VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow Alla corte dello CSAR. Dieci anni di cultura multiforme
Alla corte dello CSAR. Dieci anni di cultura multiforme
di RedazioneWeb3   
10-anni-csar.jpgLo CSAR compie 10 anni e li celebra in modo virale, attraverso un video che verrà lanciato il 6 marzo, data in cui ricorre il compleanno, sul canale YouTube per rivivere la storia del Centro Studi sulle Arti della Russia a partire dalla sua fondazione. Dieci anni raccontati attraverso oltre 40 mostre, 15 festival di cinema russo, 14 missioni culturali della Federazione a Venezia, più di 40 volumi pubblicati tra cataloghi di mostre, monografie, atti di congressi scientifici e traduzioni.

 

Ufficialmente inaugurato il 6 marzo 2011 nell’ambito delle manifestazioni per l’Anno della Cultura e della Lingua russa in Italia e della Cultura e della Lingua italiana in Russia, CSAR è promosso dall’Università Ca’ Foscari Venezia e dalla Direzione dei Festival Cinematografici e dei Programmi Internazionali della Federazione Russa, con il sostegno dei Ministeri della Cultura e degli Esteri.

Divenuto in poco tempo il più importante centro di studi sull’arte della Russia dell’Europa Occidentale, svolge una sistematica attività di ricerca, valorizzazione e diffusione dello straordinario patrimonio culturale che la Russia ha elaborato nel corso della storia. Le concrete articolazioni di tale esperienza – l’arte e la cultura del passato e del presente, come pure la tradizione russa in ambito musicale, teatrale e cinematografico – sono tra gli obiettivi fondamentali delle ricerche del Centro.

 

Incardinato presso il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali dell’ateneo veneziano, è diretto da Silvia Burini, professoressa associata e titolare degli insegnamenti di Storia dell'arte russa, Storia della cultura russa e Storia dell'arte contemporanea comparata, e da Giuseppe Barbieri, ordinario di Storia dell'arte moderna all'Università Ca' Foscari, dove è stato direttore del Dipartimento di Storia delle Arti e Conservazione dei Beni artistici “G. Mazzariol” (2008-2010) e della Scuola dottorale inter-ateneo (Ca' Foscari-IUAV-Verona) in Storia delle Arti (2010-2017).


Ricerca e valorizzazione del patrimonio culturale russo

La vocazione internazionale e multidisciplinare del Centro si è traduce in una attività intensa che spazia dal cinema all’arte contemporanea e al teatro, grazie alla rassegna Ruskino, agli innumerevoli programmi espositivi, ai convegni e alle partnership internazionali, ai seminari di studio e alle conferenze, rivolti prima di tutto agli studenti di Ca’ Foscari ma ad altissimo riscontro accademico e di pubblico. Le mostre – realizzate in collaborazione con i più importanti musei della Federazione (Museo di stato Ermitage, Galleria statale Tret’jakov, Museo delle belle arti Puškin, MMoma – Museo di Mosca di arte contemporanea, Museo panrusso di arti applicate, decorative e popolari, Museo centrale statale di storia contemporanea della Russia, ROSIZO, molti altri musei regionali e altre prestigiose fondazioni) – hanno stabilito un nuovo e aggiornato standard di diffusione dell’arte russa in Italia.
A Venezia, ma anche a Torino, Milano, Vicenza, Asiago, Pordenone, Gorizia, a Trieste e nel 2022 a Roma, le mostre hanno adottato uno “sguardo occidentale” moderno, ma sempre rispettoso e rigoroso sull’arte russa, impiegando in maniera del tutto originale le nuove tecnologie multimediali e coinvolgendo quasi un milione di spettatori appassionati, ricevendo al contempo grandi apprezzamenti dalla critica.

 

mostra.jpg

 

Lo CSAR è caratterizzato da qualificate partnership internazionali (grazie a un Comitato scientifico, costituito da storici dell’arte, direttori di musei e istituzioni, critici, curatori, slavisti ed esperti di arte russa, provenienti da università e enti museali di diversi paesi, fra cui Italia, Russia, Stati Uniti e Germania) ed è diventato un luogo permanente d’incontro e di confronto aperto a studenti, docenti e a quanti hanno a cuore lo sviluppo degli studi sui grandi risultati conseguiti nei secoli dalla civiltà russa. Tra le sue attività figurano lo sviluppo di progetti di ricerca, laboratori, mostre, convegni internazionali, rassegne cinematografiche e di altre arti performative, edizioni scientifiche, catalogazione di raccolte artistiche e promozione di attività culturali, sperimentazioni di pratiche educational per il Cultural Heritage. Da Venezia il Centro si è ormai affermato come una efficace piattaforma che collega due Paesi e due culture, in uno scenario internazionale e moderno com’è naturalmente quello veneziano.

www.unive.it

-01_iscriviti_bianco_ok.jpg