VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow FOCUS EVENTI | Gli imperdibili dal 5 all'11 marzo 2021
FOCUS EVENTI | Gli imperdibili dal 5 all'11 marzo 2021
di Redazioneweb   
giovedì 04 febbraio 2021

Tra gli eventi della settimana selezionati dalla nostra Redazione: le visite guidate digitali alla Querini Stampalia, lo spettacolo on demand del Teatro Stabile del Veneto su Cesco Baseggio, le visite guidate tematiche e le performance artistiche al Museo M9 di Metre, il secondo concerto in streaming della rassegna Candiani Groove con Tommaso Genovesi, la proiezione di Hanna per #iorestoinsala, il primo degli incontri “Sotto la lente” della Collezione Guggenheim, il Noir Festival, quest’anno completamente in streaming gratuito su MyMovies, una proiezione speciale offerta da CSAR – Centro Studi sulle Arti della Russia, il concerto online del Teatro La Fenice diretto dal maestro Ton Koopman, il concerto di Palazzetto Bru Zane, dedicato alla compositrice francese Pauline Viardot, nella Giornata internazionale della Donna, a cui è dedicato anche il webinar di M9, con la storica Alessandra Gissi e un tour virtuale sulle donne di Venezia...

 

 

 

baseggio-news.jpg

 

TEATRO

…VEGNIMO A DIR EL MERITO…
CIACOLE BASEGGESCHE

Disponibile on demand sulla piattaforma Backstage del Teatro Stabile Veneto

“....vegnimo a dir el merito....”: l’intercalare dispensato con doviziosa malizia da Lunardo, personaggio centrale de I rusteghi di Goldoni ma anche ruolo amatissimo e frequentatissimo (forse il più impersonato dal grande attore veneziano) da Cesco Baseggio, dà volutamente il titolo all'incontro fecondo tra il suo genio espressivo e forse il suo più prestigioso cantore e studioso. Docente Universitario, commediografo ma anche performer di grande vitalità e arguzia, Paolo Puppa commenta, approfondisce e interpreta da par suo in tre ciacole baseggesche tre temi cari al geniaccio veneziano. La prima, “son vecio, ma non so da brusar”, racconta del Baseggio autore, la seconda “Cossa semio, bestie?”, battuta tratta dal Shylock da lui interpretato a partire dal 1927, apre una riflessione sul Baseggio tragico, e infine “C'è un vecchio prete che fa un inchino”, ciacola dedicata al Baseggio ecclesiastico ed alle sue interpretazioni di tonache, di preti e di papa.

 

dtwuje-638x425.jpg

 

 

CINEMA

Fino a mercoledì 10 marzo
HANNAH

#iorestoinsala – proiezione del film, Giorgione Movie d’essai, sala B virtuale

Tra le novità della settimana, il film Hannah di Andrea Pallaoro, già in concorso a Venezia 74 con  protagonista Charlotte Rampling, vincitrice della Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile. Rimasta sola, alle prese con le conseguenze dell’arresto del marito, Hannah inizia a sgretolarsi, la sua quotidianità non ha più senso. Attraverso l’esplorazione del suo graduale crollo emotivo e psicologico, il film indaga il confine delicato tra l’identità del singolo, le relazioni umane e le pressioni sociali.

 

 

 

 

  

 

stefano_olivato.jpeg

 

VISITE GUIDATE

Venerdì 5 marzo, ore 17.30-18.30
IL MIO '900 - STEFANO OLIVATO / GIUSEPPE SACCÀ
M9 – Museo del ‘900, via G. Pascoli, Mestre

Per festeggiare la riapertura, M9 - Museo del ’900 ha attivato una serie di iniziative speciali, tra cui le visite tematiche Il mio ’900, con scrittori, storici, filosofi ed esponenti del mondo del giornalismo e della cultura, per conoscere parte dei contenuti di M9 e condividere lo sguardo di alcune “guide d’eccezione” su un luogo, un momento, un suono, una parola del Novecento.

