VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow FOCUS EVENTI | La nostra selezione dal 2 all'8 aprile 2021
FOCUS EVENTI | La nostra selezione dal 2 all'8 aprile 2021
di Redazioneweb   
Tra gli eventi della settimana selezionati dalla nostra Redazione: la nuova iniziativa online del Fondaco dei Tedeschi, che si racconta grazie al teatro di Mattia Berto, l’evento per famiglie organizzato da Palazzetto Bru Zane, il concerto del Venerdì Santo diretto dal Maestro Peter Claus Flor dal Teatro La Fenice, il Concerto di Pasqua dei Solisti dell’Orchestra di Mozart per LuganoMusica, il Festival di Pasqua di Montepulciano quest’anno interamente in streaming, le nuove iniziative legate a Foresta M9, tra dj-set e lezioni di Yoga, la proiezione virtuale per #iorestoinsala de La vita invisibile di Eurídice Gusmão di Karim Aïnouz, un nuovo appuntamento di Fabrica Creative Lab con il regista Bradley Hasse, la conferenza di Gražina SubelytÄ— su Peggy Guggenheim e le donne moderne…

 

fondaco-storie.jpg

 

 

STORYTELLING
Da venerdì 2 aprile
FONDACO DELLE STORIE
Online sulla pagina Facebook e sul profilo instagram di T Fondaco dei Tedeschi by DFS

La storia dell’antico Fondaco dei Tedeschi si svela in quattro episodi video, della durata di cinque minuti ciascuno, creati e interpretati da Mattia Berto, regista, autore e attore teatrale veneziano (appuntamenti successivi: 16, 30 aprile e 14 maggio). Il protagonista ci accompagna in una sorta di viaggio onirico che diventa pretesto per raccontare la storia millenaria di un edificio unico nel suo genere. Il Fondaco dei Tedeschi è stato infatti, nel corso dei secoli, allo stesso tempo emblema del potere mercantile della Serenissima, importante piattaforma di scambi commerciali e vero e proprio luogo di incontri di culture provenienti da tutto il mondo.
In questo momento di “chiusura”, il Fondaco ha deciso di continuare le sue attività culturali online, per proseguire il proprio impegno, assunto fin dalla sua apertura, verso l’arte e la cultura, in collaborazione con alcuni protagonisti e realtà più rappresentative della vita culturale veneziana.

 

 

 

 

 

 

bruzane-kids.png

 

 

KIDS LAB
Venerdì 2 aprile, ore 15
UN PIANOFORTE, UN CANE, UNA PULCE E UNA BAMBINA #2
Canale YouTube e pagina Facebook di Palazzetto Bru Zane

Palazzetto Bru Zane presenta un nuovo evento per famiglie online, culmine del progetto editoriale realizzato con Carthusia Edizioni, concretizzato nell’albo illustrato Un pianoforte, un cane, una pulce e una bambina, con i testi di Elisabetta Garilli e le illustrazioni di Daniela Iride Murgia, ispirato alle composizioni tratte dall’Album pour les tout-petits di Mel Bonis (1858–1937). Il pianoforte è al centro della narrazione, della scena e della storia, mentre l’attore-strumento ci porta la sua voce dal vivo attraverso le mani della stessa autrice del testo. Venerdì 2 aprile, verrà pubblicato sui canali social di Palazzetto Bru Zane il secondo video preparatorio che permetterà ai bambini e ai loro accompagnatori di partecipare al laboratorio digitale su Zoom in programma il 6 aprile alle 17.30.

 

 

 

 

 

 

 

fenice.jpg

 

 

CLASSICA
Venerdì 2 aprile, ore 17.30
CONCERTO DIRETTO DA CLAUS PETER FLOR
Canale YouTube del Teatro La Fenice

La musica sacra di Wolfgang Amadeus Mozart è protagonista del concerto diretto da Claus Peter Flor nel giorno del Venerdì santo. Il maestro tedesco, alla testa dell’Orchestra e Coro del Teatro La Fenice, dirigerà il Requiem per soli, coro e orchestra KV 626 e il mottetto «Ave verum corpus» KV 618 del salisburghese, con la complicità delle voci soliste del soprano Ruth Iniesta, del mezzosoprano Cecilia Molinari, del tenore Anicio Zorzi Giustiniani e del basso Alex Esposito; maestro del Coro Claudio Marino Moretti.
Il Requiem, proposto nella versione completata da Franz Xaver Süßmeyer, Joseph Eybler e Franz Beyer, sarà introdotto dal delicato mottetto eucaristico «Ave verum corpus» KV 618: tra le ultime composizioni di Mozart, rappresenta forse una delle pagine più pure e più legate al mondo sacro, ovviamente per il testo utilizzato ma anche per la purezza della stesura musicale, quasi a suggerire una visione celeste. Sono poche battute per circa tre minuti di musica di rara bellezza.

