VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow FOCUS EVENTI | Gli imperdibili dal 26 febbraio al 4 marzo 2021
FOCUS EVENTI | Gli imperdibili dal 26 febbraio al 4 marzo 2021
di Redazioneweb   
giovedì 04 febbraio 2021

Gli eventi della settimana selezionati dalla nostra Redazione: visite guidate digitali alla Querini, approfondimenti musicali con Musikàmera, visite tematiche e performance artistiche all’M9 – Museo del ‘900, il primo concerto in streaming della rassegna Candiani Groove, le Lettere impossibili di Paolo Puppa all’Ateneo Veneto, due concerti online del Teatro La Fenice, la proiezione di Burning per #iorestoinsala, una lecture offerta da Fabrica Creative Lab, un appuntamento con le donne di Emma Dante, in occasione del WeWorld Festival e una conferenza di Palazzetto Bru Zane per conoscere Pauline Viardot, una delle musiciste più carismatiche dell'Ottocento francese.

 

querinilive_1.jpg

 

DIGITAL

Giovedì 25 febbraio, ore 17
QueriniLive – LA CASA E I SUOI OSPITI
Visite guidate digitali, su piattaforma ZOOM [prenotazione obbligatoria ]

Per il primo appuntamento di QueriniLive, ciclo di visite guidate digitali a cura di Luisella Romeo, si va alla scoperta della casa della famiglia Querini: un vero e proprio scrigno di arte e bellezza. Immedesimarsi in chi, nel tempo, l’ha abitata, scoprire dettagli preziosi di mobili, specchi, strumenti musicali, orologi e ascoltare aneddoti e curiosità di fine Settecento e Ottocento sono gli obiettivi di questa insolita visita ‘in diretta’ [il costo è di 3 euro per ciascun collegamento].

 

 

 

 

 

 

 

 

 

franco_rossi_con_il_flauto_dolce_in_avorio.jpg

 

 

CLASSICAL

Venerdì 26 febbraio

STRUMENTI PREZIOSI E INSOLITI – I FLAUTI
Online sulla pagina Facebook di Associazione Musikàmera

Per il ciclo di video-incontri realizzato da Musikàmera in collaborazione con Fondazione Musei Civici Venezia e curato da Franco Rossi, si andrà alla scoperta di una serie di flauti molto particolari: un flauto dritto dolce in avorio, un flauto dritto dolce in bosso e un flauto dolce doppio, tutti risalenti ai primi anni del Settecento e appartenenti alla collezione di strumenti musicali del Museo Correr. In questo appuntamento in particolare sarà anche possibile sentire la voce degli strumenti, grazie all’esecuzione dei maestri Valentina Confuorto e Giovanni Toffano sulle note di Sarabande di Johann Christian Schickhard.

 

 

 

 

 

  

m9visite.jpg

 

VISITE GUIDATE

Venerdì 26 febbraio, ore 16.30/18.30
IL MIO '900 - MASSIMO ORLANDINI / GIUSEPPE SACCÀ
M9 – Museo del ‘900, via G. Pascoli, Mestre

Per festeggiare la riapertura, M9 - Museo del ’900 ha attivato una serie di iniziative speciali, tra cui le visite tematiche Il mio ’900, con scrittori, storici, filosofi ed esponenti del mondo del giornalismo e della cultura, per conoscere parte dei contenuti di M9 e condividere lo sguardo di alcune “guide d’eccezione” su un luogo, un momento, un suono, una parola del Novecento.

Per il ciclo di visite guidate Il mio ‘900, alle ore 16.30 Massimo Orlandini, studioso di heritage marketing, parlerà de Il Novecento di Massimo Orlandini: odore di spezie e ciminiere, a seguire, alle ore 18. 30, Giuseppe Saccà, storico di M9, approfondisce l’installazione Luoghi Comuni, che indaga le persecuzioni razziali perpetrate dagli italiani nel Novecento le visite sono incluse nel biglietto d’ingresso e hanno durata di 30 minuti. Prenotazione obbligatoria tramite mail a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

 

 

pci_1.jpg

 

WEBINAR

Venerdì 26 febbraio, ore 17
IL PCI E L’IDENTITÀ SOCIALDEMOCRATICA
Webinar sulla pagina Facebook e sul Canale YouTube di M9 – Museo del ‘900