Stefano Olivato, musicista e docente, approfondisce il tema La musica del Novecento. Un viaggio tra i suoi generi (h. 17.30), mentre Giuseppe Saccà, storico di M9, approfondisce l’installazione Luoghi Comuni, che indaga le persecuzioni razziali perpetrate dagli italiani nel Novecento [le visite sono incluse nel biglietto d’ingresso e hanno durata di 30 minuti. Prenotazione obbligatoria tramite mail a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo ]

 

 

 

vhg2dxatskwxjivfqh2bqkw9skltdavopbsxharir97xngtufmvbtrp_gikndsnimni.png

 

CLASSICA/CINEMA

Venerdì 5 marzo, ore 18
JOHANN SEBASTIAN BACH E IL CINEMA
Conferenza in streaming sul canale YouTube di Fondazione Levi
 
Il secondo di cinque appuntamenti curati dal gruppo di ricerca della Fondazione Levi “La critica musicale e la musica per film” propone una selezione di brevi interventi su alcuni momenti musicali della storia del cinema che hanno visto Johann Sebastian Bach protagonista di una pellicola o di una colonna sonora.
Gli appuntamenti seguenti:
30 aprile - Wolfgang Amadeus Mozart a
11 giugno - Richard Wagner
23 luglio - Antonio Vivaldi

 

 

 

 

 

 

 

images.jpg

 

LIVE PERFORMANCE

Venerdì 5 marzo, ore 18.30-19.30
POSTO FISSO – MICHELE TAJARIOL

Foyer M9 – Museo del ‘900, via G. Pascoli, Mestre
Il progetto Posto Fisso, organizzato in collaborazione con Marina Bastianello Gallery e l’atelier Temporaneo, trasforma il foyer del museo in uno spazio performativo di sperimentazione artistica, di ricerca e produzione, di condivisione e dialogo. Michele Tajariol (Pordenone 1985) presenta Another from Myself #2, un esercizio senza fine apparente che la performer Linda De Pellegrin compie sul suo volto, applicando su di esso ritagli di giornale. I gesti, ripetitivi ma controllati, cercheranno di ricostruire un ritratto, adattando alcuni particolari delle immagini all’anatomia del volto stesso [ingresso libero, nel rispetto delle misure di sicurezza]. 

 

 

 

 

 

 

 

tommasogenovesi.jpg

 

MUSICA
Venerdì 5 marzo, ore 21
CANDIANI GROOVE – TOMMASO GENOVESI
Open Space

Diretta streaming sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di Cultura Venezia

In attesa che si riaprano le porte del Centro Culturale Candiani, sbarca online la rassegna musicale Candiani Groove, tramutandosi in un progetto streaming. Tommaso Genovesi presenta Open Spaces, pubblicato dodici anni dopo Never Knows. Fedele alla formula del quartetto, il pianista siciliano, ormai veneto d’adozione, conferma di aver trovato la piena maturità artistica dal punto di vista strumentale e soprattutto come compositore e leader. Ciò anche grazie all’empatia che è riuscito a stabilire con i componenti della nuova formazione, il sassofonista veneziano Alberto Vianello il contrabbassista Marco Privato e il batterista Emanuel Donadelli.


 

 

100130-koopman.jpg

 

CLASSICAL
Sabato 6 marzo, ore 17.30

CONCERTO DIRETTO DA TON KOOPMAN 

Diretta streaming sul canale YouTube del Teatro La Fenice
Ton Koopman, direttore d’orchestra, organista e clavicembalista, per la prima volta alla testa dell’Orchestra del Teatro La Fenice, dirige il concerto che chiude la prima parte della Stagione, offerta in streaming. Al maestro olandese, specialista di musica barocca e figura di riferimento nel movimento dell’interpretazione antica, è affidato l’affascinante compito di tracciare un filo conduttore tra Ludwig van Beethoven e la musica di Johann Sebastian Bach: il programma musicale affiancherà infatti a due Suite per orchestra di Bach – la n. 1 in do maggiore bwv1066 e la n. 3 in re maggiore bwv1068 –, la Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 36 di Beethoven.

 

 

 

 

 

  

 

filma-divas-sievietes-6-43686647.jpg

 

CINEMA
Domenica 7 e lunedì 8 marzo

DVE Ĺ˝ENŠÄŚINY – DUE DONNE

Proeizione speciale sul canale YouTube di CSAR
In occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna, CSAR offre la visione del film Due donne di Vera Glagoleva (2014). Il film sarà disponibile dalle 9 di domenica 7 marzo alle 24 di lunedì 8 marzo. Interpretato dal celebre attore inglese Ralph Fiennes (il Voldemort di Harry Potter e M negli ultimi 007, protagonista anche di Strange Days, Red Dragon, Grand Budapest Hotel) e dall’attrice francese Sylvie Testud, Due Donne è una sontuosa produzione in costume, tratta dalla pièce teatrale di Turgenev Un mese in campagna. Nella Russia di metà Ottocento, nella tenuta di un ricco proprietario terriero, un amico di famiglia torna da un viaggio all’estero, ma viene ignorato, mentre tutti sono presi dal nuovo insegnante privato, recentemente assunto. Due donne cadono subito preda del suo fascino: Natal’ja e Vera, la sua figliastra. Natal’ja sta per compiere trent’anni ed è stata una moglie e madre devota, ma la sua vita è ora sconvolta da un turbine di amore e gelosia.

