VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Una poltrona sotto il sole. Grande attesa per i nuovi cartelloni che annunciano un'estate a teatro
Una poltrona sotto il sole. Grande attesa per i nuovi cartelloni che annunciano un'estate a teatro
di Redazioneweb   
venerdì 28 maggio 2021

Aperto, chiuso, aperto, chiuso e finalmente aperto. I teatri riaprono proprio quando dovrebbero, in tempi ‘normali’, chiudere la stagione, ma chi può ancora fermarli? Gli attori scalpitano, i palcoscenici fremono e i sipari finalmente si alzano. E gli spettatori? Si, staremo in fila, distanziati o congiunti, ma andremo a teatro quest’estate! Segnali che questa ripresa “s’ha da fare” sono incredibilmente evidenti e confortanti.

1_tritticodantescoarcuri20042021-3839fotoserenapea711.jpg

 

Una riapertura sold-out per il Teatro Sabile del Veneto

A distanza di una settimana dalle riaperture delle sale il 26 aprile, il Teatro Stabile del Veneto ha infatti registrato il tutto esaurito del primo spettacolo di Trittico Dantesco, prima produzione a debuttare dal vivo lo scorso 5 maggio al Teatro Maddalene di Padova dopo mesi di attività online e palcoscenici virtuali.

Un inferno, quale miglior inizio, la prima delle tre cantiche andata in scena dal 5 al 9 maggio, diretta dal regista Fabrizio Arcuri e scritta dal drammaturgo Fausto Paradivino, ha infatti raggiunto il limite massimo dei posti consentiti dalle disposizioni ministeriali anti-Covid, grazie anche a una forte presenza di giovani ansiosi di rivivere l’emozione di uno spettacolo in diretta non streaming. In scena gli attori della Compagnia Giovani del Teatro Stabile del Veneto, selezionati tra coloro che si sono diplomati negli ultimi anni presso l’Accademia Teatrale Carlo Goldoni nell’ambito del Modello TeSeO Veneto – Teatro Scuola e Occupazione, accompagnati dalle musiche originali di Giulio Ragno Favero, bassista del gruppo Il Teatro degli Orrori.

Il Trittico Dantesco è continuato nelle settimane successive, mettendo in scena, sempre sold out, dal 12 al 16 maggio Un purgatorio, scritto da Letizia Russo, e concludendo dal 19 al 23 maggio con Un paradiso, firmato da Fabrizio Sinisi, anche quest’ultimo con posti già tutti esauriti. «Siamo entusiasti per la risposta del nostro pubblico. Ritornare dal vivo con gli attori della Compagnia Giovani, il lavoro di tre importanti drammaturghi e la presenza in sala di molti ragazzi è un messaggio positivo per il futuro del teatro – dichiara Giampiero Beltotto, presidente Teatro Stabile del Veneto – Dopo mesi di streaming in cui il pubblico ci è rimasto vicino restituendoci grandi soddisfazioni, questa risposta ci fa sentire ancora una volta che la voglia di ritornare dal vivo è tanta. Non ci siamo mai fermati e continueremo a lavorare per poter dare al nostro pubblico un intrattenimento di qualità e in sicurezza».

Proprio in questi giorni siamo infatti in trepidante attesa del cartellone, ci immaginiamo compilato e definito per l’ennesima volta, di una strepitosa stagione estiva, che verrà presentata a breve. Siamo certi che le produzioni che scenderanno in campo saranno ancora più motivate, mettendo sul palcoscenico tutta l’energia di questo nuovo inizio e, noi seduti sulle poltroncine rosse, ci faremo guidare come i marinai con le sirene nei mari del sud. L’attesa è finita, andiamo in vacanza a teatro!

 

www.teatrostabileveneto.it