VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Un Novecento molto contemporaneo M9 adotta un’innovativa piattaforma software museale
Un Novecento molto contemporaneo M9 adotta un’innovativa piattaforma software museale
di Redazioneweb   

Continua il processo di trasformazione e di innovazione del Museo del ‘900 di Mestre. Con la nuova piattaforma tecnologica, M9 si afferma come museo all’avanguardia per un sistema di servizi efficienti ed efficaci non solo ai fini della gestione, ma anche in grado di guidare la riorganizzazione dei contenuti in risposta ai comportamenti di visita.EMMA (Electronic Museum Management Analytics) e il suo modulo SIMPA (Sensor Intelligent Museum Positioning Analytics), progettata da RnB4Culture, fornisce un servizio digitale integrato per la biglietteria, le prenotazioni, la gestione dei servizi e la costruzione di analytics dei visitatori e dell’esperienza di visita del museo.

m9_1_hero_urbandistrict_ac1.jpg

 

La modularità e la scalabilità della piattaforma offrono un servizio personalizzabile e adattabile, con costi razionalizzati, migliore gestione degli exhibit, bookshop e servizi di ticketing integrati accessibili da desktop o da mobile. Il sistema di analyticspermette di analizzare in modo anonimo e aggregato i dati dei visitatori individuando i diversi segmenti di pubblico del museo nel pieno rispetto dei criteri di tutela della privacy.Il sistema di segmentazione dei visitatori è integrato da un ulteriore innovativo sistema di posizionamento, il SIMPA, che grazie a specifici “tag” indossati dai visitatori, e integrati tramite tecnologia UWB (Ultra Wideband) con antenne disposte all’interno del museo, permette, in modo del tutto anonimizzato, di tracciare i percorsi di visita fornendo a curatori e gestori museali informazioni preziose sul grado di interesse dei diversi elementi del museo, sui temi di fruizione, sulla funzionalità degli spazi utilizzabili per migliorare l’esperienza di visita e rispondere sempre meglio alle aspettative dei visitatori. La localizzazione in tempo reale della posizione dei visitatori nello spazio museale consente inoltre molte altre applicazioni, tra le quali il monitoraggio del distanziamento sociale e, grazie a un sistema di segnalazione dei dispositivi indossati dai visitatori, anche la prevenzione di eventuali situazioni di assembramento. 

«È un nuovo passo verso il potenziamento del nostro sistema museale – ha dichiarato Luca Molinari, direttore scientifico di M9 – e insieme uno strumento innovativo per migliorare la qualità dell’offerta culturale all’interno della mostra permanente, su cui stiamo lavorando per allargare il coinvolgimento verso un pubblico sempre più vasto e trasversale». 

 

www.m9museum.it

Ultimo aggiornamento ( martedì 18 maggio 2021 )