 

 

 

 

lecri1.jpg

 

 

PERFORMANCE

Venerdì 2 aprile, ore 21
M9 FOREST SOUND – LECRI + DJ B.E.A.
Pagina Facebook e canale YouTube di M9 - Museo del '900

Prosegue il ciclo di performance sonore e dj-set originali che amplificano il messaggio di rigenerazione di Foresta M9 con i dj-set di LECRI e DJ B.E.A.
LECRI (Electronicgirls Netlabel) inizia il suo percorso musicale come dj dalla scuola punk-rock e garage, per la diffusione di pezzi meno conosciuti e gruppi di label indipendenti come Kill Rock Stars e le Riot grrrl dei primi Anni 90. Dopo avere fondato la netlabel Electronicgirls insieme a un gruppo di musiciste nel 2010, la ricerca musicale si sposta verso sonorità elettroniche e minimali. Oggi i suoi set spaziano dalla musica sperimentale, elettronica alla techno. Prediligendo sonorità elettroniche e underground, Dj B.E.A. spazia dai groove “4 on the floor” della house, techno e nu-disco ai ritmi spezzati della jungle e D’n’Bass. Ha collaborato con il collettivo ElectronicGirls come dj e in modalità live, sia da sola che con il duo elettronico sperimentale Umlaut.

 

 

 

 

 

forestam9-yoga.jpg

 

 

LAB
Sabato 3 aprile, ore 9.30-10.30
L’ALBERO DELLO YOGA
Pagina Facebook e canale YouTube di M9 - Museo del '900
Grazie alla collaborazione con Laura Lena e Studio Iyengar Yoga Venezia, nel mese di aprile Foresta M9 diventa la scenografia ideale per scoprire la pratica di una disciplina millenaria, che coltiva il corpo e i sensi, affina la mente e educa l'intelligenza per raggiungere la pace dell'anima. Attraverso un percorso di quattro lezioni settimanali (sabato 3, 10, 17 e 24 aprile) in streaming, si potrà sperimentare il metodo IYENGAR@ Yoga, concepito dal Maestro B.K.S. Iyengar (1918-2014) che ha approfondito lo studio e gli effetti degli asana (posizioni) e del pranayama (il controllo del respiro). L’Albero dello Yoga è uno dei libri più conosciuti tra quelli scritti dal Maestro Iyengar, che in questo testo sottolinea: «Lo yoga influisce sul pieno sviluppo di ciascun individuo, sul miglioramento fisico, mentale, emotivo e spirituale, ed è importante per tutti gli esseri umani».

 

 

 

 

 

 

the_venice_loft_sound_system.jpg

 

PERFORMANCE
Domenica 4 aprile, ore 19
M9 FOREST SOUND – ZAFFA + THE VENICE LOFT SOUND SYSTEM + COSMO
Pagina Facebook e canale YouTube di M9 - Museo del '900
Per Pasqua M9 Forest Sound si fa in tre con i dj-set di Zaffa e The Venice Loft SS e il live set di Cosmo.
Nato e cresciuto negli anni d’oro dell’house music con una profonda e radicata club culture, Zaffa mette le mani sulla sua prima consolle a 14 anni. Negli anni ha esplorato ogni sfumatura della disco, dell’house e dell’elettronica, in continua evoluzione. Le sue origini affondano negli Anni 70, seguendo poi il percorso naturale della dance music fino ai giorni nostri.
The Venice LOFT Soundsystem è un progetto che rende omaggio ai pionieri della disco culture e ricrea quelle atmosfere di libertà, di ballo puro, della New York di fine Anni 70. Laio & Paina presentano un set che parte dalle origini funk & soul fino a incontrare la disco più pura e carica di groove. Rigorosamente tutto in vinile. Il nuovo spazio progetto e spazio di produzione Cosmo sull’isola della Giudecca è stato fondato nel settembre 2020 come luogo di riferimento per tutte le necessità processuali e artistiche del territorio, con particolare riferimento all’ambito musicale e sonoro. All’interno di Foresta M9, Cosmo presenta un’azione collettiva fatta di performance e live-set, a firma di una rappresentanza di musicisti e compositori che li accompagnano dalla nascita.
 