Presentazione dei libri di Emanuele Macaluso con Claudio Petruccioli, Comunisti a modo nostro. Storia di un partito lungo un secolo (Marsilio 2021) e di Paolo Franchi, Il Pci e l’eredità di Turati (La nave di Teseo 2021). Dialogheranno con i due autori: Claudio Petruccioli e Paolo Franchi, Sofia Ventura e Nicola Pellicani; modera lo storico di M9 Livio Karrer. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

pasolini-milani_1.jpg

 

TEATRO

Venerdì 26 febbraio, ore 18
LASCIATE CHE I BAMBINI VENGANO A ME – PASOLINI E DON MILANI

In streaming sul canale YouTube di Ateneo Veneto
Poco prima di uscire in macchina nell’ultima, e fatale, delle sue escursioni notturne, a Ostia in cerca di prede adolescenti, Pier Paolo Pasolini viene descritto da Paolo Puppa nella sua Lettera impossibile il primo novembre1975, mentre indirizza una lettera-confessione a don Lorenzo Milani, morto nel 1967, che pertanto non può ribattere, restando però autentico mito personale di PPP. In effetti, il parroco di Barbiana, discendente dai Comparetti e dai Weiss, famiglia fiorentina e triestina alto borghese ebraica, e ordinato prete nel 1947, nella sua “Lettera a una professoressa” edita l’anno della sua morte, leggendario pamphlet contro la scuola di classe, era divenuto un modello ideologico e linguistico per lo scrittore bolognese-friulano. E quest’ultimo proietta ipotesi suggestive ma molto soggettive sulla passione pedagogica di Don Milani, incapace di coglierne gli aspetti sublimanti.

 

 

gattostivali.jpg

 

KIDS

Venerdì 26 febbraio, ore 18
IL GATTO CON GLI STIVALI

Spettacolo in diretta online su piattaforma Zoom
In collaborazione con la rassegna Not Only for Kids del Centro Candiani, M9 – Museo del ‘900 presenta un progetto speciale: un racconto multimediale che interpreta la celebre fiaba attraverso una drammaturgia originale e l’interazione di diversi linguaggi, all’interno della cornice digitale. Un attore racconterà in diretta la storia, servendosi di parole, immagini e filmati realizzati con tecniche differenti (paper theatre, teatro d’ombre, stop motion, disegno animato, pop-up theatre). L’intento è rendere i giovani spettatori partecipi, non solo della storia, ma anche dell’intero processo creativo che ha permesso di realizzarla. Prenotazione obbligatoria: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo oppure t. 0412746111 (lun-ven h. 9-14). L’iscrizione è gratuita fino a esaurimento dei posti disponibili.

 

 

 

 

matteo-vettorello-2020-traduttore-di-cortesia-per-una-banchina-confusa.-dispositivo-rituale-per-ottimizzare-il-conforto-nei-riguardi-del-fragilissim-1024x683_1.jpg

 

LIVE PERFORMANCE

Venerdì 26 febbraio, ore 18.30-19.30
POSTO FISSO - MATTEO VETTORELLO

Foyer M9 – Museo del ‘900, via G. Pascoli, Mestre
Il progetto Posto Fisso, organizzato in collaborazione con Marina Bastianello Gallery e l’atelier Temporaneo, trasforma il foyer del museo in uno spazio performativo di sperimentazione artistica, di ricerca e produzione, di condivisione e dialogo. Matteo Vettorello (Venezia 1986), presenta Traduttore di cortesia per una banchina confusa, dispositivo rituale per ottimizzare il conforto nei riguardi del fragilissimo ecosistema lagunare. Il dispositivo si attiva con un semplice gesto di cortesia, come richiedere un “permesso” per visualizzare poi l’informazione. Tecnicamente il dispositivo misura la marea in diversi punti della laguna e mette in relazione il fenomeno dell’acqua alta con l'altezza della riva con cui l’evento atmosferico si scontra [ingresso libero, nel rispetto delle misure di sicurezza]. 

