svedese August Strindberg, celebre per l’intraprendenza amorosa e la rappresentazione violenta dell’universo femminile.

 

 

 

 

 

 

storiedicarta_barabaoteatro1.jpg

 

TEATRO
Venerdì 5 febbraio, ore 16
DUE ROTTE, UN UNICO DESTINO: BILLY E KID
Storie di carta per grandi e piccini

In streaming sulla piattaforma
Backstage del Teatro Stabile del Veneto
L’arte del pre-cinema diventa protagonista di originali spettacoli proposti online dal Teatro Stabile del Veneto. Con cadenza settimanale, ogni venerdì, saranno trasmessi dieci nuovi episodi della rassegna Storie di Carta, firmata da Barabao Teatro. Il progetto coinvolge attori, registi, cantanti disegnatori, grafici, operatori di ripresa e del suono con l’obiettivo di dar vita, sulla scorta dell’antica arte della Lanterna Magica, ad appassionanti e divertenti storie rivolte ai ragazzi e alle loro famiglie. Protagonisti de Le mirabolanti avventure di Billy e Kid sono due maldestri pirati, alter ego dei creatori Ivan Di Noia e Romina Ranzato, perennemente alla ricerca di un tesoro per il quale affrontano imprese straordinarie: al Carnevale di Venezia oppure a spasso nel Tempo, i due incontrano i grandi classici della letteratura per ragazzi e un’opera teatrale. Un’avvincente carrellata di proposte che vogliono unire il divertimento al piacere della conoscenza.

 

 

 

 

 

verdi-e-il-cinema.jpg

 

CLASSICA/CINEMA
Venerdì 5 febbraio, ore 18
GIUSEPPE VERDI E IL CINEMA
In streaming sul canale YouTube di Fondazione Levi

Il primo di cinque appuntamenti curati dal gruppo di ricerca della Fondazione Levi “La critica musicale e la musica per film” propone una selezione di brevi interventi su alcuni momenti musicali della storia del cinema che hanno visto Giuseppe Verdi protagonista di una pellicola o di una colonna sonora.

Gli appuntamenti seguenti: 

5 marzo - Johann Sebastian Bach

30 aprile - Wolfgang Amadeus Mozart

11 giugno - Richard Wagner

23 luglio - Antonio Vivaldi .

 

 

 

 

 

 

 

    

carnevale-21a1.jpg

 

CARNEVALE
Da sabato 6 a domenica 14 febbraio
12. CARNEVALE INTERNAZIONALE DEI RAGAZZI

Online sul sito www.labiennale.org

La Biennale di Venezia, che durante un anno di pandemia e restrizioni, è riuscita nell’arduo compito di non lasciarci soli, resistendo e accompagnandoci con i Festival del Cinema, del Teatro, della Danza, e con la straordinaria mostra Le muse inquiete, non rinuncia neanche al Carnevale e trasferisce online il ricco programma di attività didattiche gratuite del 12. Carnevale dei Ragazzi.
È possibile partecipare alle attività previa prenotazione e il programma online si articolerà in giornate per le scuole dal lunedì al venerdì, mentre il weekend  è dedicato a famiglie e adulti che potranno partecipare alle lezioni e ai laboratori virtuali legati alla divulgazione delle tematiche della mostra Le muse inquiete, un modo inedito per consultare i preziosi materiali dell’Archivio Storico delle Arti Contemporanee – ASAC. Inoltre, sempre il sabato e la domenica, è possibile prenotare laboratori gratuiti di Musica e Danza e le visite guidate virtuali di Ca’ Giustinian, sede istituzionale della Biennale.
Il Leone d’Argento per la creatività verrà anche quest’anno assegnato alle scuole che sono invitate ad elaborare progetti creativi finalizzati a sperimentazioni laboratoriali di natura artistica, coreutica, teatrale, musicale e digitale, con una particolare attenzione ai progetti dedicati al mondo virtuale e alle pratiche della didattica a distanza (iscrizioni entro il 6 febbraio 2021).

serena_pea__iduegemelliveneziani1.jpg

 

TEATRO
Sabato 6 febbraio e giovedì 25 febbraio, ore 19-24
I DUE GEMELLI VENEZIANI
In streaming sulla piattaforma Backstage del Teatro Stabile Veneto

