VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow FOCUS EVENTI | Gli imperdibili dal 12 al 18 marzo 2021
FOCUS EVENTI | Gli imperdibili dal 12 al 18 marzo 2021
di Redazioneweb   
mercoledì 10 marzo 2021
Tra gli eventi della settimana selezionati dalla nostra Redazione: la proiezione virtuale per #iorestoinsala del film Collective di Alexander Nanau, entrato a pieno merito nella shortlist deli Academy Award 2021, un nuovo appuntamento dedicato ai più piccoli con i pirati di Storie di Carta sulla piattaforma Backstage del Teatro Stabile del Veneto, la presentazione online del volume “Pino” Rosa Salva. Venezia e la sua laguna all’Ateneo Veneto, la nuova web serie di Matteo Righetto, L’anno dei setti inverni, il terzo appuntamento con la rassegna Candiani Groove che presenta Speck e Zola, concerto jazz di Flaviano Braga e Simone Mauri, il secondo incontro online del ciclo Sotto la Lente della Collezione Guggenheim dedicato all’opera di Kandinsky, i nuovi #CiniTalk, incontri di approfondimento che raccontano i singoli Istituti e Centri di Ricerca della Fondazione Cini attraverso la voce dei loro Direttori, un Creative Lab di Fabrica con Lagranja design studio e le iniziative online del progetto Mozart@Padova, tra concerti, spettacoli e conferenze e prelibatezze viennesi….

 

collective-film.jpgCINEMA
Fino a mercoledì 17 marzo
#iorestoinsala | COLLECTIVE
Proiezione virtuale del film, Giorgione Movie d’essai, sala B virtuale
[acquista il biglietto]
Per il ciclo di proiezioni virtuali #iorestoinsala, il film del regista rumeno Alexander Nanau, Fuori Concorso nel 2019 a Venezia76 e ora selezionato nella shortlist degli Oscar 2021 per il miglior film straniero. Il 30 ottobre del 2015, durante un concerto, l’esplosione di alcuni fuochi d’artificio trasformò la discoteca Colectiv di Bucarest in un inferno di fuoco. Persero la vita 64 persone, 27 la sera stessa, gli altri nei mesi successivi. Morti che insospettirono il giornalista Catalin Tolontan, in quanto la maggior parte avevano riportato ferite assolutamente curabili. Da qui nasce una delle inchieste di giornalismo investigativo più accurate e agghiaccianti degli ultimi anni, una serie di articoli che fece crollare un governo. Collective è un’opera potente, indispensabile in un momento in cui le vite di tutti sono nelle mani di governi e grandi industrie. Catalin Tolontan e il suo team di giornalisti sono la dimostrazione e la conferma che la libertà d’inchiesta è un valore inestimabile per ogni stato che voglia definirsi democratico.

 

 

 

chiostro-palladiano-ph-matteo-de-fina-per-gentile-concessione-della-fondazione-giorgio-cini1.jpgTALK
Giovedì 11 marzo
#CINITALK – ISTITUTO INTERCULTURALE DI STUDI MUSICALI COMPARATI
Pagina Facebook e canale YouTube della Fondazione Cini

Inaugura il ciclo di incontri, che a marzo è dedicato alle realtà musicali, Giovanni Giuriati per racconterà al pubblico l’Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati che dirige dal 2004. Creato nel 1969 da Alain Daniélou, l’Istituto promuove la conoscenza delle diverse culture musicali e indaga i processi musicali contemporanei in una prospettiva interculturale. Gli eventi organizzati dall’Istituto vengono da tempo promossi anche online, in particolare con estratti video sul canale YouTube della Fondazione Cini che hanno già superato 1 milione di visualizzazioni. Il primo appuntamento di quest'anno dedicato agli Studi Musicali Comparati è il seminario online Divulgare la conoscenza delle musiche del mondo in programma mercoledì 17 marzo alle 16 in diretta sul canale YouTube della Fondazione Giorgio Cini.