 

 

luganomusica-orchestra-mozart-143199.660x3681.jpg

 

CLASSICA
Domenica 4 aprile, ore 19.30
CONCERTO DI PASQUA | SOLISTI DELL’ORCHESTRA MOZART
Concerto online su www.luganolac.ch e sul canale YouTube di LuganoMusica

I musicisti dell’Orchestra Mozart, la compagine fondata da Claudio Abbado e oggi diretta da Daniele Gatti, non mancano all’atteso appuntamento pasquale con il pubblico di LuganoMusica anche online. A causa delle limitazioni imposte dalla pandemia, l’Orchestra non può esibirsi come di consueto in formazione sinfonica, ma i suoi gruppi da camera diventano protagonisti di due concerti, facendo mostra del loro carattere e talento nell'interpretazione di esecuzioni di grande virtuosismo. In programma: la Sonata per due violini in do maggiore, op.56 di Sergej Prokof’ev, Tre pezzi per quartetto d’archi di Igor’ Stravinskij, e il Quintetto per archi n. 2 in do maggiore, K 515 di  Wolfgang Amadeus Mozart.

 

 

 

 

 

 

 

 

festival-pasqua-montepulciano.jpg

 

CLASSICA
Da domenica 4  a domenica 18 aprile
FESTIVAL DI PASQUA A MONTEPULCIANO
Beethoven 250, un anno dopo

In streaming sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di Festival di Pasqua a Moltepulciano

Lo scorso anno il Festival di Pasqua a Montepulciano ha dovuto rinunciare alla sua sesta edizione, dedicata principalmente a Beethoven in occasione del 250° della nascita. A distanza di un anno, il Festival si trasferisce online con concerti e conferenze in streaming gratuito. Ideato e diretto dalla cantante lirica Eleonora Contucci, il Festival si svolgerà dal 4 al 18 aprile, con 8 appuntamenti nei fine-settimana (programma completo), fra i quali lo Stabat Mater di Pergolesi diretto da Luigi Piovano con le voci di Eleonora Contucci ed Eufemia Tufano e i Concerti di Bach per pianoforte eseguiti da Gile Bae e diretti ancora da Piovano, una serie di conferenze fra cui quella di Massimo Cacciari su Dante, quella di Cacciari e Sandro Cappelletto su Beethoven e l’Idealismo tedesco con musiche eseguite da Carlo Guaitoli e il tradizionale incontro con Amnesty International, la Nona Sinfonia nella versione per pianoforte solo di Liszt eseguita da Maurizio Baglini, un insolito programma dedicato ai rapporti di Beethoven con l’Italia da Costantino Mastroprimiano sullo splendido fortepiano Conrad Graf “Contucci” del 1826….

 

 

forestam91.jpg

 

WEBINAR
Lunedì 5 aprile, ore 18
IL MIO '900 IN VERDE | MAURIZIO DISSEGNA
Pagina Facebook e canale YouTube di M9 - Museo del '900
Continua in versione digitale la serie di viaggi tematici dentro il Novecento, già avviato con gli approfondimenti guidati nella mostra permanente del Museo. Voci d’eccezione racconteranno alberi, foreste, boschi, comunità, ecosistemi e sostenibilità. Per il terzo incontro, Maurizio Dissegna, già dirigente del Servizio Pianificazione e Ricerca Forestale della Regione Veneto, presenta l’evoluzione delle foreste venete dal punto di vista cartografico, a partire dai catasti della Serenissima fino ai documenti tecnici del Novecento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

albo-un-pianoforte-un-cane-una-pulce-e-una-bambina-copertina-713x10241.jpg

 

KIDS LAB
Martedì 6 aprile, ore 17.30
UN PIANOFORTE, UN CANE, UNA PULCE E UNA BAMBINA #3
Laboratorio online su piattaforma Zoom [iscrizione obbligatoria ]

Palazzetto Bru Zane presenta un nuovo evento per famiglie online, culmine del progetto editoriale realizzato con Carthusia Edizioni, concretizzato nell’albo illustrato Un pianoforte, un cane, una pulce e una bambina , con i testi di Elisabetta Garilli e le illustrazioni di Daniela Iride Murgia, ispirato alle composizioni tratte dall’Album pour les tout-petits di Mel Bonis (1858–1937). Il pianoforte è al centro della narrazione, della scena e della storia, mentre l’attore-strumento ci porta la sua voce dal vivo attraverso le mani della stessa autrice del testo. Le scene vengono animate in tempo reale con burattini, sagome e giochi di equilibrio, conducendoci alternativamente per le strade di una città e nelle sale di un teatrino, seguendo il ritmo onirico del racconto. Una ballerina/mimo porta in scena i movimenti e le peripezie della protagonista della storia e dei suoi inseparabili amici. Il terzo e ultimo episodio dell’evento per famiglie è accompagnato da un laboratorio trasmesso via Zoom. Per partecipare a questo evento è necessaria la visione dei due episodi precedenti. I partecipanti dovranno fornirsi di una matita con punta grossa e un cartoncino spesso e colorato.