Dopo il successo del debutto in streaming dello scorso dicembre, la nuova regia di Valter Malosti, I due gemelli veneziani di Carlo Goldoni, torna disponibile online il 6 e il 25 febbraio, due date simboliche per celebrare gli anniversari di Carlo Goldoni nato a Venezia il 25 febbraio del 1707 e morto a Parigi il 6 febbraio del 1793. I due gemelli veneziani è un’opera che incarna tutta la forza e la grazia eversiva tipica degli attori della Commedia dell’Arte, in cui la tecnica magistrale si combina con l’improvvisazione, i ruoli multipli, la maschera, l’uso del corpo, il ritmo e la capacità di cambiare innumerevoli registri vocali... [vai all'approfondimento]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

progetto-rialto.jpg

 

CONFERENZA
Lunedì 8 febbraio, ore 18
ELENA SVALDUZ
Rialto nelle rappresentazioni cartografiche

Diretta streaming sulla pagina Facebook delle Gallerie dell’Accademia

Si conclude il ciclo di conferenze Progetto Rialto. Le lezioni della storia, a cura dell’Associazione Progetto Rialto con la collaborazione delle Gallerie dell’Accademia di Venezia.
A partire dalla celebre Venetie MD di Jacopo de’ Barbari, la storia dell’insula di Rialto viene letta attraverso le sue rappresentazioni sia a scala urbana che circoscritta ai luoghi di mercato, di scambio e alle sedi delle magistrature. Sono prese in esame immagini legate a funzioni specifiche, finalizzate alla conoscenza e alla manutenzione dei luoghi come presupposto di buona amministrazione, piuttosto che alla celebrazione della ricchezza e della centralità della mitica insula. Se la cartografia può essere considerata uno degli strumenti più interessanti di disvelamento dei luoghi, fino ad essere vista come una particolare declinazione della storia della città, non saranno trascurati aspetti relativi ai diversi linguaggi o ai modi di rappresentare come risultato di scelte culturali, codici figurativi, capacità tecniche e finalità pratiche oggetto del singolo documento cartografico.

 

 

 

 

christopher_hotti_bhm_foto_di_nils_boer1.jpg

 

ARTIST TALK
Lunedì 8 febbraio, ore 18 >> POSTICIPATO - Lunedì 15 febbraio h. 18

CHRISTOPHER HOTTI BÖHM
Diretta streaming sul canale YouTube Centro Tedesco di Studi Veneziani

Inizia, se pur ancora in remoto, il ciclo di incontri Ponti – comunicare (con) Venezia, trasmesso in diretta streaming da Palazzo Barbarigo della Terrazza. Ospite del primo incontro, il compositore Christopher Hotti Böhm di Berlino presenterà il suo progetto Alternet Poietics - Life-Action Role-Composing tra Berlino e Venezia. Introdurrà la serata la Direttrice Dr.ssa Marita Liebermann. Modererà Petra Schaefer, responsabile per le relazioni artistiche. "Durante la mia residenza artistica a Venezia desidero riflettere nuovamente sulle relazioni di lavori che creano cultura. Da sempre il game della scena artistica è la realizzazione di prodotti culturali attraverso la “fictionalizzazione” della realtà – per me funziona all'inverso. l mio metodo chiamato da me Life-Action-Role-Composing (LARC) offre delle libertà artistiche al di là dell'identificazione e della paternità intellettuale. Il LARC è già attivo, liberamente accessibile e open source!" (C.H.B.)

 

 

 

 

 

 

palazzo-ducale.jpg

 

CONFERENZA
Mercoledì 10 febbraio, ore 17.30
PALAZZO DUCALE COME LUOGO DELLA MEMORIA STORICA VENEZIANA
In diretta streaming sul canale YouTube di Ateneo Veneto

Per il Corso di Storia Veneta 2021, dedicato a Le origini di Venezia fra mito e realtà, viene trasmessa in streaming la lezione Palazzo Ducale come luogo della memoria storica veneziana:  i cicli pittorici di fine Cinquecento. Relatore: Giorgio Tagliaferro di Warwick University.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

trio-messiaen.jpg

 

CLASSICA
Giovedì 11 febbraio, ore 21
TRIO MESSIAEN
Romantici Trii

In diretta streaming su bru-zane.com e successivamente disponibile su Bru Zane Replay

Ospite di Palazzetto Bru Zane il Trio Messiaen esegue i due trii con pianoforte – opera giovanile per Chausson, che nel 1881 ha 26 anni, e opera della maturità per Saint-Saëns, che nel 1892 ne ha 57 – che attestano la vitalità e la diversità della produzione di musica da camera nella Francia di fine Ottocento. Mentre il giovane Chausson si iscrive nella linea di César Franck, pur rispettando la divisione canonica in quattro movimenti, Saint-Saëns si compiace di trasgredire i codici per sconcertare un pubblico che riteneva di sapere tutto di lui, a partire dal suo primo Trio con pianoforte, composto quasi trent’anni prima... [vai all'approfondimento]