VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow E il sogno realtà diverrà... Al Teatro Toniolo la Cenerentola contemporanea di Naturalis Labor
E il sogno realtà diverrà... Al Teatro Toniolo la Cenerentola contemporanea di Naturalis Labor
di Redazioneweb   
mercoledì 03 novembre 2021

Un graduale susseguirsi di immaginari fiabeschi, costantemente interrotti e squarciati da spaccati di vita terrena, lavoro, realtà. Sul palco coperto di cenere, Cenerentola è un personaggio ambivalente fragile e tenace, sognante e deluso, innalzato e lasciato ricadere su quel soffice manto di polvere nera che eleva le anime al contempo sporca la carne dei dieci danzatori. Cenerentola è una donna, di ieri, di oggi e di domani, in cerca di un ruolo da far proprio, di un personaggio da interpretare, di un luogo in cui sentirsi sé stessa; il principe c’è ma non c’è, non si può davvero dire se ci sarà. Nella creazione di Naturalis Labor, il coreografo Luciano Piovani si discosta dall’idioma tanguero che ha caratterizzato le ultime produzioni per seguire un fluido linguaggio contemporaneo fisico e potente, incanalandolo in una struttura che procede per scene concluse, in orizzontale, evocando situazioni diverse ma sempre incentrate sulle complesse relazioni tra uomini e donne, tra desideri, aspettative, timori e speranze.

1524-slide-cenerentola-corsa.jpg

 

Al centro spiccano ragazze dai capelli fluenti in lunghe vestine bauschiane ad accompagnare le corse e gli avviluppamenti talvolta violenti, talvolta suadenti sui propri compagni. Valzer che attraversano la scena come folate di vento, lasciano spazio a duetti in cui la relazione si sviluppa in un’alternanza di forze e di equilibri. Cenerentola non è altro che un racconto di vita quotidiana, la leggerezza di una fiaba che decide di riscoprire le proprie radici e affondarle saldamente nella realtà, sporca, ma pur sempre vera. In un continuo impasto tra sogno, virtualità e sospensione del desiderio, si attraversano guerre, illusioni, piaceri, solitudini, forze e liberazioni quasi ancestrali. Un muro/scenografia difficile da scalare, che separa ma allo stesso tempo unisce: i luoghi si confondono in una fiaba di cui restano solo le ceneri, per una redenzione verso la verità dei suoi personaggi.

 

Cenere Cenerentola
9, 10 novembre 2021

Teatro Toniolo-Mestre
www.comune.venezia.it