VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow VENEZIA JAZZ FESTIVAL 2015 | La città delle note. Luglio a Venezia è jazz!
VENEZIA JAZZ FESTIVAL 2015 | La città delle note. Luglio a Venezia è jazz!
di Giuseppe Mormile   

utelemper_1.jpgÈ ancora il festival delle contaminazioni quello di Venezia che, all’ottava edizione, illumina alcuni dei luoghi più belli della città con una musica mediterranea che viene da diverse latitudini. Inventare qualcosa per questa città è un’autentica avventura, tante sono le suggestioni che riverberano da ogni angolo.

 

La magia più grande quest’anno viene dal tango, musica che nella sua storia ha incontrato diverse culture. Ad interpretarlo una diva della canzone d’autore come Ute Lemper, artista impegnata e fascinosa che canta il tango in tutte le lingue del mondo il 19 luglio alla Fenice. Lo spettacolo inizia davanti al Teatro con una libera performance di tangueros, per dire fin dall’inizio che l’arte non ha confini. Arte e musica suonata. I luoghi del festival incontrano come da tradizione l’arte antica e contemporanea, con concerti nel giardino della Collezione Guggenheim, al Teatrino Grassi e a Punta della Dogana, oltre che alla Chiesa della Pietà e a Palazzo Pisani.

 

Il russo Dimitri Grechi Espinoza dialoga con il sacro nel riverbero primitivo delle note del suo sax alla Chiesa della Pietà il 15 luglio; due giorni più tardi il cantante Oren Lavie, voce morbida e sussurrante, traspone nei futuristici spazi di Teatrino Grassi le atmosfere del suo singolo più famoso, Her morning elegance, divenuto celebre su Youtube per il video girato in stop motion.

 

utelemper_3.jpgIl duo fisarmonica-sax di Vincent Peirani, ritenuto il nuovo Richard Galliano e vincitore del Django d‘Or e del Victoires du Jazz, e di Emile Parisien, interpreta composizioni di Sidney Bechet e Duke Ellington e brani originali ispirati al folklore il 22 luglio alla Collezione Guggenheim. Redi Hasa & Maria Mazzotta, solista dell’ensemble di Ludovico Einaudi l’uno, cantante e solista del Canzoniere Grecanico Salentino l’altra, uniscono le potenti note del violoncello alla leggerezza della voce in un repertorio mediterraneo (23 luglio, Teatrino Grassi). I meravigliosi skyline delle terrazze dell’Hotel Hilton Molino Stucky e di Starhotels Splendid Venice Hotel fanno da scenario ai concerti del chitarrista israeliano Rotem Sivan (23 luglio) e della cantante brasiliana Heloisa Lourenço (25 luglio) mentre le rive della laguna vengono percorse da un battello a ritmo di jazz e bossanova, con tipici assaggi della cucina veneziana (Bacaro Jazz on board, 16 e 26 luglio).

 

C’è proprio tutto, anche i giovani, che nell’ambito del progetto E.M.A.Y.T (Europe Music Award for Young Talent) si esibiscono al Conservatorio Benedetto Marcello, con Giovanni Guidi in piano solo, artista ECM e talento affermato della giovane scena jazz italiana (20 luglio), e il trombettista tedesco Uli Beckerhoff con un quartetto di promettenti musicisti (24 luglio).

 

Poco distante, a Chioggia, studenti da tutto il mondo si incontrano per il Summer Jazz Workshop, seminario di didattica jazz ormai da 25 anni laboratorio internazionale di talenti, con la guida dei docenti della New School for Jazz & Contemporary Music di New York, in esclusiva per Veneto Jazz dal 18 al 25 luglio.

 

Non solo studio, ma un ricco programma di concerti e jam session ad animare la città, con l’energia di un centinaio di giovani musicisti pronti a spiccare il volo. Nel bel mezzo della manifestazione, il 21 luglio, l’omaggio a Frank Zappa di Stefano Bollani vale un viaggio alla Rocca dei Tempesta di Noale. L’estroso pianista promette un Zappa inedito e molto personale.

«Venezia Jazz Festival»
Dall’11 al 26 luglio vari luoghi a Venezia e provincia
www.venetojazz.com