VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow FOCUS EVENTI | La nostra selezione dal 10 al 22 luglio 2021
FOCUS EVENTI | La nostra selezione dal 10 al 22 luglio 2021
di Redazioneweb   
È iniziata una calda estate live!: l'edizione 2021 del Venezia Jazz Festival porta in città Adam Holzman, mitico tastierista di Miles Davis, e Amir Gwirtzman, tra i più grandi virtuosi di strumenti a fiato nel mondo. Al Teatro La Fenice il Maestro Riccardo Muti dirige l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini, mentre a Palazzetto Bru Zane prosegue il festival Tanti Baci da Roma; la Fondazione Querini Stampalia invita i suoi visitatori ad un aperitivo speciale durante i weekend, alla Collezione Guggenheim i bambini e le famiglie sono protagonisti con i Kids Day!, mentre il museo M9 inaugura la nuova rassegna di spettacoli I Geni del ’900. Si torna a teatro all'aperto con gli spettacoli offerti da Cultura Venezia e Arteven al Parco del Teatrino Groggia, e al  Goldoni per il secondo appuntamento della stagione estiva, Tutta la vita di Amor Vacui. Da non perdere il gran finale della Biennale Teatro di ricci/forte, con il Leone d'Argento Kae Tempest e  Adrienn Hód... aspettando Biennale Danza!

 

premio-mestre-pittura-2021-quinta-edizione_00.jpg

 

BANDO APERTO
PREMIO MESTRE PITTURA
Iscrizioni fino al 15 luglio su www.premiomestredipittura.eu

È online il bando della quinta edizione del Premio Mestre Pittura, concorso ideato per valorizzare l’arte pittorica contemporanea, promosso dall'associazione Il Circolo Veneto con il sostegno della Fondazione Musei Civici di Venezia, il patrocinio di Regione del Veneto, Città Metropolitana e Comune di Venezia.
Il concorso prevede quest’anno la selezione di 60 opere, che saranno esposte nella Mostra Collettiva dei Finalisti al Centro Culturale Candiani di Mestre, dal 10 settembre al 10 ottobre 2021. Il concorso è aperto a tutti senza limiti di età, sesso, nazionalità, ed il tema è libero. Le opere dovranno poter essere classificate come di pittura anche se in piena libertà stilistica e tecnica, e dovranno essere state realizzate dal 2020 in poi. Ogni artista può partecipare con una sola opera, il bando precisa condizioni e modalità di partecipazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

drinkart.png

 

EXHIBITION


Fino all’1 agosto


ogni venerdì, sabato e domenica, ore 10-17.30


#DRINKART. UN SORSO DI CULTURA


Fondazione Querini Stampalia, Campo Santa Maria Formosa


Bevi l'Arte! L'invito è quello di unire alla visita una sosta per un aperitivo speciale nella caffetteria d’artista della Fondazione Querini. Fino all’1 agosto, ogni venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17.30, con il biglietto d'ingresso un calice di prosecco o un analcolico e un cicheto al costo di 4 euro. Un suggerimento a prendersi del tempo e a brindare alla bellezza ritrovata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

farnace.png

 

OPERA
Sabato 10 luglio, ore 17
FARNACE


Teatro Malibran, Campiello del Teatro, San Marco 5873

Farnace (RV 711) è un dramma per musica in tre atti del compositore Antonio Vivaldi su libretto di Antonio Maria Lucchini. L’opera andò in scena per la prima volta al Teatro Sant’Angelo di Venezia, il 10 febbraio 1727 e fu quindi ripetutamente ripresa e profondamente riveduta negli anni successivi, prima di cadere in oblio come il resto della produzione vivaldiana. L’argomento del Farnace fu oggetto di parecchio interesse nel corso di tutto il XVIII secolo. Una prima versione, su libretto di Lorenzo Morari, era stata composta da Antonio Caldara, per il Teatro Sant’Angelo di Venezia nel 1703, mentre il testo poi musicato da Vivaldi, era stato inizialmente intonato da Leonardo Vinci nel 1724. 