 

 

 

 

a_spasso_nel_tempo-grande_colpo_a_versailles1.jpgKIDS
Da venerdì 12 marzo, ore 16
#6 STORIE DI CARTA
A SPASSO NEL TEMPO: GRANDE COLPO A VERSAILLES

Disponibile on demand sulla piattaforma Backstage del Teatro Stabile del Veneto
Il mozzo Billy Il Brutto e il capitano Kid Barbaverde, due maldestri pirati, alter ego dei creatori Ivan Di Noia e Romina Ranzato di Barabao Teatro, continuano il loro viaggio sempre alla ricerca di un tesoro per il quale affrontano imprese straordinarie. Questa volta li attende la meravigliosa corte di Versailles con i suoi incantevoli giardini, i grandiosi saloni e le dolci prelibatezze di rinomati pasticceri! Ma, quel che attira i nostri due intrepidi pirati è il prezioso dono che Re Luigi XVI intende fare alla Regina Maria Antonietta in occasione del battesimo di loro figlio. Un intricato labirinto da superare, sale inviolabili, una cassaforte impenetrabile, niente di più accattivante ed entusiasmante per Billy e Kid che si troveranno catapultati nei fantastici fasti di una delle Corti più maestose d’Europa.

 

 

 

 

pinorosasalva.jpgBOOK
Venerdì 12 marzo, ore 17.30
“PINO” ROSA SALVA. VENEZIA E LA SUA LAGUNA
Canale YouTube di Ateneo Veneto

Presentazione del volume “Pino” Rosa Salva Venezia e la sua laguna
a cura di Giannandrea Mencini (Lido di Venezia, Supernova edizioni 2020)
Gherardo Ortalli, Maurizio Calligaro, Silvio Testa conversano con il curatore

Il 12 novembre 2019 Venezia è stata colpita da un’acqua alta eccezionale di 187 cm sul livello medio del mare. Dopo 54 anni dalla grande alluvione del 1966, la città e il suo litorale sono stati, ancora una volta, in balìa del mare, subendo gravissimi danni ed evidenziando la loro fragilità e la necessità di urgenti e veloci interventi per la loro difesa. Il libro di Mencini ripercorre la storia della salvaguardia della Città e della sua Laguna attraverso la figura carismatica di “Pino” Rosa Salva, per molti il padre dell’ambientalismo veneziano che, dagli anni ’60 fino agli anni ’90, fu protagonista di storiche battaglie in difesa dell’ecosistema lagunare. Anni di dibattiti, polemiche, denunce e processi, che portarono sotto gli occhi del mondo il “Problema Venezia”, rimasto ancora oggi incredibilmente attuale.

 

 

speck-zola1.jpgMUSICA
Venerdì 12 marzo, ore 21
CANDIANI GROOVE – FLAVIANO BRAGA & SIMONE MAURI
Speck & Zola

Pagina Facebook del Centro Culturale Candiani e canale YouTube di Cultura Venezia

In attesa che si riaprano le porte del Centro Culturale Candiani, sbarca online la rassegna musicale Candiani Groove, tramutandosi in un progetto streaming. Viene presentata con questo concerto un’apprezzata produzione discografica del 2017, Speck & Zola, a firma del duo composto da Flaviano Braga e Simone Mauri. La fisarmonica, che Braga suona da quando aveva sei anni, ed il clarinetto basso di Mauri, diplomato in clarino classico e poi convertitosi al jazz, creano un impasto timbrico ricco e suggestivo, che consente loro di spaziare fra i generi più diversi, pur rimanendo l’improvvisazione jazzistica il collante irrinunciabile del loro dialogo. Una musica ricercata e creativa ma dal grande impatto spettacolare, in grado di coinvolgere anche i non addetti ai lavori.

 

 

 

mozartweb_1-e16153673762441.jpgANNIVERSARY
Sabato 13 marzo, dalle ore 16
MOZART @ PADOVA 1771-2021
Pagina Facebook e sul canale YouTube dell’Orchestra di Padova e del Venetoe sulla piattaforma Backstage del Teatro Stabile Veneto

Nell'ambito del progetto culturale Mozart @ Padova 1771-2021. Un viaggio musicale, il Teatro Verdi di Padova ospita lo spettacolo per famiglie Mozart in carrozza, che segue le avventure del giovane Mozart nel suo primo viaggio in Italia, compiuto 250 anni fa. Con Giacomo Bianchi violino solista e concertatore, l’OPV eseguirà musiche di Mozart e del padre Leopold, oltre a quelle del giovane amico Linley, conosciuto a Firenze. Il tutto raccontato dalla voce di Massimiliano Mastroeni e arricchito dalle scenografie di Catarina Sobral/BasBleu illustration.
A seguire, sugli stessi canali alle ore 18, la lezione-concerto con Sergio Durante: Mozart, il quartetto di Lodi 1771, e alle 20.45, il Concerto straordinario del violinista Leonida Kavakos, direttore e solista di OPV che eseguirà: La Betulia Liberata, Ouverture; Concerto n.4 per violino e orchestra K 218, Sinfonia n.41 K 551 "Jupiter". Inoltre per tutto il mese di marzo, alcune pasticcerie di Padova realizzeranno una particolare versione della Sachertorte proprio in onore a Mozart.