 

 

 

 

 

rosaemiliadias.jpg

 

MUSICA
Venerdì 26 febbraio, ore 21

CANDIANI GROOVE – ROSA EMILIA DIAS
Diretta streaming sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di Cultura Venezia

In attesa che si riaprano le porte del Centro Culturale Candiani, ancora chiuse a causa dell’emergenza sanitaria, sbarca online la rassegna musicale Candiani Groove, tramutandosi in un progetto streaming. Sono cinque le date per altrettanti concerti che fino al 26 marzo saranno trasmessi con cadenza settimanale, tutti i venerdì sera. Inaugura la rassegna Madrigal formazione guidata dalla cantante brasiliana Rosa Emilia Dias, affiancata dal chitarrista Giovanni Buoro e dal percussionista Roberto Rossi, a presentare le composizioni dell’omonimo album del 2018.


 

 

  

 

 

 

concerto-juraj-valcuha-la-fenice_1.jpg

 

CLASSICAL
Sabato 27 febbraio, ore 17.30

CONCERTO DIRETTO DA JURAJ VALČUHA 

Diretta streaming sul canale YouTube del Teatro La Fenice
La Fondazione Teatro La Fenice offre a tutti gli appassionati e gli amanti della musica classica la possibilità di assistere gratuitamente in streaming al concerto che avrebbe dovuto inaugurare la stagione 2020/21. Tra i massimi interpreti del panorama contemporaneo, attualmente direttore musicale del Teatro di San Carlo di Napoli, nonché primo direttore ospite della Konzerthausorchester di Berlino, il maestro Juraj Valčuha dirige l’Orchestra del Teatro La Fenice che eseguirà La Mer di Claude Debussy e i Quadri di un’esposizione di Modest Musorgskij.

 

 

 

 

  

 

 

 

walt-alighieri-bozza-880x580_1.jpg

 

TEATRO
Sabato 27 febbraio, dalle ore 18

A RITMO DI DANTE #2 - WALT ALIGHIERI 

Disponibile on demand sulla piattaforma Backstage del Teatro Stabile Veneto
Il progetto si propone di analizzare parallelismi e discordanze tra la Divina Commedia e la più famosa parodia a fumetti dell'Inferno dantesco: L'Inferno di Topolino, pubblicata nel 1949 dalla Walt Disney Company Italia coi disegni di Angelo Bioletto e la verseggiatura del Prof. Guido Martina. Il lavoro analizza nello specifico la trasposizione disneyana delle figure di Farinata degli Uberti (Pietro Gambadilegno), Gerione (il Drago Riluttante) e la donna angelicata Beatrice (la Fata Azzurra).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

marino-moretti.jpg

 

CLASSICAL
Domenica 28 febbraio, ore 17.30

CONCERTO DIRETTO DA CLAUDIO MARINO MORETTI 

Diretta streaming sul canale YouTube del Teatro La Fenice
Suggestivo e contemporaneo il programma del concerto diretto dal palcoscenico del Teatro Malibran dal maestro Claudio Marino Moretti: scritto nel 2002 su commissione di Gidon Kremer, Plainscapes è una sorta di celebrazione del miracolo del ciclo della natura, composto da Pēteris Vasks in omaggio al suo amato Paese e alla bellezza del paesaggio lettone. Di Leonard Bernstein (1918-1990) verrà proposto invece uno dei lavori di musica sacra più celebri del suo catalogo, i Chichester Psalms, una raccolta di musiche basate su salmi in ebraico, che debuttò a New York nel 1965.

 

 

 

 

 

 

  

sasha_huber_petri_saarikko_photo_by_kia_.jpg

 

LECTURE
Mercoledì 3 marzo, ore 16
SASHA HUBER & PETRI SAARIKKO
Reconnecting People: Resets and Remedies

Lecture in diretta su piattaforma ZOOM [gratuito su iscrizione]

Nell’ambito di Fabrica Creative Labs, il duo di artisti formato da Sasha Huber e Petri Saarikko presenta i recenti progetti sviluppati con diverse comunità in tutto il mondo. Il titolo suggerisce di esplorare le narrazioni comuni di primaria importanza per la società tollerante. Basando il proprio lavoro sulla creatività e l'indigeneità anti-razziste, le collaborazioni artistiche di Huber e Saarikko ritraggono strategie per ricucire il crescente divario di separazione tra le persone. La presentazione tocca brevemente un primo progetto di social media chiamato "United People" che il team finlandese ha inventato e in parte implementato a Fabrica 2000-2001.
 

