VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow FOCUS EVENTI | La nostra selezione dal 26 marzo all'1 aprile 2021
FOCUS EVENTI | La nostra selezione dal 26 marzo all'1 aprile 2021
di Redazioneweb   
mercoledì 10 marzo 2021
Tra gli eventi della settimana selezionati dalla nostra Redazione:  lo speciale Rai per i 1600 anni dalla fondazione di Venezia, la proiezione virtuale per #iorestoinsala del film del Ex Libris – New York Public Library di Frederick Weisman, un nuovo episodio della web serie del Teatro Stabile del Veneto A ritmo di Dante, due appuntamenti con le performance sonore di Forest Sound e due momenti di approfondimento sulla nuova mostra Foresta M9, l’ultimo concerto online di Candiani Groove con i jazzisti Marcello e Pietro Tonolo, il tributo di Alessandro Haber dal Toniolo di Mestre per la Giornata Mondiale del Teatro, il laboratorio-evento per famiglie di Palazzetto Bru Zane, la nuova rubrica settimanale di Radio Ca’ Foscari, Quando passa il due?

 

venezia1600_rai.jpgVENEZIA1600

Giovedì 25 marzo, ore 18.30

1600 VENEZIA – SPECIALE ANNIVERSARIO
In diretta su Rai2

Il saluto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, poi il racconto di Venezia attraverso immagini e musica, eseguita dall’orchestra e dal coro del Teatro la Fenice, con la narrazione di Alessio Boni. Così Rai2, in collaborazione con il Teatro la Fenice, celebra i 1600 anni dalla nascita della Serenissima. Il concerto, diretto dal Maestro Renato Palumbo, raccoglie in gran parte musica scritta per Venezia e per la Fenice, a partire da Giuseppe Verdi, dalle pagine di Attila, composto proprio per il Teatro nel 1846, a Otello, che nel finale del terzo atto rende omaggio alla città. E ancora La Traviata, eseguita in prima assoluta alla Fenice, così come Ernani, che debuttò sempre alla Fenice qualche anno prima. Ma il tema ricorre anche con L’italiana in Algeri, che Rossini scrisse per il Teatro di San Benedetto. Poi la Barcarolle dai Contes d’Hoffmann di Jacques Offenbach. Un intreccio di grandi composizioni di cui la città è il fulcro o l’ambientazione, unica eccezione è il “Nessun dorma" dalla Turandot di Puccini, scelto per il suo valore emblematico come canto universale della riscossa dell’animo umano.

 

 

 

fieri-pasti.jpgDANTE 700

Da giovedì 25 marzo 

A RITMO DI DANTE –  FIERI PASTI
Piattaforma Backstage del Teatro Stabile Veneto

Fieri pasti è il titolo del nuovo episodio della web serie del Teatro Stabile del Veneto A ritmo di Dante che ha l’onore di essere messo online proprio nello stesso giorno in cui 700 anni fa, convenzionalmente, Dante Alighieri iniziava la sua discesa agli inferi “nel mezzo del cammin di nostra vita”. Nel corto due servi si trovano ad apparecchiare la tavola per un ospite illustre, il grande Dante Alighieri: come bisognerà trattarlo? Quali i suoi cibi preferiti? Aneddoti sul Sommo Poeta e il cibo e ricette citate nella Divina Commedia saranno l’argomento di discussione dei due protagonisti, a partire dai versi del XXI canto dell’Inferno, del celebre canto del conte Ugolino, e dei canti XXII e XXIV riservati ai Golosi nel Purgatorio. I sette cortometraggi realizzati dagli allievi dell’Accademia Teatrale rimangono sempre disponibili gratuitamente sulla piattaforma digitale Backstage.