 

 

verona-la-traviata-di-zeffirelli-inagura-l-opera-festival-2019-n8nze.jpgOPERA
Da domenica 14 marzo
LA TRAVIATA DI ZEFFIRELLI
On demand sulla webTv di Fondazione Arena

La Traviata che aprì la stagione dell'Arena di Verona il 21 giugno 2019 fu un evento eccezionale. Si trattava dell'allestimento firmato da Franco Zeffirelli che però non fece in tempo a sentire gli applausi che arrivarono dalla platea dell'anfiteatro e da tutto il mondo. Per rendere omaggio al regista, scomparso pochi giorni prima del debutto, l'opera fu infatti trasmessa in diretta e in mondovisione su Rai 1. Per chi volesse rivedere o avesse perso quella serata lo spettacolo sarà disponibile per un mese (al costo di € 9,90 per singolo accesso) a partire dal 14 marzo sulla webTv di Fondazione Arena che, parallelamente all’attività artistica al teatro Filarmonico, continua ad arricchire il programma con nuove ed esclusive proposte online.

 

 

 

 

 

 

 

setteinverni.jpgTEATRO
Da lunedì 15 marzo, ore 18
L’ANNO DEI SETTE INVERNI
7 episodi, pubblicati uno al giorno e poi disponibili on demand sui canali Facebook, Instagram, YouTube e sulla piattaforma
Backstage del Teatro Stabile Veneto
“Poco più di un anno fa si pensava che l’inverno fosse ormai alle spalle ed eravamo tutti pronti a rivivere i sentimenti di rinascita evocati da ogni primavera. Invece accadde improvvisamente ciò che tutti sappiamo: le ombre di un nuovo tempo si allungarono sulle nostre vite riportandoci nuovamente indietro, facendoci ripiombare nel cuore di una singolare e interminabile stagione fredda, più buia che mai. Dovemmo segregarci in casa, rintanarci come fanno gli animali del bosco in fuga dai grandi predatori, chiuderci nelle nostre profonde angosce che ci hanno rapidamente sbaragliato”. Da questa riflessione di Matteo Righetto nasce la web serie L’anno dei sette inverni, nuova produzione digitale del Teatro Stabile del Veneto che racconta il periodo di isolamento trascorso dallo scrittore padovano nel borgo dolomitico di Colle Santa Lucia nel Fodòm, durante i lunghi mesi della pandemia… [continua]

 

 

sophie_schmidt1.jpgTALK
Lunedì 15 marzo, ore 18
SOPHIE SCHMIDT
Live streaming sul canale YouTube del Centro Tedesco di Studi Veneziani – DSZV

Per il ciclo di incontri Ponti comunicare (con) Venezia, l'artista e performer Sophie Schmidt di Monaco di Baviera converserà con Petra Schaefer, responsabile delle relazioni artistiche, con l'introduzione di Marita Liebermann, direttrice del Centro Tedesco di Studi Veneziani.
Sophie Schmidt (1986) si è diplomata all'Accademia di Belle Arti di Monaco nel 2017, prima di studiare filosofia e letteratura tedesca all'Università Ludwig-Maximilian di Monaco.La pratica artistica di Sophie Schmidt mixa una varietà di media tra cui pittura, performance, linguaggio e scultura. Nel suo lavoro il corpo è centrale. Indaga ed esplora i potenziali e i limiti attesi e inaspettati del corpo che non comprende solo l'umano. Nelle performance Schmidt lavora con protesi che la aiutano a muoversi. Ha iniziato ad esplorare il corpo e le sue possibilità di movimento costruendo macchine chiamate "macchine di locomozione" (Fortbewegungsmaschinen).

