VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CLASSICAL arrow Sintesi di estremi. Fidelio apre la Stagione Lirica della Fenice
Sintesi di estremi. Fidelio apre la Stagione Lirica della Fenice
di F.D.S.   

È solo alla terza revisione nel 1814 che la Leonore (presentato nella prima versione in tre atti nel 1805, nella seconda scorciato di un atto nel 1806) diventa il Fidelio o l’amore coniugale, unica opera lirica composta da Beethoven. È un singspiel (forma mista di dialoghi parlati e inserti cantati, che nasce in Austria, Germania e Francia come reazione al dominio oramai declinante dell’opera italiana, nella sua doppia conformazione di opera buffa e di dramma serio metastasiano) in due atti, tratto da un libretto del 1798 di Bouilly, ispirato ad un episodio storico della Rivoluzione francese.

Image
Leonore, moglie di Florestano, prigioniero politico sepolto nella prigione governata da don Pizarro, si introduce nel carcere assumendo l’identità di Fidelio, inserviente del carceriere, e salva la vita al marito. L’arrivo di un deus ex machina, il Ministro don Fernando, provocherà la condanna dell’aguzzino don Pizarro ed il lieto fine dell’opera, con la sua conseguente iscrizione tassonomica nella categoria dei pieces a sauvetage allora di moda nel teatro musicale e non europeo.

 

 

Trama lineare, semplicissima, che dà vita ad un capolavoro sui generis, dalla genesi tormentata che solo alla terza revisione troverà il magico equilibrio tra storia, testo e invenzione musicale e che si pone come sintesi di fortissimi contrasti. Quello tra commedia borghese, tesa a consacrare la famiglia come frutto dell’unione tra lavoro e sentimento, e opera politica, dove si fronteggiano Reazione e Illuminismo, cieco dominio e libertà. Ma anche contrasto musicale, poiché il Fidelio abita in un suo spazio di meravigliosa sospensione tra la ricapitolazione dell’opera classica di Mozart (Flauto magico era l’opera prediletta di Beethoven) e l’anticipazione della rivoluzione musicale romantica che porterà a Verdi. Fidelio inaugura la stagione 2021-2022 della Fenice e andrà in scena il 20, 23, 24, 25, 27 e 30 novembre, con la direzione del maestro sudcoreano Myung-Whun Chung e la regia di Joan Anton Rechi.

Fidelio
20, 23, 24, 25, 27, 30 novembre Teatro La Fenice
www.teatrolafenice.it