*info e biglietti

 

 

 

 

 

 

 

les_sauteurs.jpg

 

SCREENINGS
Sabato 10 luglio, ore 17.30
BREATHING TOGETHER II
Ocean Space, Ex Chiesa di San Lorenzo

Inaugura il programma della Serata Ocean Fellowship 2021 la parassitologa dei pesci Chahinez Bouguerche con una conferenza su uno speciale parassita che, non solo si serve del pesce come ospite, ma sfrutta un crostaceo a sua volta parassita del pesce. Questa tripla associazione è chiamata iperparassitismo. La serata prosegue alle ore 20 con la proiezione di una serie di opere-video realizzate dal duo artistico Ohan Breiding e Shoghig Halajian tra il 2015 e 2019, che nel contesto delle loro continue meditazioni visive sul galleggiamento in seguito a disastri naturali o causati dall'uomo, possono essere riconcepite come un estuario. La studiosa Abiba Coulibaly, che nel corso della sua residenza sta ampliando varie formulazioni del "Mediterraneo nero", presenta alle ore 20 il documentario Les Sauteurs (Abou Bakar Sidibé, Moritz Siebert & Estephan Wagne, 1h e 22'), stimolando una riflessione su ciò che significa decolonizzare i confini e il respiro. Alle ore 19 aperitivo all'interno del Chiostro di San Lorenzo. â€¨

*evento gratuito solo su prenotazione .

 


kae_tempest_390x390_60d0a4f917644_260x260.jpg

 

BIENNALE TEATRO
Sabato 10 luglio, ore 21
KAE TEMPEST – THE BOOK OF TRAPS & LESSONS
Teatro Goldoni, San Marco

Leone d’Argento del 49. Festival Internazionale di Teatro de La Biennale di Venezia, Kae Tempest debutta in prima nazionale al Teatro Goldoni con una versione parlata dell’album The Book of Traps and Lessons uscito nel 2019. Quando Kae comincia a cantare la canzone è già un pezzo avanti. Ho ripreso i sensi, dice, cioè la ragazzina di casa era fuori di testa, un po’ smarrita, in preda ai postumi di una sbornia e quando si risveglia, si riprende, torna a vivere, la vita è già un pezzo avanti. Attorno a Tempest ci sono amici, ma manca qualcosa. Non si tratta di veri amici, bensì di gente che ci ricorda il primo grande errore dell’età adulta: confondere l’amicizia con i compagni di sofferenza. O con i compagni di sbornia. L’unica cosa che resta è la sua voce nata nella lotta e un pianoforte triste, e svaniscono entrambi prima ancora che la canzone finisca, un’interruzione sacrilega, come se la canzone fosse troncata di netto da qualsiasi cosa le aveva dato voce.

*info e biglietti

 

 

 

 

 

borsellino_1.jpg

 

TEATRO
Sabato 10 luglio, ore 21
BORSELLINO
Parco del Teatrino Groggia, Sant’Alvise

Lo spettacolo, scritto e interpretato da Marco Rossetto e prodotto da Teatro Bresci, racconta la vita del magistrato Borsellino attraverso la descrizione dell’uomo Paolo, un uomo tutto d’un pezzo, un uomo che non accetta compromessi, un uomo dal forte rigore morale, un uomo semplice diventato eroe, il cui lavoro però non è ancora finito. Dopo la morte dell’amico e collega Giovanni Falcone, il coraggio è ciò che spinge, nonostante la paura, il giudice Paolo Borsellino a compiere fino in fondo il proprio dovere. Di magistrato e di uomo, perché pubblico e privato si contaminano sempre nella sua vita: i pensieri del giudice si rispecchiano in quelli dell’uomo e viceversa.
*evento gratuito solo su prenotazione

 

 

 

 

 

 

 


adam_holzman.jpg

 

VENEZIA JAZZ FESTIVAL
Sabato 10 luglio, ore 21.30
ADAM HOLZMAN TRIO
Combo Venezia (ex Convento dei Crociferi)

Adam Holzman, mitico tastierista di Miles Davis che partecipoĚ€ alla straordinaria incisione di Tutu, in trio con Davide Regazzoni (batteria) e Stefano Olivato (basso elettrico), propone un tributo al leggendario trombettista. Si tratta di un’occasione imperdibile per ascoltare dal vivo colui che nel 1988 diventoĚ€ addirittura direttore artistico della band di Davis, dopo quattro anni di una lunga tournée insieme…
* Biglietti: 18/12 €

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

kids-day.jpg

 

KIDS LAB


Domenica 11 e 18 luglio, ore 15


KIDS DAY!


Collezione Peggy Guggenheim, Palazzo Venier dei Leoni, Dorsoduro


Tornano i Kids Day alla Collezione Guggenheim: tutte le domeniche alle ore 15 i bambini di età compresa tra i 4 e i 10 anni, possono partecipare a laboratori gratuiti in museo avvicinandosi all’arte in modo accessibile e coinvolgente, sperimentando tecniche e tematiche sempre diverse. L’attività, che incoraggia l’interazione e la collaborazione tra pari, si articola in un primo momento di osservazione ravvicinata delle opere esposte. Successivamente i bambini rielaborano le suggestioni estetiche ricevute durante la visita mettendo in gioco le proprie capacità manuali e creative. L’appuntamento dell’11 luglio è dedicato a Palazzo Venier dei Leoni, Alla scoperta del Palazzo non finito, mentre il 18 il laboratorio si focalizza sulle Parole dell’Arte.