 

 

 

cinitalk.jpgTALK
Mercoledì 17 marzo
#CINITALK – ISTITUTO PER LA MUSICA

Pagina Facebook e canale YouTube della Fondazione Cini
Il secondo appuntamento di #CiniTalk è dedicato all’Istituto per la Musica della Fondazione Cini, raccontato da Gianmario Borio che lo dirige dal 2012. L’Istituto per la Musica si distingue per la sua duplice struttura: da un lato è luogo di raccolta, conservazione e valorizzazione di fonti della musica italiana del XX e XXI secolo; dall’altro lato è un punto di incontro per studiosi di varia provenienza, un centro di discussione teorica ed elaborazione metodologica. La campagna di catalogazione e digitalizzazione, condotta in questi anni, ha posto le basi per ricerche innovative e attratto studiosi da ogni parte del mondo. Un'ampia produzione editoriale, dedicata alle pratiche compositive e alle questioni salienti della cultura musicale, ha consolidato il ruolo dell'Istituto per la Musica nel dibattito internazionale. Il primo evento organizzato nel 2021 sarà il webinar Istantanee – L’improvvisazione collettiva, tecniche e stili in Europa tra il 1960 e il 1980 che si terrà online dal 18 al 20 marzo 2021.

 

 

 

lagranja.jpgLAB
Mercoledì 17 marzo, ore 15
FABRICA CREATIVE LABS: 2 Friends, 20 Years, 200 Images, 2000 Words
Online su piattaforma Zoom, previa iscrizione
[evento gratuito, solo in inglese]
Per il ciclo creative labs di Fabrica, l’incontro con Gerard Sanmartí e Gabriele Schiavon, co-fondatori di Lagranja, studio di design multidisciplinare focalizzato principalmente sulla creazione di interni e prodotti basato a Barcellona, con uffici a Singapore ed Istanbul. Non è una lezione e nemmeno una conferenza. È un viaggio visivo, una serie di flash. Forse potremmo dire che è una performance. Assicurati di avere a portata di mano una birra e dei popcorn, buon divertimento!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

vasily-kandinsky-paesaggio-con-macchie-rosse-n-2-392.jpg

 

FOCUS
Mercoledì 17 marzo, ore 19
SOTTO LA LENTE#2 – VASILY KANDINSKY
Conferenza online su piattaforma Zoom [evento gratuito, previa iscrizione]

La Collezione Guggenheim presenta un ciclo di quattro incontri, tra marzo e aprile, che attraverso le parole di due esperti in ambito di restauro e conservazione, Paola Borghese, restauratrice presso la Pinacoteca di Brera, Milano, e Luciano Pensabene Buemi, conservatore alla PGC, approfondiscono escamotage artistici, tecniche pittoriche e interventi di conservazione adottati da quattro celebri artisti. Durante il secondo incontro, a cura del curatore Pensabene Buemi, un focus sulle opere di Vasily Kandinsky da Paesaggio con macchie rosse, n. 2 del 1913 a Verso l’alto del 1929... [continua]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

le-ciel-la-terre-et-lhomme-1-1800x7651.jpgCINEMA
Mercoledì 17 marzo, ore 21
LE CIEL, LA TERRE ET L'HOMME
Presentazione online su piattaforma Zoom e proiezione online sul canale Vimeo di Fondazione Benetton

La 9a edizione della rassegna cinematrografica Paesaggi che cambiano della Fondazione Benetton Studi e Ricerche, si conclude con la proiezione del film di Caroline Reuker, Le ciel, la terre et l’homme (Germania, 2018, 69’). Il film sarà introdotto sulla piattaforma Zoom (iscrizione obbligatoria) dalla curatrice della rassegna, Simonetta Zanon, e da Gloria Aura Bortolini, direttrice artistica dell’Edera Film Festival. Al termine della presentazione sarà comunicata la password per accedere alla visione gratuita del film nel canale Vimeo della Fondazione.
Nel deserto del Marocco, al di fuori dei centri abitati, vivono isolate piccole comunità di nomadi, dedite esclusivamente all’allevamento di pecore e capre: all’interno di queste famiglie sovraffollate, che non possiedono quasi nulla oltre a una tenda, gli strumenti domestici essenziali e magari un mezzo motorizzato, ognuno svolge un ruolo preciso per contribuire alla sopravvivenza comune.