 

 

 

 

 

ex-libris1.jpgCINEMA
Fino a domenica 31 marzo
#iorestoinsala | EX LIBRIS – NEW YORK PUBLIC LIBRARY
Giorgione Movie d’essai, sala A virtuale [acquista il biglietto ]  

Presentato a Venezia74 in Concorso da Frederick Wiseman, il documentario del 2017 racconta il sistema bibliotecario di New York, cuore pulsante della vita culturale cittadina. Apparato complesso, con novantadue divisioni sparse per Manhattan, il Bronx e Staten Island, la Biblioteca pubblica di New York ambisce a essere una risorsa per tutti gli abitanti di questa città sfaccettata e cosmopolita, e non solo. La New York Public Library esemplifica il credo profondamente americano del diritto individuale di sapere e di essere informato. Sostenuto grazie a una gestione mista di fondi pubblici e privati, si dimostra una delle istituzioni più democratiche in America – chiunque è il benvenuto. Con le sue attività, la Biblioteca giorno dopo giorno fa il possibile per stimolare l’apprendimento, promuovere la conoscenza e rafforzare le comunità

 

 

 

 

 

 

forestam9.jpgPERFORMANCE
Venerdì 26 marzo, ore 21
M9 FOREST SOUND – ELIA + GRUPPO PORNO 
Pagina Facebook e canale YouTube di M9 - Museo del '900

Prosegue il ciclo di performance sonore e dj-set originali che amplificano il messaggio di rigenerazione di Foresta M9, la nuova mostra-installazione temporanea che ha trasformato il Museo del '900 in un bosco di ben 600 essenze arboree. Tra disordine, riferimenti artistici e contraddizioni, Elia raggiunge un equilibrio musicale eclettico, improntato sulla raccolta e miscelazione di sonorità diverse dove il groove fa da padrone. Un percorso di selezione che parte dalla musica Electro e Disco degli Anni 80 sino ad arrivare a tonalità contemporanee più profonde. Al centro di tutto c'è un frenetico interesse per la musica e l’espressione artistica, coltivata negli anni attraverso il progetto culturale veneziano Karma.Venetiae.
Gruppo Porno è un collettivo musicale composto da giovani produttori, dj, graphic designer e musicisti della zona urbana di Venezia. Funk, Grime, Acid Jazz, Trip-hop, House, Jungle, Broken-beat – non importa lo stile – il collettivo GruppoPorno crea sempre un ponte tra nu e old school. Tutto questo con un pizzico di crudo sex appeal.

 

 

 

marcello_e_pietro_tonolo_low1.jpgMUSICA
Venerdì 26 marzo, ore 21
CANDIANI GROOVE – MARCELLO & PIETRO TONOLO
Our Family Affairs

Pagina Facebook del Centro Culturale Candiani e canale YouTube di Cultura Venezia

Se si escludono i “grandi padri” Giorgio Baiocco e Renato Geremia, pochi musicisti hanno inciso nell’evoluzione del movimento jazzistico veneto, come i fratelli Marcello e Pietro Tonolo, miranesi, pianista il primo, sassofonista il secondo. Didatti stimati ed ancora molto attivi – docenti entrambi al Conservatorio – sono stati tra i fondatori della celebre Keptorchestra, che ha ospitato maestri del calibro di Lee Konitz, Steve Lacy e Joe Lovano. Marcello e Pietro, che hanno collaborato in quasi quarant’anni con molti importanti jazzisti internazionali, hanno suonato occasionalmente insieme nei rispettivi gruppi, ma in modo continuativo solo agli esordi, in un quartetto denominato Jazz Studio, di cui però non esistono incisioni. È quindi storico Our Family Affairs, primo disco che firmano come co-leader e che sarà presentato in anteprima al Candiani.

 

 

 

 

alessandro-haber1.jpgGIORNATA MONDIALE DEL TEATRO
Da sabato 27 marzo, ore 11
ALESSANDRO HABER – QUESTO AMORE 

Pagina Facebook  e canale YouTube di Cultura Venezia

Per la giornata mondiale del Teatro, istituita il 27 marzo, il Settore Cultura del Comune di Venezia alza virtualmente il sipario con un progetto in collaborazione con Arteven. Sul palco del Teatro Toniolo di Mestre, Alessandro Haber, testimonial d’eccezione, racconterà il suo profondo legame con il teatro, l’amore per la poesia e la passione per il palcoscenico attraverso la poesia di Jacques Prévert Questo amore, regalando un’intensa e sentita interpretazione in esclusiva per i teatri del veneziano: Toniolo, Momo, Parco e Groggia.
Una poesia lunga ma tagliente, che parla di un amore potente e incondizionato che Haber vuole «dedicare all’amore che abbiamo noi che facciamo questo mestiere per il teatro, luogo meraviglioso, che ogni volta ci dà, col pubblico, delle emozioni e ci fa vivere meglio...». L’attore invita lo spettatore ad avvicinarsi piano, ascoltandolo per godersi appieno un’emozione, in attesa di riaprire i nostri teatri e tornare in platea.

