VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow [NATALE 2014] Arie di Festa. A Venezia, un Natale 'classico'
[NATALE 2014] Arie di Festa. A Venezia, un Natale 'classico'
di Anna Barina   

fenice.jpgNatale e Capodanno in musica, grazie alla tradizionale programmazione allestita dalla Fondazione Teatro La Fenice di Venezia. Si parte lunedì 17 e martedì 18 dicembre alle ore 20 con un Concerto di Natale ospitato nella Basilica di San Marco. L’appuntamento di quest’anno gioca in casa, ed è affidato a I Solisti della Cappella Marciana diretti da Marco Gemmani, maestro di cappella della Basilica. La formazione è nata nel 2002 rifacendosi alla tradizione secolare dei Cantores S. Marci, una delle più antiche istituzioni di musica, e una delle poche rimaste in Italia ad eseguire regolarmente polifonia di pregio durante l'ufficio liturgico.

 

La Cappella Marciana ripropone nelle liturgie le musiche della grande tradizione veneziana tra cui - cosa unica a livello mondiale - il repertorio policorale eseguito nelle originali disposizioni e spazialità per cui scrissero grandi autori come Andrea e Giovanni Gabrieli, Giovanni Croce, Baldassare Galuppi ed altri.

 

Il programma dei due concerti offre pagine vocali di autori veneziani come Giovanni Gabrieli, Giovanni Battista Grillo e Francesco Cavalli ma propone anche una vera e propria chicca in prima assoluta in tempi moderni. Si tratta dei Cinque mottetti per la Messa del S. Natale di Alessandro Grandi, compositore veneziano nato nel 1590.

 

harding.jpgDalla Basilica di San Marco alle Sale Apollinee, dove sabato 20 dicembre alle ore 20 il veneziano Mario Merigo dirige il Concerto di Natale alla testa della Venice Symphonic Laboratory Orchestra. La serata inizia con una delle cosiddette Sinfonie Salisburghesi di Wolfgang Amadeus Mozart, la n. 27 in sol maggiore K199 composta nella città austriaca nell’aprile del 1773. Nella seconda parte viene eseguita la Sinfonia nr. 1 in do maggiore Op. 21 di Ludwig van Beethoven, lavoro del 1800 dal carattere 'conservativo' che tuttavia mostra alcuni tratti innegabilmente nuovi e puramente beethoveniani.
Grande attesa poi per il tradizionale Concerto di Capodanno, giunto alla dodicesima edizione. Il direttore principale della Fondazione Teatro La Fenice Diego Matheuz cede quest’anno il podio al collega Daniel Harding, giovane e acclamato direttore inglese già protagonista dell’edizione 2010-2011.

 

Nel 2005, a soli 29 anni, Harding diresse Idomeneo alla prima del Teatro alla Scala. Accanto a lui per il Concerto di Capodanno alla Fenice ecco il soprano Maria Agresta, vincitrice del Premio Abbiati 2014, e il tenore americano Matthew Polenzani. La prima parte del concerto è esclusivamente orchestrale. La seconda parte, con la partecipazione dei solisti e del coro, si scopre invece dedicata al melodramma concludendosi, come è tradizione dei Concerti di Capodanno della Fenice, con il coro Va’ pensiero dal Nabucco e il brindisi Libiam ne’ lieti calici dalla Traviata di Giuseppe Verdi.

 

Inoltre, la seconda parte del concerto del 1 gennaio è trasmessa in diretta da Rai 1, Arte, ZDF, WDR, Radio France e da varie emittenti dell’Europa dell’Est. Tre le date: martedì 30 dicembre alle ore 17, mercoledì 31 alle 16 e, in diretta Rai Uno, giovedì 1 gennaio 2015 alle 11.15, con biglietti da 30 a 300 euro.

«Programmazione natalizia Teatro La Fenice»
17, 18, 20, 30, 31 dicembre, 1 gennaio Basilica di S. Marco e Teatro La Fenice
Info www.teatrolafenice.it