*attività gratuita, prenotazione obbligatoria

 

 

 

 

 

 

 

stellario_di_blasi.jpg

 

BIENNALE TEATRO
Domenica 11 luglio, ore 18
STELLARIO DI BLASI - AB IMIS | IOLAGEMMAINEESTAI
Campo Santo Stefano

Vincitore del nuovo bando Biennale College Teatro – Site Specific , Stellario di Blasi abita con la sua performance Campo Santo Stefano. Dei pescatori tirarono fuori dagli abissi una bottiglia. Dentro c’era un pezzo di carta: «Aiutatemi! L’oceano mi ha gettato su un’isola deserta. Sto sulla sponda e aspetto. Fate presto. Sono qui». La grafia, la riconosco, è la mia; AB IMIS è la risposta a quell’appello.
*biglietti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

_ness_biennale_college_teatro_390x390_60d3008cc4536.jpg

 

BIENNALE TEATRO
Domenica 11 luglio, ore 18
-ness | ON A SOLITARY BEACH
Riva di Corinto, Lido

Vincitore del nuovo bando Biennale College Teatro – Site Specific, il collettivo -ness, formato da Rooy Charlie Lana e Giulia Zulian, presenta un processo Transghost. Transghost e Venezia sono accomunati da una sinergia di significati e significanti concretamente ricollocabili tra corpo e spazio sociale. Transghost, infatti, agisce come turista a Venezia e abita due dei suoi luoghi archetipici: la gondola e La Biennale di Venezia. In questo senso Transghost accede agli spazi negati durante la pandemia, si sposta e viaggia per scopi turistici e occupa i luoghi della cultura, come musei e teatri.
On a Solitary Beach, prende le forme di un Transghost’s Party, un’installazione estemporanea, che può assumere il carattere di un rituale collettivo. Il tema del party è l’Aria, nella sua dimensione del respiro condiviso, tolto, contagioso, perverso, saturo, manchevole, corto, orgasmico, faticoso, vitale, liberatorio.
*biglietti

 

 

 

  

 

sunday.jpg

 

BIENNALE TEATRO
Domenica 11 luglio, ore 20
HODWORKS/ADRIENN HÓD | SUNDAY
Teatro Piccolo Arsenale

Il gran finale del 49. Festival Internazionale di Teatro vede protagonista la compagnia Hodworks: «Sull’altare dell’arte puoi fare cose proibite nella vita reale. L’arte è dunque un gioco, un alibi che ci rende liberi». Parte da questa filosofia l’ungherese Adrienn Hód, performer, danzatrice e coreografa che con la sua compagnia si muove tra tabù provocatori e lo studio radicale e privo di pregiudizi del corpo umano. Non fa eccezione Sunday spettacolo che si interroga sulle norme culturali, i sistemi di valori, su cosa è immorale, su cosa è permesso, e sul senso stesso della danza. Tutti gli elementi dello spettacolo, coreografici e/o teatrali, immersi nell’aggressivo pulsare di una musica gabber, vengono riplasmati dai cinque interpreti in una sorta di straordinario, terrificante, rituale sciamanico contemporaneo.
*biglietti

 

 

 

 

 

collettivo_amalgama.jpg

 

TEATRO
Domenica 11 luglio, ore 21
T.O.M. – Tales of Me
Parco del Teatrino Groggia, Sant’Alvise

Collettivo L’Amalgama con Stefano Pettenella porta in scena un reading-spettacolo di teatro danza ispirato alla figura leggendaria di Tom Waits e alla sua musica bastarda. Ma è anche il racconto fra amici al bar della vita di un ragazzo della provincia di Padova, uno dei tanti, il racconto della sua vita del tutto normale e della sua folgorazione per quella musica bastarda. Un omaggio al grande Tom attraverso lo specchio deformante di un suo affezionatissimo fan.
*evento gratutito, solo su prenotazione

 

 

 

 

 

 

 

 


riccardo-muti_0.jpg

 

CLASSICA
Lunedì 12 luglio, ore 20
RICCARDO MUTI & ORCHESTRA GIOVANILE LUIGI CHERUBINI
Teatro La Fenice, Campo San Fantin, San Marco