 

 

 

cilloman.jpgPERFORMANCE
Domenica 28 marzo, ore 21
M9 FOREST SOUND – CILLOMAN + RVRSRVR  
Pagina Facebook e canale YouTube di M9 - Museo del '900

Cilloman è un infallibile selector in grado di rintracciare tesori musicali persi nelle viscere del tempo e rielaborarli in dj-set le cui reminiscenze, a cavallo degli ultimi 40 anni, prendono forma in una narrazione del tutto personale. Musica da ogni latitudine e da ogni epoca, setacciata, distillata attraverso l’alambicco vinilico che si fa beffa di ogni algoritmo e magari vi fa pure ballare.
Appassionato di musica sin da bambino, RVRSRVR  prende ispirazione dal rock e dalla new wave.  Dopo tanti anni di sperimentazione e studio si interessa alla musica elettronica ed entra a far parte della scena techno con il suo primo disco Cognitive Distortion, uscito su øpium trax nel 2020, di cui, in seguito, diventa parte integrante. A oggi RVRSRVR continua la propria ricerca e basa le sue produzioni su un set up interamente hardware, che vede molti strumenti analogici oltre che al suo immancabile piccolo sistema modulare.

 

 

scimone-sframeli-bar-foto-9.jpgTEATRO
Lunedì 29 marzo, ore 16
VERDI TALKS  - AL BAR DEL TEATRO
TGVP on demand

Con il nuovo sito web il Teatro Verdi di Pordenone lancia TGVP on demand: una selezione di appuntamenti video con la Prosa, la Musica, la Storia del nostro tempo e le Favole sempre disponibili e fruibili dal pubblico. Per il ciclo Verdi Talks, l’appuntamento Al bar del teatro – La babele delle lingue del teatro. Si parte dal bancone del bar del teatro, il luogo che dà il titolo a uno dei testi più belli del drammaturgo messinese Spiro Scimone. È una scrittura che usa il non detto e l’implicito per catturare lo spettatore in quel mistero che è la vita degli altri. Proprio come insegnava il premio Nobel Harold Pinter. Ma Scimone lo fa in dialetto messinese. Negli scorsi decenni la scrittura per il teatro ha subito inaspettate evoluzioni. Spesso ha rinunciando ai personaggi, ha ridato vitalità alle forme del monologo e del parlato, è tornata a rendersi viva grazie alla forza espressiva delle parlate regionali. Nato a Venezia e Napoli, il teatro delle lingue oggi parla di tante "Italie".

 

 

 

dantecafoscari.jpgDANTE 700
Lunedì 29 marzo, ore 17
LE CULTURE (E  LE PAROLE) DI DANTE

Lezione inaugurale 

Seminario online su piattaforma Zoom [iscrizioni]
Nell’ambito delle iniziative dell’Università Ca’ Foscari per il settimo centenario della morte di Dante, l’Ateneo presenta il ciclo di seminari online Le culture (e le parole) di Dante, organizzati nell’ambito del progetto di ricerca VERTEXCULT - Vernacular Textual Cultures in Dante’s Tuscany: Education and Literary Practices in Context (ca.1250 - ca. 1321), Marie Sklodowska Global Fellowship (G.A. 846958), con il patrocinio del Dottorato in Italianistica. Il 29 marzo la lezione inaugurale di Lino Pertile, di Harvard University, uno dei massimi studiosi di Dante a livello internazionale, cui seguiranno: Simone Marchesi, Princeton University; Zygmunt G. Baran ́ski, University of Notre Dame - University of Cambridge; Giuseppina Brunetti, Università di Bologna; Mira Mocan, Università Roma Tre; Luca Serianni, Sapienza Università di Roma.