 

 

30noir.png

 

CINEMA
Da lunedì 8 a sabato 13 marzo

NOIR IN FESTIVAL

Festival in streaming gratuito sulla piattaforma MYmovies e sui canali social di Noir in Festival
La 30° edizione del Noir in Festival, la più conosciuta e amata manifestazione dedicata al genere mystery in tutte le sue forme: cinema, letteratura, televisione, new media, per la prima volta sarà accessibile unicamente online, gratuitamente, sulla piattaforma MYmovies.it. Il fil rouge di un’edizione che prende volutamente il via nella Giornata internazionale della Donna è certamente il prepotente affacciarsi del talento femminile nel mondo del noir: autrici, personaggi, storie che cambiano radicalmente il punto di vista e che hanno quest’anno un riferimento nel centenario della nascita di Patricia Highsmith. Molti i titoli in cartellone, da Favolacce a L’Immortale, da Villetta con ospiti a Il talento del calabrone… scopri il programma sul sito www.noirfest.com

 

 

 

 

domestication1280x1080.jpg

 

TALK/CINEMA
Da lunedì 8 marzo, ore 16-18

MASCARILLA 19 – La violenza di genere ai tempi della pandemia 

Streaming digitale in diretta dal Teatro del Castello di Rivoli 
In occasione della ricorrenza dell’8 marzo, il
Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, nell'ambito del progetto Mascarilla 19 – Codes of Domestic Violence propone un incontro sul tema della violenza di genere con il Direttore del Museo, Carolyn Christov-Bakargiev, la fondatrice e Presidente della Fondazione In Between Art Film e ideatrice di Mascarilla 19, Beatrice Bulgari, il Direttore Artistico della Fondazione In Between Art Film, Alessandro Rabottini, la curatrice Paola Ugolini e gli artisti Silvia Giambrone, Elena Mazzi, MASBEDO e Adrian Paci. In particolare, verranno proiettati quattro film d’artista che offrono prospettive diverse sul dramma della violenza domestica nell’inedito scenario dell’isolamento mondiale acuito dalla pandemia: Domestication (2020) di Silvia Giambrone, Muse (2020) di Elena Mazzi, Vedo rosso (2020) di Adrian Paci e Daily Routine (2020) di MASBEDO.

 

 

 

pauline-viardot-une-diva-a-decouvrir_1.jpg

 

CLASSICAL
Lunedì 8 marzo, ore 21

PAULINE VIARDOT

Aude Extrémo mezzosoprano
Étienne Manchon pianoforte
 

Concerto in streaming sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di Palazzetto Bru Zane [evento gratuito su prenotazione]

Nella Francia romantica, poche altre figure femminili ebbero tanta importanza quanto Pauline Viardot: non fu soltanto il mezzosoprano più celebre dell’epoca e la prima interprete di diverse opere di Meyerbeer, Saint-Saëns e Gounod, ma anche un’autrice feconda ed esigente. Come la maggior parte delle compositrici del suo tempo, dovette limitarsi principalmente alla mélodie, ma la varietà delle poesie da lei musicate, la ricchezza della sua ispirazione e l’evidente padronanza tecnica del mezzo vocale oltrepassano i confini di questo genere musicale, tanto da competere, a volte, con le ambizioni dell’opera lirica. Oggi eseguita troppo di rado, la produzione di Pauline Viardot sperimenta tutti i filoni della mélodie romantica, dal neobarocco al folklore europeo, senza dimenticare l’esotismo e il regionalismo di matrice popolare [segue].

 

marzo.jpg

 

WEBINAR
Lunedì 8 marzo, ore 17
8 MARZO. LA FESTA DELLE DONNE E LE SUE ORIGINI TRA MITO E STORIA
Webinar sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di M9

Il dialogo tra Alessandra Gissi, storica e autrice del volume Otto marzo. La Giornata internazionale delle donne in Italia (Viella, 2010) e Livio Karrer, storico di M9, sarà l’occasione per riflettere sull’origine della data simbolo delle lotte femminili, sulle cerimonie istituzionali e i rituali che ne hanno accompagnato le celebrazioni nel corso del Novecento, sui temi e sulle parole d’ordine che hanno segnato il mutamento di priorità e rilevanza nei discorsi e nelle rivendicazioni femminili nel corso dei decenni. Si analizzeranno le forme di ritualità pubblica che ruotano attorno all’8 marzo, come queste abbiano contribuito a strutturare i caratteri profondi della cultura nazionale e, al suo interno, a segnare le linee normative dei rapporti tra i generi. Una sorta di filo rosso che consente di ripercorrere il processo di definizione del concetto novecentesco di cittadinanza, il difficile equilibrio tra uguaglianza e differenza, il complesso rapporto tra donne e lavoro.