Sul palcoscenico dello storico Teatro di Campo San Fantin, Riccardo Muti dirige l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini in un concerto per cui sono state selezionate due composizioni di Franz Schubert. Una scelta precisa e adatta alla situazione, si tratta infatti dell’Ouverture op. 170 “nello stile italiano” D 591 e della Sinfonia D 944 “La Grande”. All’epoca ventenne, Schubert compone l’Ouverture D591 (assieme alla sua “gemella” D590) riferendosi esplicitamente al magistero del compositore italiano Gioacchino Rossini: sono diversi i caratteri rossiniani che vengono messi in opera senza mai appoggiarsi a citazioni letterali, a partire dal tipico crescendo in fortissimo, e poi la vivacità della concezione ritmica, la vitalità complessiva e la spigliatezza della competenza musicale.
*Info e biglietti

 

 

 

 

 

 

 

ersx_tuxuaadxru.jpg

 

FESTIVAL TANTI BACI DA ROMA
Martedì 13 luglio, ore 20
TRII CON PIANOFORTE | TRIO AMATIS
Palazzetto Bru Zane, San Polo 2454

Nell’Ottocento il trio con pianoforte è uno dei generi musicali più in voga, con un repertorio che si avvicina per qualità e quantità a quello del quartetto per archi. Non sorprende, perciò, che sia tra le forme privilegiate dai giovani pensionanti di Villa Medici allorché il regolamento dell’istituto, a partire dal 1894, li spinge a produrre musica da camera. Se Max d’Ollone, vincitore del prix de Rome nel 1897, compose tardivamente il suo unico trio, Debussy approfittò, per scrivere il suo, di un soggiorno a Fiesole da lui effettuato intorno al 1880, quando si stava preparando a partecipare al concorso. Anche Pierné e Lili Boulanger si cimentarono in questo genere e perfezionarono la loro conoscenza della scrittura per archi e pianoforte nel corso dei rispettivi soggiorni romani, nel 1882 e nel 1913.
*info e biglietti

 

 

 

 

 

 

 

209367408_3107095829415589_5979699652588429949_n.jpg

 

WORKSHOP
Giovedì 15 luglio, ore 16.30-19
PUBLIC ARCHAEOLOGY IN SPIAGGIA
Pagoda Des Bains, Lido

Un inedito laboratorio tecnico scientifico che consentirà l’analisi dei reperti grazie all’Università Ca’ Foscari Venezia – Dipartimento di Studi Umanistici. Valutazione dei reperti ceramici e mattoni trovati dai cittadini al Lido di Venezia. Spazi laboratorio della durata di 15 minuti dalle ore 16.30 alle 19.
Accesso gratuito con prenotazione obbligatoria orario sul sito del progetto elparondecasa.net fino all’esaurimento dei posti disponibili.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

marilisa_cosello.jpg

 

PERFORMANCE
Giovedì 15 luglio, ore 19
MARILISA COSELLO – TRY #2
Piazzetta del Museo M9, via Pascoli 9c-Mestre

La performance Try #2 di Marilisa Cosello, organizzata da Galleria Alberta PaneMarina Bastianello Gallery in collaborazione con HiVe-M9, mette in scena una gara di ginnastica ritmica, disciplina esclusivamente femminile presente ai Giochi Olimpici dal 1984. Questo sport, nella sua natura di confronto indiretto e teso alla creazione di armonia e bellezza attraverso il controllo, diventa metafora della condizione umana e del corpo come narratore nella più ampia scena sociale; con le sinergie tra mente e corpo che trovano un equilibrio tra talento individuale e dinamismo collaborativo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

splendid-terrace.jpg

 

VENEZIA JAZZ FESTIVAL
Giovedì 15 luglio, ore 19.30
MEDITERRANEA
Altana Hotel Splendid Venice, Mercerie, San Marco 760

Da sempre una delle sedi più accoglienti e raffinate del festival, Splendid Venice Hotel ospita nella sua altana, un duo suggestivo che, con strumenti altrettanti evocativi, racconta il Mediterraneo. Mediterranea è infatti il titolo del progetto firmato ed interpretato da Alvise Seggi, che per l’occasione oltre al violoncello abbraccia anche l’oud (strumento arabo antichissimo simile al liuto), e Ivan Tibolla, con fisarmonica e flauto traverso. Il duo propone un ipotetico viaggio musicale che prende inizio dalla città lagunare di Venezia e segue le antiche rotte delle imbarcazioni mercantili, che spinte dal vento, percorrevano le vie del commercio marittimo lungo le rotte del Mediterraneo e l’Oriente.
* Concerto, aperitivo e petit food 25 € a persona.


