VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Di tutto e di più. Il rock secondo Carmen Consoli
Di tutto e di più. Il rock secondo Carmen Consoli
di Marisa Santin   

In una recente intervista per «Rolling Stone» Carmen Consoli racconta come, ai tempi del suo primo gruppo, gli altri dessero per scontato che a lei toccasse solo cantare. La chitarra era cosa da maschi. Ho provato a pensare alle chitarriste famose della storia del rock. Non me n’è venuta in mente nemmeno una. Cercando su Google escono Joni Mitchell, Bonnie Raitt, Kaki King, Lita Ford e un altro grappoletto di nomi di cui, Joni Mitchell a parte, non ho mai sentito parlare. Si tratta sicuramente di una mia carenza culturale, ma con la stessa quota di ignoranza mi vengono invece in mente senza sforzo Mark Knopfler, David Gilmour, Jimi Hendrix, Pino Daniele, Carlos Santana, Neil Young, Keith Richards, Eric Clapton… la lista è lunghissima.

 

Image

 


Negli anni ’80 eravamo affascinate dalle chitarriste che Michael Jackson e Prince portavano sul palco o nei loro video. Che forza stare lì sul palco in mezzo ai maschi in barba (in barba?) a tutti gli stereotipi sulla femminilità! Ma rimaneva una specie di stravaganza, di stranezza. Di loro naturalmente non si conosceva il nome, erano “le chitarriste di Michael Jackson e di Prince”. Oggi ce ne sono un po’ di più: St. Vincent, P J Harvey, Anna Calvi, Laura Marling, Leslie Feist. Poche ma non pochissime.

 

Non è un discorso femminista (anche se un po’ di pensieri li dà). Ma è solo per dire che ci vuole una buona dose di forza, di caparbietà e di visione a fuoco di sé per far sì che una ragazza nata a Catania (non a Londra o in America) nel 1974 (non nel 2005) si tenga stretta la sua chitarra e continui a sognare di diventare una rock star. E poi ci vuole una buona dose di talento perché questo sogno diventi realtà. Volevo fare la rock star è il titolo del nuovo album e del tour che Carmen Consoli sta portando nei teatri italiani in questi mesi. L’11 dicembre farà tappa anche al Geox di Padova. Sulla copertina c’è un primo piano di quando era bambina, occhioni scuri e grande fiocco rosa sul grembiule della scuola. Si vede che è lei, si assomigliano. Nelle canzoni si riconoscono tutti i tratti che hanno contraddistinto i suoi venticinque anni “mediamente isterici” e del tutto luminosi di attività, una lunga carriera musicale costellata di album, concerti, collaborazioni, riconoscimenti. Mentre ci chiediamo cosa sia successo al talento negli ultimi anni, Carmen Consoli rimane una confortante certezza.


coverconsoli.jpg

 
Dopo la prima partecipazione al Festival di Sanremo con Amore di plastica nel 1996, si ripresenta l’anno successivo ancora fra gli esordienti «con tanto di chitarra» (cit. Mike Bongiorno, appunto) e una canzone che annunciava definitivamente il suo stile inconfondibile: «Sai benissimo che una goccia inonda il cielo, è così piccolo il mondo che ci osserva». La grinta rock, che ha contraddistinto il suo animo di cantante, cantautrice e compositrice, le ha valso la prima – e finora unica – Targa Tenco per il miglior album (Elettra) mai assegnata a una donna, nel 2003 è stata anche la prima artista a calcare il palco dello Stadio Olimpico di Roma. Da Sanremo in poi ha spiccato il volo con un’apertura alare che ci viene da pensare sia un dono di quella “sfavillante Catania” così limpidamente descritta nei suoi testi e, probabilmente, di un ambiente famigliare – come ha dichiarato lei stessa parlando di suo padre – convinto che le donne potessero fare di tutto e di più. Piccolo appunto finale: la chitarrista che per molti anni ha collaborato con Michael Jackson si chiama Jennifer Batten. È nata a New York nel 1957; ha iniziato a suonare la chitarra a otto anni e pensava che la sua prima chitarra elettrica fosse la cosa più bella del mondo. È suo, fra gli altri, il famoso assolo di Beat It. La chitarrista che vediamo nel video di Purple Rain di Prince si chiama Wendy Melvoin. È nata a Los Angeles nel 1964. Dopo lo scioglimento dei The Revolution ha continuato la sua attività musicale insieme a Lisa Coleman nel duo Wendy & Lisa.

 

 

Carmen Consoli

11 dicembre Gran Teatro Geox

www.zedlive.com