 

 

boldini_pastello_bianco.jpg

 

VIRTUAL TOUR

Mercoledì 10 marzo, ore 19
SOTTO LA LENTE
IL PASTELLO BIANCO (1988) – GIOVANNI BOLDINI

Conferenza online su piattaforma Zoom [evento, gratuito previa iscrizione]
La Collezione Guggenheim presenta un ciclo di quattro incontri, tra marzo e aprile, che attraverso le parole di due esperti in ambito di restauro e conservazione, Paola Borghese, restauratrice presso la Pinacoteca di Brera, Milano, e Luciano Pensabene Buemi, conservatore alla PGC, approfondiscono escamotage artistici, tecniche pittoriche e interventi di conservazione adottati da quattro celebri artisti. Durante il primo incontro a cura di Paola Borghese, un focus sull’opera Il pastello bianco (1888) del maestro della Belle Époque Giovanni Boldini, guardare ma non toccare: come conservare un ritratto a pastello di dimensioni pari al naturale.

 

 

 

 

carpaccio_storie_di_s.orsola_05_sogno_di_santorsola_1495_01.jpg

 

MUSEUM

Giovedì 11 marzo, ore 11/15
GIOVEDÌ IN MUSEO


JHERONYMUS BOSCH – IL SOGNO DI ORSOLA
Gallerie dell’Accademia, Campo della Carità

Dopo il grande successo degli approfondimenti sulle opere condotti dallo staff di esperti del museo, nelle prime settimane di apertura, le Gallerie dell’Accademia propongono un appuntamento settimanale fisso, ogni giovedì, i visitatori sono invitati a scoprire i capolavori della collezione attraverso molteplici punti di vista: dalla storia dell’arte alle indagini scientifiche, dalle problematiche di conservazione alle tecniche di restauro, dallo sguardo sull’opera al legame con la contemporaneità. Alle ore 11, Michele Nicolaci presenta “Jheronymus Bosch” alle Gallerie dell’Accademia, Sala VII (primo piano), mentre alle ore 15, Maria Teresa dal Bò presenta “Il sogno di Orsola: uno spazio onirico rivelatore”, Sala XXI (primo piano). Gli appuntamenti sono compresi nel costo del biglietto e a partenza fissa, con prenotazione direttamente in biglietteria.

 

 

querini.jpg

 

VIRTUAL TOUR

Giovedì 11 marzo, ore 17
QUERINILIVE – IN DIALOGO CON L’ANTICO
Visite guidate digitali in diretta su piattaforma Zoom

Per il ciclo di visite guidate digitali QueriniLive, a cura di Luisella Romeo, un percorso affascinante ‘in diretta’ attraverso gli spazi della Querini Stampalia, dove antico e contemporaneo sono in continuo dialogo. Gli interventi architettonici di Carlo Scarpa e Mario Botta, ma anche i progetti site specific di Elisabetta di Maggio in Museo e di Maria Morganti in Caffetteria: un intreccio sapiente tra passato e presente che  è il ‘carattere’ della Fondazione [visita guidata in italiano, costo 3 euro].

 

 

 

 

 

 

 

 

tintoretta.jpg

 

VIRTUAL TOUR

Giovedì 11 marzo, ore 21
VIAGGIARE DA FERME – VENEZIA DELLE DONNE
Tour virtuale in diretta su piattaforma Zoom

In attesa di poter riprendere a viaggiare, il blog al femminile Permesola invita le sue lettrici a Viaggiare da ferme con un ciclo di  tour virtuali. Lo fa a modo suo, cercando il lato femminile del mondo. Il secondo appuntamento è con la Venezia delle donne.
 Non si parlerà, per un volta, di Marco Polo o Casanova, ma della Tintoretta, di Sara Copio Sullam, perfino di Valeria Solesin, deceduta nell'attacco terroristico al Bataclàn, a cui la città ha dedicato un ponte che sta cambiando il movimento degli studenti. Accompagnate da Franca Lugato, laureata in Storie dell’Arte e curatrice di mostre, scopriamo la storia di dieci donne veneziane [evento su prenotazione, costo 10€].