Prenotazioni: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo – tel. 041.200755

 

 

 

 

 

biographie.jpg

 

VENEZIA JAZZ FESTIVAL
Venerdì 16 luglio, ore 20.30
LE GALERE
Laguna Libre, Fondamenta di Cannaregio

La musica del Mediterraneo sulle corde dell’oud di Andrea Mozzato assieme ad Alvise Seggi al contrabbasso, Jorgos Pedilis al bouzouki e la cantante Maria Bergamo.
* Prenotazioni: www.lagunalibre.it – tel. 041.2440031

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

amir_gwirtzmann_4.jpg

 

VENEZIA JAZZ FESTIVAL
Sabato 17 luglio, ore 19.30
AMIR GWIRTZMAN
Palazzo Grimani, Ramo Grimani, Castello 4858

Nel cortile di Palazzo Grimani il 17 luglio la straordinaria performance dell’artista israeliano di stanza a Zagabria, conosciuto come uno dei più grandi virtuosi di strumenti a fiato al mondo. In concerto ne suona ben venticinque, provenienti da tutti i continenti.
La sua poetica eĚ€ attraversata da un ampio spettro di influenze e combina composizioni originali con musiche tradizionali, articolate in una carriera che lo ha portato da Israele negli Stati Uniti, in Sudamerica, in Europa, in Africa e Asia. Un’ispirazione che attraversa i ritmi del jazz cubano, le melodie di R&B, il jazz, le energiche melo- die ebree klezmer e quelle malinconiche della musica celtica irlandese.
* È previsto un biglietto che include, oltre al concerto, la visita al Museo (18/12 €)
Info: venetojazz.com

 

 

 

 

   

view-on-the-beach.jpg

 

LECTURE
Giovedì 22 luglio, ore 16.30-19
PUBLIC HISTORY SOTTO L’OMBRELLONE
Pagoda Des Bains, Lido

Un innovativo salotto culturale scientifico sulla storia e archeologia di Venezia coordinato dall’Università Ca’ Foscari Venezia – Dipartimento di Studi Umanistici. Assieme a insegnanti, studiosi e studenti, autori e giornalisti verrà fatto il punto della situazione sulle origini antiche del territorio veneziano.
Accredito gratuito con prenotazione obbligatoria sul sito del progetto
elparondecasa.net fino all’esaurimento dei posti disponibili.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

tuttalavitaamorvacui21102020-4989-869x580.jpg

 

TEATRO
Giovedì 22 e venerdì 23 luglio, ore 19
TUTTA LA VITA
Teatro Goldoni, San Marco

Prosegue la stagione Estiva al Teatro Goldoni con la messa in scena di Tutta la vita di Amor Vacui, coprodotto dal Teatro Stabile del Veneto con La Piccionaia – Centro di Produzione Teatrale, Fondazione Teatro Metastasio. Una persona può passare la sua vita a fare lo stesso lavoro, stare nella stessa relazione, vivere nella stessa città, senza mai farsi domande. Poi a un certo punto fa come un passo indietro, o di lato, si guarda da fuori e si chiede: perché sono qui? Tutta la vita è il primo spettacolo di una trilogia di lavori che avrà come tema tre domande impossibili: in questo spettacolo il centro è “come si vive con sé stessi”, nei prossimi due sarà “come si vive con gli altri” e “che senso ha una vita con la morte alla fine”.

*info e biglietti

 

 

 

 

 

 

 

pablo_picasso_1.jpg

 

TEATRO
Giovedì 22 luglio, ore 21
I GENI DEL ‘900 | PICASSO, LE DONNE E LA CHITARRA

Chiostro M9 – Museo del ‘900, via Pascoli 11-Mestre
L’Associazione e compagnia teatrale Teatro dei Pazzi porta nel Chiostro M9 I Geni del ’900, tre appuntamenti di teatro-concerto ispirati alle biografie di altrettanti artisti del Secolo scorso. Si parte giovedì 22 luglio con Picasso, le donne e la chitarra, ideato e diretto da Giovanni Giusto. Con Marica Rampazzo, Cecilia Prosperi, Giuseppe Marra, e Diego Vio e Giovanni Giusto alla chitarra, lo spettacolo racconta il genio del Cubismo attraverso le donne che lo accompagnarono e lo amarono nella vita.
*Biglietto 5 euro, posto unico non numerato, 
prenotazioni: a  Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo o t. 3347093012.