 

 

 

 

burning-lamorebrucia.jpg

 

CINEMA

Mercoledì 3 marzo, ore 20.30
BURNING – L’AMORE BRUCIA

Presentazione in diretta Facebook sulla pagina di Circuito Cinema Venezia 


#iorestoinsala – proiezione del film, Giorgione Movie d’essai, sala A virtuale
#iorestoinsala – proiezione del film, Giorgione Movie d’essai, sala A virtuale 
Tornano gli appuntamenti con il ciclo di proiezioni La qualità non è acqua, realizzato da Circuito Venezia in collaborazione con SNCCI, il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani Gruppo Triveneto. La rassegna dei “Film della critica presentati dai critici” si trasferisce in streaming con la proiezione dei film nelle sale virtuali del Giorgione (previo acquisto del biglietto), mentre le presentazioni dei film saranno visibili gratuitamente sulla pagina Facebook di Circuito Cinema Venezia. Basato sul racconto breve Granai incendiati di Haruki Murakami, Burning del maestro sudcoreano Lee Chang-dong, racconta con l'occhio del protagonista Jong-su, la sua maturazione verso una nuova coscienza di sé a seguito di una esperienza drammatica. Presenta Giacomo Pistolato.

 

 

 

querinilive_immagine_ciclo_1.jpg

 

DIGITAL

Giovedì 4 marzo, ore 17
QueriniLive – OCCHIO AL CAPOLAVORO
Visite guidate digitali, su piattaforma ZOOM [prenotazione obbligatoria ]

Per il ciclo di visite guidate digitali a cura di Luisella Romeo, ripartiamo dal Rinascimento: un vero e proprio percorso ‘in diretta’ nel colore di Venezia. Opere di grandi artisti, da Palma il Vecchio a Giovanni Bellini, da Vincenzo Catena a Tintoretto, fanno da filo conduttore a una storia che unisce idealmente i capolavori della famiglia Querini con quelli della Collezione Intesa Sanpaolo [il costo è di 3 euro per ciascun collegamento].

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

emma_dante.jpg

 

TALK

Giovedì 4 marzo, ore 17
SCORRETTE, CORAGGIOSE, FELICI: LE DONNE DI EMMA DANTE
Diretta streaming sulla pagina Facebook di WeWorld Onlus

Nell’ambito della speciale edizione streaming di WeWorld Festival, appuntamento annuale che accende i riflettori sulle donne, il talk online con Emma Dante, che racconterà il suo libro E tutte vissero felici e contente (La Nave di Teseo), a Elena Stancanelli (scrittrice e giornalista). 
A seguire: Italia Carroccio e Davide Celona interpretano Lo specchio e la regina tratta da Gli alti e bassi di Biancaneve di Emma Dante.
Da sempre attenta nel suo lavoro alle tematiche femminili, la drammaturga e regista palermitana racconta antichi e nuovi stereotipi del maschile e del femminile, affrontando temi come la necessità dell’umiltà, il dolore, l’ingiustizia e la forza necessaria per essere sé stessi.

 

 

 

 

 

pauline-viardot-une-diva-a-decouvrir_1.jpg

 

CLASSICAL

Giovedì 4 marzo, ore 18.30
PAULINE VIARDOT, UNA DIVA DA SCOPRIRE
Streaming sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di Palazzetto Bru Zane

Conferenza di Amaya Fernández Pozuelo, musicologa
moderata da Rosa Giglio, coordinatrice artistica del Palazzetto Bru Zane
Nella Francia della prima metà dell’Ottocento nasce quella che diverrà una delle musiciste più carismatiche della vita musicale e culturale del suo tempo: Pauline Viardot. La sua carriera di cantante fu costellata da grandi successi: divenne una riconosciuta celebrità all’epoca al punto che alcuni dei più importanti compositori scrissero dei ruoli appositamente per lei. Fu anche pianista e compositrice, notevoli le trascrizioni per voce che fece di alcune mazurke di Chopin. George Sand s’ispirò alla sua figura per creare l’eroina del suo romanzo Consuelo. Dai suoi salotti, autentici bouillon de culture, passarono compositori del calibro di Berlioz, Liszt, Saint-Saëns, Meyerbeer, Brahms e Wagner. Tutto questo ci dà la misura del talento e del grande fascino di questa diva tutta da scoprire [evento gratuito su prenotazione].