VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS arrow Secondo Natura. Nadia Frisina riapre le cucine del St. Regis
Secondo Natura. Nadia Frisina riapre le cucine del St. Regis
di Fabio Marzari   
giovedì 04 marzo 2021
nadia-frisina-stregis.jpgNadia Frisina, Executive Chef dell'hotel St. Regis di Venezia interpreta al meglio la sua idea di cucina con un motto: “sublimiamo l’iconico”, che è una bandiera di grande professionalità, fantasia e consapevolezza. L’esperienza vissuta in questo periodo drammatico di pandemia ha inevitabilmente segnato anche il mondo della ristorazione di altissimo livello in cui Frisina è abituata a confrontarsi ed operare, e nelle sue parole pare di ascoltare il silenzio innaturale di una cucina ridotta a numeri di sopravvivenza rispetto alla complessa e affollata brigata operativa durante i fastosi ritmi complessi delle stagioni passate, in cui la città era presa d’assalto e svariati erano gli eventi che riempivano gli spazi degli hotel in banchetti e feste.
Da siciliana, ma cittadina del mondo, è in grado per DNA di trasformare le difficoltà in opportunità, abituata a vedere l’attività del suo Etna, anzi della sua Etna, perchè in Sicilia il vulcano è femmina, trattato sempre con rispetto e sana paura, in grado di offrire dopo ogni attività eruttiva nuova linfa per rendere ubertosa la terra e produrre frutti meravigliosi.

In un mondo ancora prettamente maschile come quello degli Executive Chef, Frisina, forte della sua esperienza racconta che per una donna ogni nuovo inizio è una ripartenza quasi da zero in cui dover dimostrare il proprio valore e farsi valere, con una fatica doppia rispetto ai colleghi uomini. E incredibilmente questa attitudine a declinare al maschile la guida delle cucine riguarda il sud come il nord Europa e l'America, solo nell'estremo Oriente il lavoro delle donne chef viene considerato in modo rispettoso e paritario.
Frisina parla ancora con grandissimo rammarico di quanto accaduto in occasione della prima chiusura generalizzata di tutte le attività, quando finirono al macero moltissime derrate deperibili, senza poter porre rimedio a questo scempio. La lezione è servita per modificare radicalmente le abitudini, offrendo ogni giorno la freschezza dei prodotti disponibili e reperibili sul mercato in nome di una sostenibilità autentica e non usata come slogan. Ogni elemento della cucina viene portato ad esaltare i territori, partendo da quello lagunare, passato sempre attraverso il filtro siciliano di Frisina, fatto di saperi e di una cultura abituata a ricevere dalla terra il massimo con fatica e dedizione estrema.

La cucina dell'excutive chef Nadia Frisina

La sua cucina è un viaggio attraverso più territori, è frutto di una profonda conoscenza dei prodotti e deve portare i commensali ad una vera esperienza nei sapori, secondo i principi base di una responsabilità rispettosa degli equilibri naturali. Il Covid ha assunto lo stesso valore simbolico della caduta del muro di Berlino, nulla può essere come prima e serve tenere alto il rispetto della natura come faro di ogni azione. Questo nuovo modo di interpretare la cucina va spiegato girando per i tavoli tra i commensali; oggi il cliente è più motivato e va conquistato, non basta solo essere posizionati in un posto bellissimo, bisogna riguadagnare la fiducia di ogni singolo ospite, dimostrando il senso del lavoro svolto e gratificandolo con una scoperta o riscoperta di prodotti semplici, resi al meglio, contrariamente a quanto sin qui troppo spesso si è fatto, ossia banalizzare la cucina verso l'alto, giocando ad arricchire con troppe sovrastrutture il carattere primo di un piatto.
Un po' per i numeri dei clienti, al momento ancora minimi, un po’, ma diremmo soprattutto, per questo nuovo carattere della cucina, ogni piatto va preparato in maniera espressa e la regionalità che si esprime in una moltitudine di piatti va proposta per esaltare i differenti prodotti al centro delle offerte gastronomiche.
Nadia Frisina ha fatto suo il detto veneziano “duri i banchi” e con tenacia ed entusiasmo, uniti alla consapevolezza di operare in un contesto privilegiato per bellezza e per varietà di offerte, vuole segnare l'inizio di una nuova avventura in cui la Natura regola e regala il ritmo della sua armonia perfetta anche a tavola.

strvcexrre.326934.jpg

 

Gio’s Restaurant & Bar
I cocktail della settimana del St. Regis Bar.
Ogni settimana prova un cocktail diverso del nostro Facundo:
•dall’8 al 14: The Woman in Yellow
•dal 15 al 21: Il signature Santa Maria Bloody Mary
•dal 22 al 28: The G&T with a View
Gio’s | dalle 12.00 alle 18.00 | Tutti i giorni
Per informazioni e prenotazioni +39 041 240 0001
oppure  Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
 
Un marzo di vino.
Per tutto marzo, la nostra Sommelier Miriam propone per l’aperitivo una selezione di vini ad un prezzo speciale, da accompanare con delizie a base di ingredienti di stagione della nostra Chef Nadia Frisina.
Gio’s | dal lunedì al giovedì | dalle 16.00 alle 18.00
Per informazioni e prenotazioni +39 041 240 0001
oppure  Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
 
 
Il weekend al Gio’s Restaurant.
La nostra Executive Chef Nadia Frisina celebra il weekend con il suo nuovo signature dish, la Selezione di Crudo di Pesce dal Mercato di Rialto.
Gio’s | dalle 12.00 alle 15.00 | sabato e domenica
60 euro per 2 persone | 80 euro per 2 persone con bottiglia di Prosecco
Per informazioni e prenotazioni +39 041 240 0001
oppure  Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo