VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow VENEZIA JAZZ FESTIVAL 2014 | Di stelle e di jazz
VENEZIA JAZZ FESTIVAL 2014 | Di stelle e di jazz
di Mara Bisinella   

contecalessiacerqua.jpgPaolo Conte, Keith Jarrett, Burt Bacharach, Cassandra Wilson. Quattro stelle internazionali firmano la notte lunga del jazz che, con due anteprime il 2 e l’8 luglio, invade la città fino al 27 luglio in un susseguirsi emozionante di musica ed eventi. Si annuncia infatti un’edizione indimenticabile quella di Venezia Jazz Festival, che per il suo settimo compleanno raccoglie spazi d’arte e luoghi suggestivi della città per ospitare il meglio del jazz e della world music. Paolo Conte ritorna a Venezia dopo il concerto di Piazza San Marco del 2009, quando, accompagnato dall’Orchestra Sinfonica di Venezia, incantò 4.000 persone. Oggi, con la sua storica band, si propone come il cantautore di sempre, quello delle canzoni senza tempo, dello stile elegante e retrò, dell’anima graffiante ed ironica, in un’altro dei luoghi simbolo della città, il Teatro la Fenice.

 

Banditi fotografi e flash, anche Keith Jarrett, uno dei massimi pianisti viventi, si appresta a solcare lo stesso palco. Dopo l’addio allo storico trio con Gary Peacock e Jack DeJohnette, l’esibizione in piano solo rappresenta una nuova fase artistica che lascia con il fiato sospeso i fan di tutto il mondo, attratti dal genio creativo.

 

Nel ricordo del suo solo alla Fenice nel 2006, oggetto di un live fra poco sul mercato, la casa discografica ECM accende i microfoni per una nuova registrazione. Fresco di libreria con la sua autobiografia Chiunque abbia un cuore, Burt Bacharach è l’artista che ha creato la soundtrack più bella e romantica del secolo scorso. Sulle note di I Say a Little Prayer, Raindrops Keep Fallin’ on My Head, Please Stay, Magic Moments, farà sognare il pubblico del Teatro La Fenice, che qualche giorno dopo si troverà di fronte alla voce ruvida e calda di Cassandra Wilson, la signora del jazz, un colpo al cuore per ogni appassionato che ami emozioni viscerali e autenticità. Trent’anni di carriera alle spalle, due Grammy, un’infinità d’altri premi, il titolo di “America’s best singer” attribuitole dal «Times»: la cantante e cantautrice non ha certo bisogno di presentazioni.

 

civello.jpgArduo raccontare tutti momenti del festival che vedono una carrellata di autori e magici scenari. Dal pop inglese dell’affascinante Jack Savoretti nel giardino della Collezione Peggy Guggenheim alla rivelazione Anna Soklic, grintosa cantante in scena a Punta della Dogana con un concerto al tramonto accompagnato da aperitivo, sono numerose le occasioni per immergersi nella musica: flamenco al Teatrino di Palazzo Grassi con il chitarrista Juan Lorenzo, ricordando Paco de Lucia; jazz d’oltreoceano con la cantante Amy London a Palazzo Contarini della Porta di Ferro; il connubio fra il brasiliano Toninho Horta e il napoletano Antonio Onorato e le canzoni d’autore e jazz di Chiara Civello nel doppio concerto al Teatro Goldoni; musica cubana originale con il Grupo Compay Segundo da Buena Vista Social Club all’Isola di San Servolo; esplorazioni e sonorità ebraiche del jazzista Daniel Zamir al Campo del Ghetto.

 

In Campo Bella Vienna, Rialto, l’ora dell’aperitivo è affidata a orchestre ed ensemble; una marching band il 19 luglio, giorno del Redentore, sfila dalla stazione ferroviaria a Rialto; le sale del Conservatorio Benedetto Marcello ospitano nomi come Hamid Drake e Pasquale Mirra Duo, Cosmic Combo, Fausto Beccalossi-Arrigo Cappelletti Duo, Alex Pryrodny Jazz Quintet. Senza tralasciare tappe di charme all’hotel Ca’ Sagredo e all’Hotel Cipriani o una romantica crociera sulla laguna con tema Jazz & Wine (imbarco fronte Caserma Cornoldi il 22 e 25 luglio alle 21.10).

«Venezia Jazz Festival»
Dal 2 al 27 luglio vari luoghi a Venezia
Info www.venetojazz.com