VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CLASSICAL arrow Un domani ci sarĂ . La Fenice riparte da Riccardo Muti
Un domani ci sarĂ . La Fenice riparte da Riccardo Muti
di Andrea Oddone Martin   

Dev’essere un destino, quello di Riccardo Muti, ad imporgli di presiedere alle rinascite. Circa diciott’anni or sono, fu proprio lui a inaugurare La Fenice di Venezia appena risorta, nel pieno rispetto letterale del mito, dalle proprie ceneri. E ci risiamo, anche se questa volta il fuoco non c’entra. La nostra attualità ci ha proposto il 'diversivo' di un’epidemia e conseguente sospensione totale delle attività collettive, in primis culturali. Ora, e incrociamo le dita mentre lo diciamo, sembra si possa ritenere superata la pandemia per cui, con infinito sollievo, le attività culturali riprendono.

 

riccardo_muti_ph.__silvia_lelli_1.jpeg

 

Tra Schubert e Rossini

Il 12 luglio sul palcoscenico di Campo San Fantin Riccardo Muti dirige l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini in un concerto per cui sono state selezionate due composizioni di Franz Schubert. Una scelta precisa e adatta alla situazione, si tratta infatti dell’Ouverture op. 170 “nello stile italiano” D 591 e della Sinfonia D 944 “La Grande”. All’epoca ventenne, Schubert compone l’Ouverture D591 (assieme alla sua “gemella” D590) riferendosi esplicitamente al magistero del compositore italiano Gioacchino Rossini: sono diversi i caratteri rossiniani che vengono messi in opera senza mai appoggiarsi a citazioni letterali, a partire dal tipico crescendo in fortissimo, e poi la vivacità della concezione ritmica, la vitalità complessiva e la spigliatezza della competenza musicale.

Una dichiarazione di stima e di ammirazione per Rossini e per l’Italia che gli diede i natali e ne informò lo spirito. Crediamo che Muti abbia scelto questa partitura come intitolazione del concerto all’Italia, come crediamo fermamente che la scelta de La Grande sia molto più di un’osservanza didascalica, quanto invece un appassionato e intenso augurio dal profondo del cuore, espresso mediante i termini musicali del genio schubertiano che da questa sinfonia illumina il futuro.

 

Riccardo Muti & Orchestra Giovanile Luigi Cherubini
12 luglio 2021

Teatro La Fenice-Venezia

www.teatrolafenice.it

 

 

-01_iscriviti_bianco_ok.jpg