 

 

 

 

 

la_vita_invisibile_di_eurdice_gusmo1.jpg

 

CINEMA
Da mercoledì 7 aprile
#iorestoinsala | LA VITA INVISIBILE DI EURÍDICE GUSMÃO
Giorgione Movie d’essai, sala A virtuale [acquista il biglietto ]

Per la rassegna La qualità non è acqua, realizzata dal Circuito Cinema del Settore Cultura del Comune di Venezia in collaborazione con SNCCI, il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani Gruppo Triveneto, è in programma La vita invisibile di Eurídice Gusmão di Karim Aïnouz. Rio de Janeiro, 1950. Eurídice e Guida sono due sorelle inseparabili cresciute con due genitori molto conservatori. Entrambe hanno dei sogni: Eurídice vuole diventare pianista, mentre Guida è in cerca del vero amore. Separate drasticamente dalle loro scelte e dall’intransigenza del padre, prenderanno strade diverse senza mai perdere la speranza di potersi ritrovare. Miglior film nella sezione Un certain regard al Festival di Cannes 2019. Mercoledì 7 aprile alle ore 20.30 il film sarà presentato dalla critica Michela Manente sulla pagina Facebook di Circuito Cinema Venezia .

 

 

 

 

 

 

 

fabrica1.jpg

 

LECTURE
Mercoledì 7 aprile, ore 15.30
FABRICA CREATIVE LAB |  HOW TO MAKE A MICROBUDGET FEATURE FILM
Incontro online su piattaforma ZOOM
[registrazione obbligatoria]
Il regista e sceneggiatore Bradley Hasse è ospite di Fabrica Crative Lab. Il suo stile comico, definito dal The Young Director Review "seriamente stravagante, totalmente strano e piuttosto meraviglioso" l’ha portato a lavorare con clienti internazionali del calibro di Duracell, MTV, Listerine, Yahoo!, Dos Equis e con artisti musicali tra cui Moby, Gramatik e RJD2. Brad ha recentemente girato il suo primo lungometraggio Songs for a Sloth con un budget ridotto di $ 20.000. Compiendo questa enorme impresa con risorse limitate, Hasse ha utilizzato alcune tecniche uniche per le riprese. Una grande fonte di ispirazione è stata PIXAR, che utilizza un metodo per testare ripetutamente la storia durante la pre-produzione, al fine di affinare continuamente il film nel miglior prodotto possibile. Durante la lecture Hasse illustrerà questo processo, il suo approccio creativo nei progetti commerciali, fino a giungere alla sua esperienza a Fabrica, dove ha diretto la sua prima campagna pubblicitaria.

 

 

 

 

peggy-guggenheim-e-le-donne-moderne-incontro-con-grazina-subelyte_00.jpg

 

WEBINAR
Mercoledì 7 aprile, ore 16
PEGGY GUGGENHEIM E LE DONNE MODERNE
Incontro online su piattaforma Zoom
[iscrizione obbligatoria ]
Durante l’incontro formativo aperto a tutti, Gražina SubelytÄ—, Associate Curator del museo, racconterà come Peggy Guggenheim, durante la sua vita, abbia sostenuto fortemente le donne, artiste e non. Tra queste si ricordano: la fotografa Berenice Abbott, la scrittrice Djuna Barnes, l’anarchica e femminista Emma Goldman e importanti artiste come Rita Kernn-Larsen, Irene Rice Pereira, Alice Rahon, e Sonja Sekula.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

setteinverni.jpgWEB SERIE
L’ANNO DEI SETTE INVERNI
On demand sulla piattaforma Backstage del Teatro Stabile Veneto

“Poco più di un anno fa si pensava che l’inverno fosse ormai alle spalle ed eravamo tutti pronti a rivivere i sentimenti di rinascita evocati da ogni primavera. Invece accadde improvvisamente ciò che tutti sappiamo: le ombre di un nuovo tempo si allungarono sulle nostre vite riportandoci nuovamente indietro, facendoci ripiombare nel cuore di una singolare e interminabile stagione fredda, più buia che mai. Dovemmo segregarci in casa, rintanarci come fanno gli animali del bosco in fuga dai grandi predatori, chiuderci nelle nostre profonde angosce che ci hanno rapidamente sbaragliato”. Da questa riflessione di Matteo Righetto nasce la web serie, ora interamente disponibile on demand, L’anno dei sette inverni , produzione digitale del Teatro Stabile del Veneto che racconta il periodo di isolamento trascorso dallo scrittore padovano nel borgo dolomitico di Colle Santa Lucia nel Fodòm, durante i lunghi mesi della pandemia...