 

 

 

 

quandopassaildue.jpgRADIO
Martedì 30 marzo, ore 14
QUANDO PASSA IL DUE?
On air su Radiocafoscari e on demand su Spreaker

Immaginiamo di ritrovarci seduti a un imbarcadero, in attesa che il nostro battello passi, e di scambiare due chiacchiere con la persona seduta accanto a noi o, perché no, con quella di fronte che ha appena perso il 5.1. Incuriosito dal discorso, interviene anche il turista che ti ha appena chiesto tra quanto passi il battello n.2. Beh, ne nasce una conversazione che potrebbe portarti ovunque!
Quando passa il 2? è la nuova rubrica di Radio Ca' Foscari. Ogni settimana viene proposto un tema diverso, affrontato da più punti di vista e attraverso le varie voci della comunità cafoscarina, tenendo d'occhio la tabella oraria dell'attualità e la direzione dei battelli in arrivo. Prendi posto anche tu sulla panchina dell'imbarcadero e attendi assieme a noi che il tuo battello passi!

 

 

 

 

forestam9_atmosfera_credits_aspro_studio1.jpgWEBINAR
Mercoledì 31 marzo, ore 18
IL MIO '900 IN VERDE | GIUSTINO MEZZALIRA  

Pagina Facebook e canale YouTube di M9 - Museo del '900
Continua in versione digitale la serie di viaggi tematici dentro il Novecento già avviato con gli approfondimenti guidati nella mostra permanente del museo. In occasione della mostra
Foresta M9 voci d’eccezione racconteranno alberi, foreste, boschi, comunità, ecosistemi e sostenibilità. Per il terzo incontro, Giustino Mezzalira, direttore Sezione Ricerca e Gestioni Agroforestali di Veneto Agricoltura, illustrerà la storia della rinascita dei boschi di pianura nella regione del Veneto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

lucrezia-liberati.jpgCLASSICA
Giovedì 1 aprile, ore 16
I QUATTRO ELEMENTI IN MUSICA – ARIA
TGVP on demand

Con il nuovo sito web il Teatro Verdi di Pordenone lancia TGVP on demand: una selezione di appuntamenti video con la Prosa, la Musica, la Storia del nostro tempo e le Favole sempre disponibili e fruibili dal pubblico.Dopo il primo concerto dedicato all’Acqua, fonte di vita, Maurizio Baglini presenta il secondo appuntamento musicale dedicato all’Aria che permea l’intero Universo: è l’invisibile che respiriamo, perciò è l’energia vitale senza la quale non ci sarebbe la vita. Non può essere afferrata e rappresenta il respiro cosmico. Al pianoforte, Lucrezia Liberati eseguirà alcuni brani dalla Suite Im Freien (all’Aria Aperta!) di Bela Bartók (1881-1945) e da Études-Tableaux Op. 39 di Sergej Rachmaninov (1873-1943).

 

 

 

 

 

 

 

 

bruzane-kids.pngKIDS LAB
Giovedì 1 e venerdì 2 aprile, ore 15

UN PIANOFORTE, UN CANE, UNA PULCE E UNA BAMBINA

Canale YouTube e pagina Facebook di Palazzetto Bru Zane

Palazzetto Bru Zane presenta un nuovo evento per famiglie online, culmine del progetto editoriale realizzato con Carthusia Edizioni, concretizzato nell’albo illustrato Un pianoforte, un cane, una pulce e una bambina, con i testi di Elisabetta Garilli e le illustrazioni di Daniela Iride Murgia, ispirato alle composizioni tratte dall’Album pour les tout-petits di Mel Bonis (1858–1937). Il pianoforte è al centro della narrazione, della scena e della storia, mentre l’attore-strumento ci porta la sua voce dal vivo attraverso le mani della stessa autrice del testo. Le scene vengono animate in tempo reale con burattini, sagome e giochi di equilibrio, conducendoci alternativamente per le strade di una città e nelle sale di un teatrino, seguendo il ritmo onirico del racconto. Una ballerina/mimo porta in scena i movimenti e le peripezie della protagonista della storia e dei suoi inseparabili amici. Giovedì 1 aprile e venerdì 2 aprile, verranno pubblicati sui canali social di Palazzetto Bru Zane i primi due video preparatori che permetteranno ai bambini e ai loro accompagnatori di partecipare al laboratorio digitale su Zoom in programma il 6 aprile alle 17.30.